Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

 
“C’è sicuramente qualcosa che non è andato bene e guai a non ammetterlo.
Il problema è che Truzzu ha preso meno voti anche delle liste, e questo vuol dire che non siamo stati capaci di scegliere il candidato da mettere in lista. Qualcosa dobbiamo pur perdere, allora impariamo dalla lezione sarda: impariamo che i candidati si scelgono nella condivisione e non guardando al dato ultimo elettorale che consegna a Fratelli d’Italia, a Forza Italia, alla Lega la leadership in quel territorio”. Così ai microfoni di Radio Cusano Campus, nel corso della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ condotta dal Direttore Gianluca Fabi e da Roberta Feliziani, il vicepresidente della Camera Giorgio Mulè. 
“Guardiamo al tempo delle elezioni, quindi, evitando di arrivare troppo a ridosso -ha aggiunto-  perché poi non c’è tempo di fare campagna elettorale, non c’è tempo di far conoscere bene il candidato. È una lezione che avremmo già dovuto imparare dopo alcune comunali, cito fra tutte Roma, e che dobbiamo imparare anche a livello regionale: bisogna riflettere su come si è arrivati a perdere e su quello ripartire”. Affinchè arrivi un segnale in questo senso, secondo Giorgio Mulè “bisogna sciogliere subito il nodo Basilicata, comunichiamo cioè il candidato 2 mesi prima e non 1 mese prima delle elezioni, andiamoci convinti, e convinti su quel preciso candidato”. Ci sarà forse stato un eccesso di prepotenza politica in questa ultima tornata elettorale? “riguardo noi di Forza Italia quando ricopriamo ruoli istituzionali facciamo agire prima il buonsenso e solo poi l’appartenenza politica, la bandiera, perché se sei chiamato a fare certe cose lo fai con spirito di servizio verso il paese. So sicuramente che l’idea di Forza Italia viene considerata minore col fatto che è passata da percentuali che erano del 20% a quelle di ora che sono del 7%. Ma nei fatti non è così, perché le politiche di governo sono state arginate in alcuni casi e indirizzate in altri grazie all’impegno proprio di Forza Italia”. E ha proseguito “sull’azione di governo mi faccia dire che se io non mi ritrovassi o comunque avessi delle lacerazioni interne profonde, per onestà intellettuale lo avrei detto; io mi ritrovo nell’azione del governo e la rivendico anche guardando all’ultima legge di stabilità, alle scelte che sono state fatte, al cuneo fiscale, al coraggioso taglio di 14miliardi di tasse sui lavoratori. Certo, come tutti, vorrei che si facesse di più, ho le mie idee sulle pensioni, sul lavoro, ma aver comunque superato il reddito di cittadinanza e andare verso una riforma vera della giustizia sono cose che abbiamo detto che avremmo fatto e che stiamo facendo. Mi piace pensare che questo governo marci compatto seguendo il programma elettorale, e non vedo su questo né pericoli né ritorsioni a livello centrale sul governo perché i temi che riguardano il governo, in tutti i settori, ritrovano il centrodestra unito. Si discute? Certamente. Si hanno posizioni diverse? Guai se non fosse così. L’importante è che poi alla fine si arrivi a una sintesi che rispecchi il programma che abbiamo sottoposto agli elettori e, finora, io mi sento di dire che è stato così”.
Inoltre, sulla riforma della giustizia e sulla cancellazione del super concorso di 700 nuovi magistrati presi dagli avvocati con 10 anni di esperienza professionale, il vicepresidente della Camera ha dichiarato
“sui magistrati io so però che ci sono 3 concorsi che stanno marciando insieme per l’immissione in un ruolo di oltre 1.500 magistrati. Sono peraltro concorsi lunghissimi e sui quali questo governo finalmente sta intervenendo. E aggiungo anche che il numero di cancellieri e di addetti alla segreteria è aumentato al punto tale che il tempo delle cause penali e il tempo delle cause civili è diminuito anno su anno, 26 su 22 nell’ordine di oltre il 20%: direi che questa è la migliore risposta rispetto all’efficienza che questo governo sta garantendo in materia di giustizia”. Infine, sullo stato dell’attuale coalizione ha detto “la Sardegna non deve diventare motivo per avviare ritorsioni o attivare chissà quali meccanismi. C’è un appuntamento immediato che è la scelta del candidato in Basilicata; dimostriamo su quello di avere imparato la lezione sarda e di andare avanti facendo tesoro di ciò che è stato sbagliato, così evitiamo anche di perdere un’ altra regione. Nel frattempo abbiamo Umbria, Basilicata, Piemonte, Veneto. Tante le battaglie da fare e le facciamo tenendo conto di ciò che non è andato bene, senza sbattere i pungi, ma ragionando”, ha concluso Mulè.
 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...

Digitale. Convegno al Senato sulla intelligenza artificiale in vista del provvedimento annunciato dal sottosegretario Butti in arrivo in Parlamento

(ASI) Si è svolta, presso la Sala "Caduti di Nassirya" del Senato della Repubblica, la conferenza dal titolo, "IA: Innovazione ed Etica nel Cuore della Rivoluzione Digitale", promossa dalla Senatrice Cinzia ...

Bonus studenti 2024: tutti gli aiuti previsti

(ASI) Nel 2024 sono dodici i bonus studenti attivi, dedicati a coloro che studiano. Sono le famiglie, degli studenti minori a dover fare richiesta, altrimenti, se gli studenti sono maggiorenni, possono ...

Festival del giornalismo, per Forza Nuova è il festival del pensiero unico

(ASI)"Forza Nuova e Lotta Studentesca di Perugia ha voluto salutare il Festival del Giornalismo di Perugia con un’azione politica in centro storico, nell’ultimo giorno della sua edizione.

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "La grande finanza di Soros che depredò l’Italia, finanzia politici che si accaniscono contro di me” 

(ASI) "La verità viene sempre a galla. In molte occasioni la deputata del Partito Democratico Rachele Scarpa si è accanita contro di me, con ipocrite strumentalizzazioni e petizioni di scarso ...

Tanti hanno costruito il loro futuro sul martirio: forse c'è speranza anche per i palestinesi

(ASI) La storia è disseminata di episodi che fanno riferimento diretto o indiretto al martirio, cioè alle persecuzioni subite da singole persone o da interi popoli, a causa di poteri religiosi ...

Il pellegrinaggio di una volta dal canonico e il listino prezzi di oggi: l’involuzione della caccia al voto di molti politici

(ASI) Colpito dalle notizie di indagini dei Pm di mezza Italia per il voto di scambio, mi tornano in mente le modalità dei politici nei tempi andati, che sono ...

Crediti d’imposta, Cataldi (commercialisti): “Strumento da migliorare, non eliminare”

(ASI) “La sospensione del credito di imposta per i beni strumentali nuovi 4.0 e quello per le attività di R&S, emersa dapprima con la pubblicazione del decreto “blocca agevolazioni” ...

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Energia, Federconsumatori: altro che mercato libero, si va verso il mercato del libero abuso. Nel settore del gas aumentano prezzi e speculazioni. Nuovo primato raggiunto: +6.862 euro annui.

(ASI) "L’Antitrust ha definito ieri come un vero e proprio tsunami quello che sta avvenendo nell’ambito dell’energia, a danno degli utenti. Un uragano fatto di scorrettezze, abusi, ...