×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Ministero della salute e polizia, intesa per maggiori controlli
(ASI) Maggiori e più qualificati controlli sui trasporti di animali vivi. Questo l’obiettivo di un apposito Protocollo d’Intesa siglato tra il Ministero della Salute e la Polizia di Stato. L’allargamento dell’Unione europea e l’incremento degli scambi commerciali con Paesi comunitari ed extracomunitari, ha fatto riscontrare un aumento del numero di imprese e di veicoli che esercitano l’attività di trasporto degli animali vivi sul territorio italiano. La Relazione annuale prodotta ai primi di settembre dallo stesso Ministero sui controlli effettuati in Italia sulla Protezione degli animali durante il trasporto e riferita ai dati all’anno 2010, aveva evidenziato un generale incremento delle infrazioni rilevate, confermando la difficoltà di ottemperare a quanto previsto dalla normativa vigente di fronte ad una generale tendenza a porre minor attenzione alle condizioni di viaggio degli animali da parte dei trasportatori.

Le infrazioni rilevate come più frequenti tra quelle classificabili a carico del benessere animale sono state l'eccessiva densità di carico e il non rispetto dei tempi di sosta e questo dato del 2010 conferma quello degli anni precedenti. Il mancato funzionamento dei dispositivi d'abbeveraggio ha presentato, sul totale delle infrazioni accertate, un‘incidenza particolarmente elevata nei trasporti di suini e di ovini.

Per quanto riguarda le irregolarità a carico dell'automezzo, le più diffuse sono state quelle riguardanti l'assenza di dispositivi obbligatoriamente previsti dalla normativa più vecchia sui mezzi autorizzati ai lunghi viaggi, come divisori, lettiera, impianti di abbeveraggio e di illuminazione. Minore, invece, l’incidenza delle infrazioni per l’assenza dei dispositivi la cui installazione è stata prevista dalla normativa più recente (Regolamento n.1/2005) come i misuratori di temperatura e i rilevatori di posizionamento satellitare.

L'analisi delle principali irregolarità riscontrate nel 2010 aveva dunque indotto la Direzione Generale Sanità Animale dl Ministero della Salute a valutare la necessità di meglio curare, accanto al miglioramento del coordinamento e all’implementazione dei controlli, anche la formazione dei soggetti deputati al controllo e l'informazione e l'educazione di tutti gli operatori della filiera del trasporto di animali vivi.

Da qui il Protocollo d’Intesa firmato con la Polizia di Stato, che mira a programmare e potenziare sul territorio nazionale l'attività di controllo su strada dei vettori commerciali dediti al trasporto di animali. L’accordo prevede che verranno predisposti servizi congiunti, sia sulle direttrici della rete stradale nazionale sulle quali si realizzano i maggiori volumi di traffico di animali vivi; sia su quelle direttrici su cui è più alta la probabilità di riscontrare irregolarità nel trasporto di animali. Ciò anche per uniformare sul territorio nazionale, sotto il profilo quantitativo e qualitativo, l'attività di controllo su strada degli automezzi che effettuano tali trasporti.

L’obiettivo dichiarato dell’intesa è quello di “garantire la legittimità delle operazioni di trasporto internazionale, la correttezza dei rapporti di libera concorrenza e la vigilanza sul fenomeno dell’abusivismo nel trasporto di animali vivi per la tutela del benessere e della salute degli animali”.

L’accordo siglato permetterà agli organi accertatori di avvalersi di apposite strutture, individuate dalle Regioni o dai Servizi Veterinari della ASL territorialmente competente, per il ricovero temporaneo degli animali, qualora si renda necessario il loro scarico per ragioni sanitarie, di tutela del loro benessere o per l’attuazione del fermo amministrativo del mezzo di trasporto.

E’ stato anche concordato un programma di formazione specifico per il personale dedicato  ai controlli sul trasporto di animali vivi, affinché sia garantita la migliore professionalità del loro lavoro.

