danilolorenzo(ASI) Roma - “Partendo dal presupposto che per noi non si debba applicare la Direttiva Servizi, perché andrà prima stabilita la scarsità delle risorse e perché rappresentiamo concessioni di beni e non di servizi, il Consiglio di Stato, nella sentenza odierna, ha sancito un principio per noi importante e che rappresenta uno dei tanti punti della nostra linea sindacale e della linea che intendiamo portare al tavolo con il Governo.
La sentenza pubblicata questa mattina afferma infatti l’inapplicabilità della Direttiva Bolkestein a tutte le concessioni che sono sorte anteriormente al termine in cui questa direttiva doveva essere recepita nello Stato e cioè il 28 dicembre del 2009. La Sezione VI del Consiglio di Stato fa proprio l'orientamento della Corte di Giustizia secondo cui il diritto comunitario non impone ad un'amministrazione aggiudicatrice di uno Stato membro di intervenire, su domanda di un singolo, in rapporti giuridici in essere, instaurati a tempo indeterminato o con durata pluriennale, qualora tali rapporti siano stati posti in essere prima della scadenza del termine di trasposizione della direttiva” - È quanto ha dichiarato l’avvocato Danilo Lorenzo, del sindacato la Base Balneare.
 
Tags

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2022 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.