Calcio. Serie A. Juventus-Chievo (1-1). La Juventus non vince e non convince uscendo con un solo punto in classifica dalla terza giornata di Campionato

(ASI) La Juve, ancora ferma a 0 punti dopo due giornate di campionato, ospita un Chievo partito con il piede giusto che ha già messo in cassaforte i primi 6 punti.


Per ottenere la prima vittoria mister Allegri punta su una difesa a quattro con Chiellini e Lichtsteiner in panchina e Caceres, Barzagli e Alex Sandro in campo sin dal primo minuto. A grande sorpresa Sturaro prende il posto di Pogba, mentre in attacco fa il suo esordio in maglia bianconera il profeta Hernanes accanto ad un ritrovato Morata, reduce dall'influenza.
Il Chievo, imbattuto, riconferma il 4-3-1-2 vincente delle prime due giornate. Gamberini viene preferito a Dainelli in difesa, mentre davanti viene riproposto il duo Paloschi-Meggiorini.
Inizio già sofferto per i bianconeri che sembra non riescano a vedere la luce. Al 5' arriva il primo gol del match firmato Hetemaj che, su cross di Birsa fa partire il destro dal limite dell'area. Juve irriconoscibile a centrocampo!
Al 10' occasione sfumata per i padroni di casa con Hernanes che ci prova di sinistro ma Bizzarri allontana prontamente. È notte fonda per i bianconeri che al 13' vanno vicinissimi al gol del pareggio ma, ancora una volta, non finalizzano. Cross di Alex Sandro e conclusione fuori misura di Pereyra.
Al 20' è la volta di Dybala che ci prova spedendo alto il pallone.
Lo Juventus Stadium sembra non sostenere a dovere i bianconeri e ad ogni errore si avverte il pubblico rumoreggiare. Appaiono lontanissimi i tempi d'oro della squadra campione d'Italia.
Trenta minuti sul cronometro. Il Chievo torna a farsi vedere in fase offensiva con Meggiorini che calcia dal limite ma spedisce fuori. Juve in seria difficoltà nel chiudere gli spazi.
I bianconeri cercano di reagire facendo partire una serie di azioni pericolose che non sfociano in nulla di concreto.
Al 31' Sturaro arriva di testa su un pallone messo dentro da Pereyra, ma non trova la porta.
Al 35' è Dybala a far partire un sinistro dalla destra subito allontanato dalla difesa avversaria.
La Juve sembra non avere gamba. Non c'è brillantezza in campo e allo scadere del primo tempo si assiste ancora a qualche occasione sprecata.
Le squadre vanno a riposo sull'1a 0.
Alla ripresa, mister Allegri gioca la carta Pogba (che entra in sostituzione di Marchisio) e colloca Hernanes davanti alla difesa passando al 4-2-3-1.
Al 52' brivido per i bianconeri e parata miracolosa di Buffon su un sinistro insidioso di Cesar.
Al 57' la Juve va vicino al gol del pareggio con un palo di Pereyra. Pallone che finisce sul piede di Pogba incapace di concludere. Il francese è del tutto fuori forma.
Proteste da parte dei tifosi ospiti per un gol annullato al 62'. Cesar va in rete ma l'arbitro ferma il gioco per fallo in attacco su Bonucci.
Allegri passa al 3-5-2 con Cuadrado esterno destro che fa il suo ingresso al posto di Sturaro.
Al 69' è Hernanes a sparare dai 25 metri un pallone deviato in angolo da Bizzarri.
A venti minuti dalla fine Allegri pensa ad inserire Mandzukic al posto di Morata, sperando di poter cambiare le sorti della partita, ma all' 80' il portiere della formazione veneta va in parata sicura sulla punizione battuta da Hernanes. I bianconeri non riescono in alcun modo a realizzare la rete fino all'82' quando Cuadrado va a terra in area e Cecar viene segnalato in tackle. Grosse proteste dei veneti, ma Guida non esita a concedere il rigore. Dal dischetto parte Dybala che trasforma in rete, realizzando un pareggio preziosissimo per i bianconeri. Scarso l'entusiasmo e tante le perplessità fra i tifosi dello Juventus Stadium per una formazione che appare irriconoscibile e che, dopo tre giornate di campionato, deve accontentarsi di un misero punto in classifica.

