Giornata Internazionale di Commemorazione delle vittime degli atti di violenza su base religiosa o di credo

(ASI) In occasione della Giornata Internazionale di Commemorazione delle vittime degli atti di violenza su base religiosa o di credo, l’Italia si unisce al ricordo di tutti quelli che soffrono le conseguenze dell’intolleranza, della discriminazione, della violenza e del terrorismo a causa della loro appartenenza religiosa o di credo.

L’Italia si unisce al ricordo di tutti quelli che soffrono le conseguenze dell’intolleranza, della discriminazione, della violenza e del terrorismo

(ASI) In occasione della Giornata Internazionale di Commemorazione delle vittime degli atti di violenza su base religiosa o di credo, l’Italia si unisce al ricordo di tutti quelli che soffrono le conseguenze dell’intolleranza, della discriminazione, della violenza e del terrorismo a causa della loro appartenenza religiosa o di credo.

Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, ribadisce “il massimo impegno personale e del Governo italiano nel proteggere e promuovere la libertà di religione o di credo e i diritti fondamentali delle persone appartenenti a minoranze etniche o religiose ovunque nel mondo, sia sul piano dei rapporti bilaterali che nel quadro dell’Unione europea e delle Organizzazioni internazionali”.

Su scala globale, assistiamo a un grave e costante peggioramento dei livelli di libertà religiosa, in particolare a danno di persone appartenenti a minoranze. “Nel caso dei cristiani”, ricorda Tajani, “una persona su sette al mondo è vittima di persecuzione o discriminazione grave, percentuale che sale a due su sette in Africa sub-sahariana e a due su cinque in Asia”.

Spesso, la discriminazione e persecuzione su base religiosa inizia già dalla nascita e condiziona gravemente il percorso educativo, familiare e lavorativo di chi ne è vittima. Dove la libertà religiosa non è rispettata, stabilità, coesione e prosperità vengono messe a repentaglio.

“La libertà di religione o di credo e il contrasto a violenza e discriminazione su base religiosa o di credo”, sottolinea il Vicepremier, “sono una priorità della politica estera dell’Italia, che investe tutti gli ambiti dell’azione diplomatica”. Nell’ottica di rafforzare il nesso diretto tra sviluppo e protezione della libertà religiosa e dei diritti fondamentali in generale, dal 2019 la Farnesina, attraverso bandi curati dall’AICS, gestisce un Fondo dedicato all’assistenza a comunità cristiane che vivono in aree di crisi. Il bando 2023 ha una dotazione finanziaria di circa 10,5 milioni di euro e permetterà la realizzazione di interventi volti a favorire l’inclusione sociale, l’emancipazione economica dei beneficiari e la sensibilizzazione delle comunità locali sulla convivenza pacifica.

Tajani aggiunge che “in un frangente storico segnato da forte polarizzazione, l’Italia è impegnata a sostenere il dialogo interreligioso e la collaborazione interreligiosa per diffondere il rispetto e la conoscenza reciproca tra appartenenti a fedi diverse, contrastare le discriminazioni, promuovere l’eguaglianza tra persone senza distinzioni di religione o credo e impegnare le diverse religioni in un lavoro comune a difesa della pace e della dignità umana”.

Ultimi articoli

Bolivia e Iran consolidano la cooperazione strategica

(ASI) Il presidente della Bolivia, Luis Arce, e il suo omologo iraniano Ebrahim Raisi, hanno rilanciato la cooperazione bilaterale tra i due paesi nei settori della sanità, dell’istruzione, dell’...

Molestie, O.N.A. : "Una Commissione Antimolestie alla scherma dopo l'ultimo caso di stupro dell'atleta in ritiro in Toscana".

(ASI) Riceviamo e pubblichiamo - " Alla vigilia dell'8 marzo è quanto propone l'Osservatorio Nazionale Antimolestie, presente al Dipartimento Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ancora Superbonus ma per quali soggetti?

(ASI) Il superbonus continua a poter essere fruito sulle spese relative agli interventi agevolati ma solo per alcuni soggetti, quali persone fisiche, condomini e Enti del Terzo Settore, novità introdotta ...

Sicilia, Agricoltura: Geraci (Lega), dipendenti ESA ottengono contratto dei regionali, riforma importante che rilancia l'ente al quale sono state assegnate nuove competenze 

(ASI) Palermo – "Finalmente si dà dignità ai dipendenti dell'Ente di sviluppo agricolo, ai quali viene riconosciuto il trattamento economico al pari dei dipendenti regionali. Si chiude una vertenza decennale che ...

Scuola, Floridia (M5S): Valditara fa passerelle in Abruzzo tra propaganda e fallimenti

(ASI) Roma  - "Domanda diretta a Giuseppe Valditara: non trova fortemente inopportuno visitare le scuole abruzzesi proprio nell'ultima settimana di campagna elettorale? Non poteva aspettare qualche giorno e recarsi ...

Università, Foad Aodi (Amsi): «No all'abolizione totale del numero chiuso alle facoltà di medicina, urge specializzare tutti i medici laureati»

(ASI) Roma - «Nell'ottica di una indispensabile crescita della professione medica in Italia, noi di Amsi, Associazione Medici di Origine Straniera in Italia, e del Movimento internazionale transculturale interprofessionale ...

Dossieraggio, Gasparri: chi ha conflitti d'interessi non partecipi a Commissione Antimafia

(ASI) “Siamo di fronte a una P2 moltiplicata per cento quindi bisogna tenere alta la guardia. Chi ha conflitti d'interessi non partecipi alla Commissione Antimafia, mi riferisco a chi è stato ...

Politiche attive del Ministero del Lavoro. Nasce Sviluppo Lavoro Italia Spa

 Nell’ambito della propria riorganizzazione, rientrano all’interno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali le funzioni di programmazione delle politiche del lavoro e la gestione dei relativi ...

Dossier. Malan (FdI): fare piena luce, preoccupante sinistra minimizzi o giustifichi metodi da regimi totalitari  

(ASI) “Fratelli d’Italia vuole che si faccia piena luce su quanto sta emergendo. Qualcuno ha cercato illegalmente dei dati che dovrebbero servire a eventuali indagini per alimentare macchine del ...

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...