Sull’iniziativa è da registrare la presa di posizione dell’Ente Nazionale Protezione Animali. “Su bovini, ovini, suini,avicoli, equini e conigli che ogni giorno  attraversano il continente europeo pende una doppia condanna. Ad aspettarli, infatti, non c’è soltanto il  mattatoio. C’è anche un viaggio estenuante nei rimorchi dei camion,  dove vengono ammassati per molte ore e per centinaia di chilometri.  Sono previste, è vero, delle pause ma si tratta di semplici palliativi 
che non eliminano la sofferenza ed il maltrattamento che essi sono costretti a sopportare”.

Dunque, pur esprimendo apprezzamento per il Protocollo d’Intesa, che attesta la volontà la volontà di combattere più severamente la violazione diffusa delle  norme che disciplinano il trasporto di animali vivi, l’ENPA rilancia, sostenendo che “l’unico modo per  evitare ulteriori, inutili sofferenze agli animali è quello di  metterne al bando i trasporti internazionali”.

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Nord Corea, missile sul Giappone: cittadini nei rifugi

(ASI) Sale la tensione in Asia.  La  Corea del Nord ha lanciato, questa notte, un nuovo missile. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di un Irbm ...

Ucraina, Russia: “Basta armi, o rischio guerra diretta contro la Nato”

(ASI) I dispositivi bellici, che gli Stati Uniti forniscono all’esercito di Kiev che combatte contro le truppe del Cremlino, stanno aumentando il rischio di un possibile “scontro militare diretto”&...

Governo, verso un ritorno del Ministero del Commercio Estero. L’imprenditore Lorenzo Zurino in pole position tra i papabili ministri

(ASI) Nel totoministri che impazza in queste ore o, meglio ancora, sul tavolo dei ragionamenti di natura politica e strategica relativi al prossimo assetto che la premier in pectore Giorgia ...

PD: Boccia, Letta chiamato da Parigi dopo caduta Governo giallorosso e crollo Dem. Merita massimo rispetto

(ASI) “Il Segretario Enrico Letta è stato chiamato da Parigi dopo la caduta del governo giallorosso e con il Partito democratico che era drammaticamente crollato al 15%.

Nappi (Lega): sicurezza al centro dell’azione politica a tutti i livelli

(ASI) “La 72enne vittima prima di rapina e poi ricoverata in ospedale perché caduta battendo la testa sul selciato dissestato, conferma la drammaticità della situazione napoletana e campana anche sul ...

Veneto, Elisa Venturini: su trasporto pubblico intervenga la Regione

(ASI) "La situazione di grande difficoltà nel trasporto pubblico locale non può essere una sorpresa perché da tanto tempo si stanno susseguendo problemi di varia natura che finiscono per ripercuotersi ...

DL Aiuti-Ter, Pallavicini (Confcommercio Salute): “Un tavolo con Stato e Regioni sul tema risorse e per un’analisi organica del socio sanitario

(ASI) Roma - “L’apertura del Governo alle strutture sanitarie del privato accreditato tramite il riconoscimento alle stesse, con il Decreto Aiuti-ter, del diritto ad accedere alle risorse destinate ...

M5S Europa: in 13 anni abbiamo rivoluzionato la politica italiana 

(ASI) “Il 4 ottobre 2009 dall’intuizione rivoluzionaria di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio nasceva il Movimento 5 Stelle. In questi tredici anni abbiamo dimostrato che in Italia è possibile fare politica mettendo ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "Dal 2023 il 30% di Energia Idroelettrica in meno se non si ferma la legge sul deflusso ecologico voluta dall'Europa, facendo aumentare la dipendenza dell'Italia. Il nuovo Governo intervenga con urgenza".

(ASI) In un momento tragico sul fronte dei costi dell'energia, la principale fonte rinnovabile,  l'energia idroelettrica, rischia il prossimo anno di avere un calo di produzione di circa il 30 ...

Festa di San Francesco. Omelia del Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI

(ASI) Assisi - La Parola di Dio parla sempre a noi e di noi. Parla oggi e ci aiuta a capire i segni dei tempi e questi ci aiutano ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113