MARCATORI Hetemaj (C) al 6' p.t.; Dybala (J) su rigore al 38' s.t.
JUVENTUS (4-3-1-2) Buffon; Caceres, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro; Pereyra, Marchisio (dal 1' s.t. Pogba), Sturaro (dal 20' s.t. Cuadrado); Hernanes, Dybala, Morata (dal 28' s.t. Mandzukic). (Neto, Audero, Chiellini, Rugani, Padoin, Lemina, Zaza). All. Allegri.
CHIEVO (4-3-1-2) Bizzarri; Frey, Gamberini (dal 13' s.t. Dainelli), Cesar, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa (dal 28' s.t. Pepe); Meggiorini (dal 21' s.t. Pinzi), Paloschi. (Bressan, Seculin, Christiansen, Mattiello, Sardo, Cacciatore, Mpoku, Pellissier, Inglese). All. Maran.
ARBITRO Guida di Torre Annunziata.
NOTE spettatori 29.205; ammoniti Castro (C), Hernanes (J), Alex Sandro (J), Birsa (C), Cesar (C), Pepe (C), Bizzarri (C), Cuadrado (J). Recuperi: 0 p.t.; 3' s.t.

Maria Vera Valastro- Agenzia Stampa Italia

 

Ultimi articoli

Nord Corea, missile sul Giappone: cittadini nei rifugi

(ASI) Sale la tensione in Asia.  La  Corea del Nord ha lanciato, questa notte, un nuovo missile. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di un Irbm ...

Ucraina, Russia: “Basta armi, o rischio guerra diretta contro la Nato”

(ASI) I dispositivi bellici, che gli Stati Uniti forniscono all’esercito di Kiev che combatte contro le truppe del Cremlino, stanno aumentando il rischio di un possibile “scontro militare diretto”&...

Governo, verso un ritorno del Ministero del Commercio Estero. L’imprenditore Lorenzo Zurino in pole position tra i papabili ministri

(ASI) Nel totoministri che impazza in queste ore o, meglio ancora, sul tavolo dei ragionamenti di natura politica e strategica relativi al prossimo assetto che la premier in pectore Giorgia ...

PD: Boccia, Letta chiamato da Parigi dopo caduta Governo giallorosso e crollo Dem. Merita massimo rispetto

(ASI) “Il Segretario Enrico Letta è stato chiamato da Parigi dopo la caduta del governo giallorosso e con il Partito democratico che era drammaticamente crollato al 15%.

Nappi (Lega): sicurezza al centro dell’azione politica a tutti i livelli

(ASI) “La 72enne vittima prima di rapina e poi ricoverata in ospedale perché caduta battendo la testa sul selciato dissestato, conferma la drammaticità della situazione napoletana e campana anche sul ...

Veneto, Elisa Venturini: su trasporto pubblico intervenga la Regione

(ASI) "La situazione di grande difficoltà nel trasporto pubblico locale non può essere una sorpresa perché da tanto tempo si stanno susseguendo problemi di varia natura che finiscono per ripercuotersi ...

DL Aiuti-Ter, Pallavicini (Confcommercio Salute): “Un tavolo con Stato e Regioni sul tema risorse e per un’analisi organica del socio sanitario

(ASI) Roma - “L’apertura del Governo alle strutture sanitarie del privato accreditato tramite il riconoscimento alle stesse, con il Decreto Aiuti-ter, del diritto ad accedere alle risorse destinate ...

M5S Europa: in 13 anni abbiamo rivoluzionato la politica italiana 

(ASI) “Il 4 ottobre 2009 dall’intuizione rivoluzionaria di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio nasceva il Movimento 5 Stelle. In questi tredici anni abbiamo dimostrato che in Italia è possibile fare politica mettendo ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "Dal 2023 il 30% di Energia Idroelettrica in meno se non si ferma la legge sul deflusso ecologico voluta dall'Europa, facendo aumentare la dipendenza dell'Italia. Il nuovo Governo intervenga con urgenza".

(ASI) In un momento tragico sul fronte dei costi dell'energia, la principale fonte rinnovabile,  l'energia idroelettrica, rischia il prossimo anno di avere un calo di produzione di circa il 30 ...

Festa di San Francesco. Omelia del Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI

(ASI) Assisi - La Parola di Dio parla sempre a noi e di noi. Parla oggi e ci aiuta a capire i segni dei tempi e questi ci aiutano ...