m5s2(ASI) Roma  - "A un congresso su emergenza urgenza tenutosi nei giorni scorsi a Riva Del Garda, i portatori di interessi contrari alla riforma del 118 chiesta dal MoVimento 5 Stelle hanno sottoposto il disegno di legge n. 1715 a mia prima firma a un'indegna gogna pubblica cui non ho potuto ribattere poiché non ero stata invitata all'evento.

Dal palco, Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani emergenza area critica, ha addirittura detto che il mio ddl 'come dicono all'ombra del Vesuvio, adda muri'. Ad applaudire in platea c’erano gli iscritti ad una società di infermieri (che ritiene che un’ambulanza con un infermiere specializzato sarebbe uguale a quella con un medico) insieme ai signori delle cooperative che ricevono milioni di euro per gestire il soccorso e pagano i volontari pochi euro all’ora. Io però non mollo perché la parte sana del 118 è con me: dal presidente nazionale della Societa italiana sistema 118, all’ordine dei medici, ai giovani medici in formazione, ai volontari che aspettano di essere riconosciuti come autisti soccorritori, a Federconsumatori". Lo dichiara in una nota la senatrice Maria Domenica Castellone, membro della Commissione Sanità di Palazzo Madama.

Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2022 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.