cunial2(ASI) Roma - Abbiamo intervistato l'On. Sara Cunial, deputata ex Movimento Cinque Stelle, ora nel Gruppo Misto che con le sue denunce in Parlamento, ha posto pesanti dubbi nell'opinione pubblica sui pericoli che starebbero correndo la Democrazia, la libertà e la vita dei cittadini in Italia.
 
L'On. Sara Cunial risponde anche a chi bolla le sue dichiarazioni come "Fake News" e ci parla brevemente di cosa è R2020.
 
- Quali sarebbero secondo lei i rischi che corre oggi la Democrazia in Italia?
 
"Unica emergenza è democratica. Viviamo da mesi in un regime emergenziale fuori da qualsiasi principio di legalità e della Costituzione, intesa soprattutto come limite al potere. L’Italia è una Repubblica parlamentare, ma in tutto questo tempo le camere sono state esautorate dal proprio ruolo. In nome di una pandemia che non regge né sotto il profilo epidemiologico né sanitario, le nostre vite sono state violate e la dignità di milioni di Italiani calpestata. Tramite interrogazione ho chiesto al Governo quali iniziative intenda adottare per salvaguardare una piena normalità costituzionale attraverso il rispetto assoluto delle sue forme, considerato che nel diritto la forma è sostanza e se intendesse agire per far fronte ai rischi di derive autoritarie derivanti da un uso estensivo di strumenti di natura tecnologica invasivi e incontrollabili. Ovviamente non ho avuto risposta".
 
- Come risponde a chi bolla le sue dichiarazioni come "Fake News" complottiste?
 
"Di verificarle. Ogni parola, ogni dato, ogni mia affermazione è supportata da fonti, tant’è che le interrogazioni depositate hanno superato il vaglio del sindacato ispettivo e sono tutte pubblicate sul sito della Camera. Gli articoli in cui si analizza la mia dichiarazione di voto pubblicati da noti "debunker" si guardano bene dall’approfondire i conflitti d’interessi e le gravi collusioni denunciate nel mio discorso, in un estenuante e ormai risibile tentativo di difendere un sistema di poteri che ormai dimostra giorno dopo giorno la sua pochezza e il suo fallimento".
 
 
-  Cosa dovrebbe fare secondo lei, allo stato attuale, il Popolo Italiano per difendere i suoi diritti e il suo futuro? 
 
"La rivoluzione oggi deve essere individuale. Non possiamo più permetterci di delegare o di aspettare risposte calate dall’alto. A ciascuno spetta l’arduo compito di portare il cambiamento nella propria vita, di non accettare quello che reputa ingiusto o dannoso e di camminare sulla strada della coerenza con il proprio essere. A ciascuno spetta l’arduo compito di portare il cambiamento nella propria vita, di non accettare quello che reputa ingiusto o dannoso e di camminare sulla strada della coerenza con il proprio essere, in sinergia e simbiosi con gli altri appartenenti la propria comunità".
 
- Cosa è R2020? 
 
"R2020 non è che un invito, a sedersi insieme e parlare. Confrontarci, ascoltarci, inventarci e, qualora vi fossero i presupposti, unirci per agire insieme. Ognuno con le proprie peculiarità. Ciascuno con la propria identità. Non sarà un partito politico. Sarà un punto di incontro per portare avanti obiettivi comuni, condividere buone pratiche, azioni rivoluzionarie, collettive e personali. Associazioni, comitati, gruppi di cittadini, amministratori locali, politici… Tutti coloro che già stanno lavorando per il Bene Comune, per il Diritto alla Vita, per la difesa della nostra Costituzione. Contro le grandi opere inutili, le colate di cemento, la devastazione ambientale, l’abbattimento selvaggio dei nostri alberi, per una terra libera dai veleni, un’agricoltura senza pesticidi, un’economia reale, virtuosa, non basata su speculazioni e frodi. Per una moneta che sia davvero Bene Comune. Un’educazione che valorizzi la scoperta di sé e del mondo. Per una scienza che non sia dogma, una ricerca indipendente e una medicina che sia in primis prevenzione. Per la sanità pubblica. Per la libera scelta e l’autodeterminazione degli individui. Per uno Stato che guardi al Ben-Essere, delle persone e del Pianeta. L’appuntamento è il 30 giugno 2020, il luogo e l’orario verranno comunicati a breve sul sito. Chiunque voglia essere informato può farlo lasciando la sua mail al sito www.r2020.it.".
 
Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia
 
 
N.B.: la foto ci è stata concessa dalla segreteria dell'On. Sara Cunial per l'intervista. 
 
 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.