hamas(ASI) Una nuova grave situazione tanto umanitaria quanto geopolitica, come quella avvenuta a maggio, è possibile già a partire dalle prossime 24 - 48 ore in un’ area che non ha mai trovato una  pace autentica.

La famosa marcia delle bandiere, manifestazione nazionalista israeliana organizzata da  migliaia di coloni, religiosi nazionalisti e giovani di estrema destra per celebrare l’ occupazione di Gerusalemme est avvenuta nel 1967,  rischia di "riaccendere la regione".

E’ stata la durissima minaccia che è stata lanciata oggi da Hamas.

L’ iniziativa di domani, rinviata in precedenza, “ è come un esplosivo che innescherà una nuova campagna per proteggere Gerusalemme e la moschea di Al-Aqsa", ha sottolineato in una nota il portavoce dell’ organizzazione che governa la Striscia di Gaza, Abd al-Latif Qanou, invitando i palestinesi ad "affrontare i coloni israeliani". Il rischio di una ulteriore escalation, già a partire dalle prossime ore, dunque è molto elevato. C’è la possibilità del lancio di ulteriori vettori dall’ enclave verso il territorio del “nemico sionista” e la risposta con raid aerei, del diretto interessato, nalle zone di provenienza. Entrambe le parti hanno già posto in massima allerta i loro uomini e mezzi. Tutti auspicano che la diplomazia riesca a frenare i tamburi che non preannunciano niente di buono.

L’ Onu, il Qatar e l’ Egitto erano riusciti, nella battaglia durata il mese scorso 11 giorni, a riportare la calma tramite il cessate il fuoco. Speriamo che esso non venga rotto e che non ci sia una guerra allargata,magari sotto la spinta delle grandi potenze come gli Stati Uniti e la Russia, all’ intera regione mediorientale. Sarebbe il primo banco di prova del nuovo governo israeliano che ha preso il posto di quello che era guidato da Benjamin Netanyahu.

Marco Paganelli – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.