In Russia stretta contro le Ong

(ASI) Il 21 novembre è una data che resterà nella storia della Russia.

Oggi infatti entra in vigore una legge sulle Organizzazioni non governative in base alla quale ogni Ong che si occupi di diritti umani dovrà infatti obbligatoriamente iscriversi in un registro degli “agenti stranieri” con gli attivisti che potrebbero essere accusati di alto tradimento.

Le Ong, che da sempre con finalità umanitarie, puntano a fare gli interessi di paesi stranieri nei luoghi dove operano, per la nuova normativa russa sono quindi assimilabili alle spie; anche perché la legge è stata volutamente formulata in modo molto vago, rendendo molto semplice la possibilità di multare o sanzionare in modo più pesante questa associazioni.

Come da copione le principali organizzazioni per i diritti umani russe hanno deciso di boicottare la legge, ritenendola contraria alla costituzione russa e a vari trattati internazionali sottoscritti dal governo di Mosca, dichiarando la propria intenzione a contestare eventuali sanzioni per vie legali minacciando perfino il ricorso alla corte di Strasburgo.

L’intento di questa legge è lampante: impedire che paesi ostili e stranieri corrompano la popolazione locale tramite “la formazione dell’opinione pubblica” con principi ostili a quelli russi tramite i finanziamenti provenienti dall’estero e da filantropi stile Soros, noto sponsor di quelle rivoluzioni colorate che non fanno altro che rendere il mondo più liberista a vantaggio dei soliti noti.

Per rendere più efficace la normativa è stata anche apportata una apposita modifica al codice penale in materia di tradimento e spionaggio, che ora include anche il reato “al fine di trasmettere informazioni”, aspetto che ovviamente amplia notevolmente il concetto di alto tradimento e comprende la “raccolta di tutte le informazioni che minacciano la sicurezza della Russia”.

Putin si sa non è molto amato dalla comunità internazionale filo statunitense, la sua colpa? Anteporre gli interessi della Russia a quelli delle grandi oligarchie mondiali e non volersi piegare ai diktat ultraliberisti del Nuovo ordine mondiale.

All’estero questa legge viene presentata come repressiva ma altri non è che una norma atta a impedire alle Ong finanziate dai Soros di turno di permettere agli stranieri di impadronirsi della Russia come accadde ai tempi di Eltsin.

 

Fabrizio Di Ernesto-Agenzia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Benvenuti all’Hotel Abisso. L’Europa e il tramonto dell’Occidente

(ASI) Benvenuti all’Hotel Abisso: si chiama Europa. L’Europa è lo specchio del tramonto dell’Occidente. Tema logoro, merita un aggiornamento.

Caporalato, delegazione Pd a Latina domani con Schlein  

(ASI) Il Pd parteciperà oggi a Latina alle 17 alla manifestazione contro il caporalato. La delegazione, guidata dalla segretaria Elly Schlein sarà composta da Marta Bonafoni, Annalisa Corrado, Alfredo D'Attorre, ...

Pubblica Amministrazione, CGIA Mestre: pagamenti lumaca, in particolare al Sud.  A soffrire sono le PMI

(ASI) Tra acquisti, consumi, forniture, manutenzioni, formazione del personale e spese energetiche, nel 2023 lo Stato italiano ha sostenuto un costo complessivo di 122 miliardi di euro[1].

Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni si assiste ad un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri. È il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia. Chiediamo giustizia ...

Lorefice (M5S):Gela Commemora Salvatore Aldisio con il Patrocinio del Senato della Repubblica

(ASI) Sono lieto di annunciare che, in occasione della commemorazione per i 60 anni dalla scomparsa del nostro illustre concittadino, il Senatore Salvatore Aldisio, che si terrà a Gela il ...

Luca Iemmi eletto presidente FISM. Gli auguri del Ministro Giuseppe Valditara

(ASI) "Congratulazioni a Luca Iemmi per la sua elezione a Presidente FISM. A lui i miei più cari auguri di buon lavoro" Lo scrive su X il Ministro dell'Istruzione e ...

Giustizia, Gasparri: andremo avanti con riforma

(ASI) “Rattrista e infastidisce, ma non preoccupa l'atteggiamento dei Santalucia e dei vari correntocrati della magistratura e dell'Anm. Andremo avanti con la riforma.

GDF: Albano (FdI), auguri al Corpo per i 250 anni di storia gloriosa al servizio dell’Italia

(ASI) Roma – “In occasione del 250° anniversario della sua fondazione, porgo i miei più sentiti auguri alla Guardia di Finanza, una Forza militare dello Stato che si è distinta per dedizione, professionalità ...

Spazio. Colombo (FDI), l'Italia é in prima linea

(ASI) “Grazie al lavoro del Ministro Urso, l'Italia ha la sua prima legge quadro sulla Space economy, che porterà la Nazione in prima linea nel settore spaziale. Per il nostro ...

MES, M5S: per noi questione chiusa

(ASI) Roma - "La quesitone della riforma Mes per noi è chiusa. Lo scorso dicembre abbiamo già votato in parlamento contro la ratifica della riforma, che era stata originariamente pensata in ...