foad43(ASI) L'associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) ,la comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e l'Unione medica euro mediterranea (UMEM) continuano a seguire la situazione molto grave in Libano dal punto di vista sanitaria e umanitaria.
 
Da punto di vista politico e governativo si è dimesso il primo ministro libanese Hassan Diab, 220 morti e più di 7 mila feriti .Stanno arrivando aiuti umanitari e sanitari da più di 40 paesi .Quando la politica ed i politici falliscono è giusto fare un passo indietro per rispettare i morti ed i  feriti e chiedere scusa al popolo dopo questa catastrofe. Cosi dichiara Foad Aodi presidente Amsi e Co-mai che è in continuo contatto con i medici e giornalisti locali tramite gruppi watsup per aggiornamenti sulla situazione in Libano e con i nostri rappresentanti in 72 paesi che hanno lanciato il nostro Appello a tutti i governi nei paesi Euro Mediterranei e africani per non lasciare i libanesi da soli e per evitare una guerra civili e conflitti inter religiosi.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.