Nel crollo di affluenza alle urne (solo il 63,91%) l’abbraccio, disperato, a Giorgia Meloni, sperando che faccia bene

(ASI) Sembra incredibile, seppure ampiamente previsto e ipotizzato, quello che è successo: Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha vinto le elezioni con largo margine, rispetto agli alleati (Lega e Forza Italia) e agli avversari. Come sia stato possibile?

La risposta è più semplice di quanto possa sembrare. Se in una squadra c’è chi (Meloni) fa di tutto per fare gol, mentre l’avversario (Letta) fa di tutto per fare autogol, il risultato non può che essere segnato, già prima di cominciare. E così è stato. Intanto c’è da rilevare, prima del “miracolo” di Giorgia, che il primo partito è quello di chi rinuncia di andare alle urne. L’affluenza è stata solo del 63,91%, un 9 % in meno rispetto alle precedenti politiche, con alcune zone del Paese in cui la partecipazione non ha raggiunto nemmeno il 40%, vuol dire che 4 milioni e mezzo di cittadini hanno deciso di disertare le urne.

Un allarme che non rileva nessuno. Una gravità inaudita, un vulnus della democrazia. Dunque, come avevano ampiamente previsto i sondaggisti, gli elettori hanno puntato, sulla roulette politica italiana, su Giorgia Meloni. “Oggi abbiamo scritto la storia” ha postato subito la Meloni. La storia credo, invece, che sia ancora tutta da scrivere, e sarà scritta solo se la nuova maggioranza sarà in grado di affrontare, e risolvere, gli impegni che sono sul tavolo, enormi, spaventosi: dall’inflazione alla guerra, dalle bollette insostenibili, di luce e gas, agli emigranti, ai debiti, ai rapporti con l’Europa ed il mondo.

Ma perché Giorgia Meloni, dopo tanti, precedenti insuccessi elettorali, da un misero 1,96% del 2013, al 4,3% del 2018, ha stravinto, domenica scorsa, con il 26 %? Come abbiamo più volte scritto in queste ultime settimane, gli italiani, dopo tante delusioni, erano alla disperata ricerca di qualcuno, di qualche partito, in qualche modo affidabile, con un minimo di coerenza e credibilità. Giorgia Meloni, con il suo FdI, seppure tra alti e bassi, è stata in questi ultimi mesi, capace di essere tutto questo. Facendo l’opposizione all’ ammucchiata del governo di Mario Draghi ha mostrato di avere un suo rigore, a volte certamente discutibile, ma lineare, portato avanti con convinzione e, spesso, con buon senso e responsabilità. Che è sembrato, evidentemente, già tanto in un mercato di cariatidi assai poco credibili. Insomma, gli italiani hanno scelto la meno peggio. Sperando che faccia bene.    

Fortunato Vinci - www.lidealiberale.com - Agenzia Stampa Italia

Tags
 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Torna alla Camera di Commercio di Napoli  il Premio OroItaly VI edizione

(ASI) Napoli. Torna il Premio OroItaly, giunto quest'anno alla VI edizione. IL prestigioso riconoscimento è assegnato dall'omonima Associazione di Orafi, alle eccellenze del territorio e non solo che si sono distinte ...

Torna alla Camera di Commercio di Napoli - il Premio OroItaly 2022 VI edizione.

Torna alla Camera di Commercio di Napoli -il Premio OroItaly 2022 VI edizione.  

Vaticano, Papa Francesco: viaggio in Africa nel 2023

(ASI) Papa Francesco ha annunciato che si recherà in Africa all'inizio del 2023.  I Paesi in cui farà tappa saranno la Repubblica Democratica del Congo e il Sud Sudan dal 31 ...

Femca Cisl su salvataggio Lukoil: “Il decreto del Consiglio dei Ministri è un risultato importante che accoglie una delle nostre proposte. Ora si apra confronto a livello regionale e nazionale sul futuro dell’industria in Sicilia”

(ASI) Palermo - “Siamo soddisfatti per il salvataggio di Lukoil, deliberato ieri con decreto dal Consiglio dei Ministri. È un importante risultato non solo per lo stabilimento di Priolo ma per ...

Responsabilità Sociale: la LND aderisce alla Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità

(ASI) Domani 3 dicembre si celebra la Giornata Internazionale delle persone con disabilità. Un' occasione importante per mettere al centro dell'attenzione il tema, non solo, della parità dei diritti ma anche ...

Veneziani:"Viviamo nell'epoca degli scontenti, dopo quella dei rivoluzionari e dei ribelli""

(ASI) Chieti - Marcello Veneziani ospite a Chieti del Sen. Fabrizio Di Stefano, Presidente Fondazione Cantiere Abruzzo Italia, per la presentazione del suo ultimo libro "Scontenti" (Marsilio Nodi Editore) presso ...

Digitale: Boccia, politica debole su tasse e criptovalute. Intervenire su monopoli

(ASI) "Il digitale, nella società di oggi, non può più essere considerato un comparto della nostra economia, ma tutta l'economia ormai è digitale perché la società è digitale. Fin dall’inizio, i ...

Governo. Malan (FdI): in soli 40 giorni importanti provvedimenti per famiglie, imprese e tutela interesse nazionale

(ASI) "In quaranta giorni il governo Meloni ha fatto salire la Borsa e scendere lo spread. Ha rafforzato la fiducia nell’Italia a livello internazionale, ha approvato importanti provvedimenti a ...

Gas, Federconsumatori: a novembre +13,7%. La spesa nell’anno ammonta a 1.740 euro a famiglia. Necessari interventi urgenti del Governo.

(ASI) ARERA ha aggiornato oggi le tariffe del gas per i clienti sul mercato tutelato adottando il nuovo metodo di aggiornamento su base mensile introdotto a ottobre. La bolletta del ...

Giustizia, M5S: no a ulteriore modifica abuso d'ufficio, servono trasparenza e leggi chiare

(ASI) Roma - "Dall'incontro tra l'Anci e il ministro Nordio emerge una disponibilità del governo a rivedere le norme riguardanti l'abuso d'ufficio. Ricordiamo che questo reato è stato già meglio specificato ...