Roma, 30 ott. - "Prima ancora che inizi l'iter parlamentare la legge di bilancio ha già un buco di 400 milioni da coprire. L'ISTAT, in audizione in commissione Bilancio alla Camera, ha spiegato che, basandosi sugli anni precedenti, la quasi totalità delle spese per le missioni militari all'estero sono spesa corrente e quindi devono essere imputate all'anno 2019. Dato che la ministra Trenta a quanto pare ha speso 1.400 milioni invece del miliardo preventivato ecco che la parte eccedente deve essere imputata contabilmente all'anno 2019 e quindi coperto nell'attuale legge di bilancio. Dato che non pensiamo che il governo espressione di un partito che ha sempre condannato i falsi in bilancio non voglia farne uno di dimensioni record, questi 400 milioni spesi per i nostri soldati devono comparire senza indugio in manovra".
 
Lo dichiarano i deputati della Lega Giuseppe Bellachioma, Vannia Gava e Vanessa Cattoi.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.