Il Principe d'Amato e la Monarchia Popolare Elettiva
(ASI) Firenze - Sono stato sabato 17 giugno a Firenze presso "Deposit Art Gallery" di Via Bufalini come relatore del convegno "Le Radici Cristiane d'Europa", organizzato dall'Ordine Nobiliare di San Nicola e dalla Casa Imperiale del Principe Roberto d'Amato. Ospite speciale della serata è stato il giornalista e scrittore On. Magdi Cristiano Allam. Ha fatto gli onori di casa Padre Luca Monti, Cancelliere della Chiesa Ortodossa in Italia. Oltre al sottoscritto, presenti il giornalista Roberto Barbieri che ha funto da moderatore del convegno e il Conte Enzo Modulo Morosini, esperto italiano di araldica. 


Ha aperto l'evento il Principe Don Roberto d'Amato dell'Ordine Cavalleresco di San Nicola che abbiamo intervistato per conoscere meglio le sue attività:


-Come si può diventare nobili oggi in Italia?

In Italia, - ha risposto il Principe d'Amato - i titoli nobiliari non sono più riconosciuti legalmente , comunque sia si possono usare. I titoli nobiliari si possono acquisire tramite una casa imperiale e reale. Tramite una libera donazione o per specifici meriti che abbiano portato lustro alla casa imperiale e reale (pittori famosi, scrittori, politici e imprenditori che creano strutture di assistenza ai poveri per esempio). Il mio sogno è trovare un imprenditore che mi aiuti a creare L'Università Crstiana di San Nicola"

 - Ci parli in breve dell' Ordine Cavalleresco di San Nicola...

"L' Ordine Cavalleresco Nobiliare - ha commentato d'Amato - è nato come strumento di difesa della fede è per ribadire di essere un ordine nobiliare non mondano ma impegnato nel sociale come strumento di neo-evangelizzazione dell'Italia e dell'Europa".

- Che progetti avete a medio - breve tempo?

"Cerco imprenditori seri che, vogliono contribuire al ripristino della monarchia popolare ed elettiva in Italia" ha detto il Principe d'Amato. 


- Lei ha fondato un movimento monarchico, qual è la sua posizione sulla politica italiana in generale? 

"Ho creato un partito monarchico popolare, - ha spiegato il Principe d'Amato - dato che questa repubblica fa acqua da tutte le parti, un movimento politico che porti avanti gli ideali di monarchia al servizio del popolo, monarchia elettiva, cioè il principe eletto dal popolo, il migliore, capitalismo sociale, azionariato popolare, ridistribuzione della ricchezza,non concentrata in poche  persone come attualmente stanno facendo tutti i Partiti da destra a sinistra, che io definisco liberisti senza cuore; di liberale hanno solo il richiamo ideologico non la sostanza. Altra cosa importante, il ripristino della scala mobile a favore dei lavoratori uno dei pochi strumenti di giustizia sociale. Una monarchia proiettata verso il popolo e non elitaria e portatrice di valori dei privilegiati, queste idee nel XXI secolo sono anacronistiche e strumento di oscurantismo".

Esiste la possibilità concreta, secondo lei, di restaurare la monarchia in Italia? 

 'In Italia abbiamo una costituzione rigida repubblicana , per modificarla ci vuole una procedura articolata o un referendum costituzionale dopo aver raccolto minimo un milione di firme (e non è detto che la Corte Costituzionale lo ammetta), oppure che 9 consigli regionali ne facciano la proposta. Nel meridione d'Italia il sentimento monarchico e' fortissimo, vedendo come la repubblica italiana sta trattando il meridione, come una colonia del Nord; invito pertanto i meridionali a proclamare al sud la monarchia popolare elettiva, per iniziare un nuovo percorso politico, democratico e volto ad accrescere il prestigio del Sud, mortificato dalla repubblica succube dell'Europa e di quegli imprenditori del Nord che hanno tradito l'Italia , portando la sede legale nei paesi dove vive una fiscalità più moderata" ha concluso il Principe Don Roberto d'Amato dell'Ordine Nobiliare di San Nicola. 
 
Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Premierato, Gasparri a Malpezzi: affermazioni infondate

(ASI) "La mia simpatia per la senatrice Malpezzi mi impedisce di replicare alle sue affermazioni infondate. Sono ancora solidale con lei per la ingiusta defenestrazione da Capogruppo del Pd".

Autonomia, Mollicone (FDI): “Decisione UDP proporzionata a diverbio verbale. evidente strumentalità opposizioni” 

(ASI) Roma -  “Mi rimetto alla decisione dell'ufficio di presidenza anche se è evidente la strumentalità e la provocazione scatenate da Donno e da tutta l’opposizione, con manifestazioni ...

Autonomia, Aloisio (M5S): Governo sordo nonostante tecnici contrari

(ASI) Roma - “Stamattina, in seno alla Commissione per l’attuazione del Federalismo Fiscale, la Confederazione AEPI (Associazione Europee di Professionisti e Imprese), rappresentata dal Direttore generale Gianluca Musiello e ...

Istat. Berrino (FdI): Cresce l’occupazione, anche a tempo indeterminato

(ASI) Roma - “Il buon operato del governo Meloni è confermato dall’analisi degli ultimi dati Istat disponibili sull’occupazione. L’Italia ha più fiducia e la crescita costante degli occupati, ...

Decima Mas, Furgiuele si difende nel programma 'Mosche' di Business24: “Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”

(ASI) "Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”. Si difende così l’on. Domenico Furgiuele, il deputato della Lega espulso dall'aula di Montecitorio per ...

Decima Mas, Furgiuele si difende nel programma 'Mosche' di Business24: “Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”

(ASI) "Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”. Si difende così l’on. Domenico Furgiuele, il deputato della Lega espulso dall'aula di Montecitorio per ...

Mahmoud (Pd): Amministratori con background internazionale fanno crescere Italia che parla al mondo

(ASI) "Ho partecipato con piacere all'incontro 'I luoghi e i volti della cittadinanza', organizzato oggi alla Camera dall'On. Ouidad Bakkali, che ringrazio per aver portato nel cuore delle istituzioni democratiche ...

Economia Italia: in scadenza la prima rata dell'Imu. IL punto dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: in scadenza la prima rata dell'Imu. IL punto dell'economista Gianni Lepre

Sanità: approvato alla Camera ODG per innovative divise dedicate agli operatori sanitari nelle aree critiche

(ASI) Roma -  Si è svolta presso la sala stampa della Camera dei Deputati la conferenza dal titolo: 'I dispositivi di protezione per l’operatore sanitario nelle aree critiche: nuove ...

Tassi BCE, ricadute su famiglie e imprese. A cura di Maddalena Auriemma

Tassi BCE, ricadute su famiglie e imprese. A cura di Maddalena Auriemma