Chiudono i bar se frequentati da pregiudicati, vale lo stesso per il Quirinale?

(ASI) La rivoluzione sarebbe sconvolgente, ma, volendo, si può fare,ignorando la Costituzione e le Leggi ancora in vigore. E informando, contestualmente, prefetti e questori, e le forze dell’ordine, che le cose sono completamente cambiate. Mi riferisco alla questione dei pregiudicati.

Un po’ ovunque, ma, soprattutto, nel Sud Italia i pregiudicati sono seguiti,quasi in maniera ossessiva, dalle forze dell’ordine,e se vanno in qualche bar, la frequentazione viene immediatamente segnalata al questore, il quale, quasi sempre, dispone   la chiusura degli esercizi.  In Italia sono decine, forse centinai, da Nord a Sud, passando per il Centro, gli esercizi pubblici chiusi, temporaneamente o a tempo indeterminato, per le frequentazioni dei pregiudicati. È previsto dall’art. 100 del Tulps (Testo unico delle Leggi di pubblica sicurezza) che recita “oltre i casi indicati dalla legge, il questore può sospendere la licenza di un esercizio…ove sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’odine pubblico, per la moralità pubblica, e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.  Il Tar della Lombardia, sentenza n. 457 dell’11 /2 /2011, al ricorso di un barista, ha così risposto: “È legittima la sospensione del locale pubblico frequentato da soggetti pregiudicati, in quanto situazione idonea a creare allarme sociale indipendentemente dalla colpa del gestore”. Il richiamo a questa legge è dovuto al fatto che a febbraio, come tutti sanno, ci sarà l’elezione del capo dello Stato e nel Parlamento ci potrebbe essere qualcuno non a conoscenza della suddetta normativa sui pregiudicati, e non tenerne conto al momento del voto. Per questo, in maniera del tutto opportuna, ho ritenuto necessario ricordarla, al fine di evitare che al Quirinale venga eletto qualcuno pregiudicato. Sarebbe subito in grave imbarazzo, prima di tutti, il questore di Roma, oltre allo scorno, come avrebbe detto mia madre, per le istituzioni e per l’Italia.  Ci sarebbe anche il rischio delle proteste di tutti i baristi che si sono visti sospendere la licenza solo per il fatto che i loro locali sono stati frequentati da pregiudicati. Due pesi e due misure, sarebbe troppo da sopportare. Ce n’è già tanta di gente che contesta, evitiamo almeno le proteste dei baristi,ai piedi del colle, con i cartelli “no-pregiudicati”. 

Fortunato Vinci – www.lidealiberale.com – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

*Ius scholae, Scalfi (Ist. Veronesi): subito rinvio, politica gioca su pelle ragazzi*

(ASI) “Subito un rinvio per lo ius scholae alla Camera. Avevo auspicato un dibattito serio su una proposta di legge civile sulla cittadinanza, e invece ancora una volta sembrano prevalere ...

Nel cinquantenario della morte di Ennio Flaiano un nuovo libro di Lucilla Sergiacomo sul grande scrittore abruzzese

(ASI) L’AQUILA – “Invito alla lettura di Flaiano” (Mursia editore, Milano 2022, pp.384) è il nuovo saggio di Lucilla Sergiacomo sul grande scrittore abruzzese, una rivisitazione ampiamente aggiornata ...

Torino Fashion Week. La grande moda a Torino

(ASI)  TORINO - Dal 6 al 14 luglio si svolgerà a Torino l'annuale edizione della “Torino Fashion Week”, manifestazione tra le più importanti della moda a livello globale. L'evento si articolerà ...

Bianchi: "Istruzione fondamentale per una società aperta e uno sviluppo sostenibile"

Il Ministro al Transforming Education Pre-Summit dell'Unesco Italia scelta come leader sui temi dell'inclusione

Sanità. Rauti (FdI): nuovo contratto penalizza ostetriche. Ministro Orlando e Speranza intervengano per eliminare disparità di trattamento con altre categorie

(ASI) "I ministri Orlando e Speranza intervengano per riconoscere il lavoro svolto in questi anni, soprattutto nel corso della pandemia, dalle ostetriche che, alla luce del nuovo contratto di lavoro, ...

Automotive, Nappi (Lega): la Regione smetta di nascondersi, subito un tavolo per scongiurare migliaia di licenziamenti

(ASI)  "Indire subito un tavolo regionale sull'automotive. In Campania, lo stop imposto dall'Ue alla vendita, entro il 2035, di auto a benzina e diesel, rischia di provocare la perdita di 4.000 ...

Dati Istat. Paolo Capone, Leader UGL: "Necessarie politiche attive per rilanciare l'occupazione"

(ASI) "Preoccupano i dati emersi dall'ultimo report dell'Istat che nel mese di maggio rileva un calo dell'occupazione pari al -0,2%, ovvero 49mila posti di lavoro in meno. Allarma, in particolare, ...

Scritte contro sede Uil Bologna, Uiltrasporti: atto vile non fermerà nostro lavoro a difesa lavoratori

(ASI)  Roma,  - "Un vile attacco contro i più profondi valori di democrazia che da sempre fanno parte della nostra organizzazione. Non ci faremo intimidire da un simile ...

Codici: esposto in Procura sui maltrattamenti nella casa di riposo di Reggio Calabria

(UNWEB)  Fare piena luce e giustizia. È la richiesta che arriva da Codici in merito alla casa di riposo abusiva scoperta dai Carabinieri del Nas a Reggio Calabria. Una storia ...

Cina. Giugno consolida la ripresa, gli indici PMI tornano in territorio espansivo

(ASI) Se maggio aveva fornito indicazioni importanti, evidenziando una forte ripresa rispetto ad un primo quadrimestre segnato dalla recrudescenza di focolai Omicron in numerose città del Paese e dalle conseguenti ...