Calcio. Serie A. Roma- Juventus 2-1. Per la Roma di Garcia una vittoria 'tutta bosniaca' firmata Pjanic e Dzeko

(ASI) E'stata segnalata come partita ad 'altissimo rischio', ma certamente non a rischio ascolti.
Match bollente già alla seconda di Campionato con Roma e Juve pronte a dare spettacolo davanti alle rispettive tifoserie.

Mister Allegri ripropone il classico 3.5.2, confermando Padoin davanti alla difesa, Sturaro titolare (al posto di Pereyra) e Dybala in attacco al fianco di Mandzukic. Dietro si parte con Caceres in sostituzione di Barzagli.
I giallorossi si schierano con il 4.3.3, proponendo Szeczesy (nuovamente titolare) al posto di De Sanctis, De Rossi in posizione arretrata, Digne al suo esordio sulla fascia sinistra e il tridente formato da Salah, Dzeko e Iago Falque. Seconda panchina consecutiva per Totti.
Si parte! Roma subito aggressiva ed episodio dubbio già nel 1'di gioco. Cross di Iago Falque dalla sinistra, Florenzi sul secondo palo va a terra dopo un contatto con Mandzukic, ma Rizzoli lascia correre.
Qualche azione sfumata a partire dalla fascia sinistra. Al 5' tiro insidioso di Keita che termina di poco a lato. E'l'8' quando anche Iago Falque si propone con un sinistro dal limite dell'area che si spegne alto sopra la traversa.
Pesa l'assenza di Pirlo in questa Juve che fatica a salire e a contrastare la manovra fluida ed efficace della Roma.
Al 13' sono finalmente i bianconeri a rendersi pericolosi con un cross magistrale di Pogba alla volta di Mandzukic. Il croato sbuca alle spalle di Digne ma gli sfugge il controllo. Grande occasione da gol per la Juve.
La Roma mantiene alti intensità e ritmo di gioco approfittando di un atteggiamento troppo difensivo dei bianconeri.
L'occasione clamorosa per i giallorossi arriva al 24' quando Pjanic colpisce il palo interno. La sorte sembra non sorridere ai padroni di casa che avrebbero sicuramente meritato il vantaggio fino ad ora.
Ottima l'intesa fra Salah e Iago Falque che impensierisce i difensori juventini.
Numeri da campione per Dybala che continua ad avere una visione di gioco limitata. Anche oggi gioca da solo!
Nulla da rimproverare a una Roma che, anche in fase difensiva, riesce a coprire tutti gli spazi.
Dopo un avvio esplosivo, allo scadere della prima frazione do gioco, i giallorossi abbassano comprensibilmente i ritmi e rallentano l'intensità delle giocate.
Squadre a riposo sullo 0 a 0, dopo una prestazione nettamente superiore dei padroni di casa.
Alla ripresa la Juve sembra voler reagire spingendosi in avanti e al 49' va alla conclusione in porta con Caceres che spedisce il pallone a lato.
La Roma sembra insistere di più sulla corsia di destra e al 57' Pjanic torna a rendersi pericoloso con un sinistro che viene prontamente allontanato da Buffon.
La Juve continua a soffrire ma il portierone bianconero respinge con i piedi un sinistro insidiosissimo di Dzeko.
Al 61' arriva la prima rete del match su punizione battuta da Pjanic. Pallone che si insacca in rete dopo aver aggirato la barriera.
Allegri cerca di risollevare le sorti della partita giocandosi tre carte. Dentro Morata, Pereyra e Cuadrado.
Al 70' Pogba si fa vedere con un colpo di testa ma non trova la porta. Ancora nulla di fatto per i bianconeri. Al 72' la Roma risponde con un destro silurato di Nainggolan spedito in angolo da Buffon.
E'il 78' quando arriva l'ennesima tegola per la Juve con l'espulsione di Evra per intervento scomposto su Iturbe. Secondo giallo in tre minuti per il francese.
E' notte fonda per i bianconeri che si vedono sopraffatti dei romanisti al 79'. Secondo gol del match che porta la firma di un altro bosniaco. Il neo-acquisto Dzeko, approfittando del cross di Iago Falque, colpisce di testa e trova l'angolino basso della rete. 2 a 0 Roma!
Juve irriconoscibile rispetto a qualche mese fa. La formazione di mister Allegri avrà bisogno di tempo per ritrovare la compattezza e la solidità del passato.
All'87' si risveglia l'anima guerriera dei bianconeri che realizzano il gol grazie alla bella giocata di Pereyra. L'argentino serve Dybala verso il centro dell'area. Palla che termina alle spalle del portiere polacco. Primo gol del match per la formazione ospite.
Al 92' ancora un'occasionissima per la Juve che tenta il miracolo con un colpo di testa di Bonucci parato magistralmente dall'ex Arsenal.
L'incontro si conclude sul 2 a 1.
Duro colpo per i campioni d'Italia che restano fermi a 0 punti dopo due giornate di campionato. Buon inizio per i giallorossi che ottengono un'entusiasmante e desiderata vittoria salendo a quota 4.

MARCATORE: Pjanic (R) al 16', Dzeko (R) al 33', Dybala (J) al 42' s.t.
ROMA (4-3-1-2): Szczesny; Florenzi, De Rossi, Manolas, Digne; Nainggolan, Keita, Pjanic; Salah (dal 32' s.t. Iturbe), Dzeko (dal 49' s.t. Ibarbo), Iago Falque (dal 44' s.t. Ljajic). (De Sanctis, Torosidis, Maicon, Gyomber, Castan, Capradossi, Paredes, Ucan, Anocic, Gervinho, Totti). All. Garcia
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (dal 27' s.t. Pereyra), Sturaro, Padoin (dal 30' s.t. Cuadrado), Pogba, Evra; Dybala, Mandzukic (dal 17' s.t. Morata). (Neto, Rubinho, Barzagli, Alex Sandro, Rugani, Vitale, Zaza). All. Allegri
ARBITRO: Rizzoli di Bologna
NOTE: spettatori 55.040. Espulsi Rubinho (J) dalla panchina al 21' s.t. e Evra (J) al 33' s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Pogba (J), Chiellini (J), Pjanic (R), De Rossi (R), Dzeko (R) per gioco scorretto.

Maria Vera Valastro-Agenzia Stampa Italia

 

Ultimi articoli

Venezuela, dall’opposizione atteggiamento ambiguo verso il governo

Rimane teso il clima politico in Venezuela, la piattaforma unitaria democratica dell’opposizione ha infatti annunciato di essere disposta a collaborare con il governo chavista su un programma e su ...

  Il Sen. Potenti ascolta l'appello di Moschi: Volterra si rilancia con interventi su viabilità e infrastrutture

(ASI)"Sono a fianco dei cittadini dell'Alta Val di Cecina, dei quali ho condiviso le battaglie per interventi su viabilità e infrastrutture. Per questo non ho guardato al colore politico ...

Sardegna, Licheri(M5S): "Il Centrodestra ci ha dato una grossa mano scegliendo Truzzu. Todde competente e brava ma è stata l'ultimissima scelta"

(ASI)“Che il centrodestra ci abbia messo del suo, mi pare indubitabile. Ci hanno dato una grossa mano, non solo perché in questi cinque anni il centrodestra ha veramente fatto ...

Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...