L'ombra dei brogli elettorali sulle elezioni presidenziali austriache e il fantasma di Haider

(ASI) L'ombra dei brogli elettorali sulle elezioni presidenziali austriache.  Per la serie quando i conti non tornano a causa di  errori, ommissioni e chissà cosa altro. Alcuni esempi.

 

 A Linz risultano aver votato il 598 % degli aventi diritto, anche se la città – la terza dell'Austria – conta solo 19.000 anime!

Stessa musica a Weidhofen an der Ybbs (Bassa Austria):146 % di votanti (più di 15.000 persone) su una popolazione pari a 11.662 abitanti.

Il sindaco del comune di Unterabnitz-Schwendgraben, dove la popolazione non supera i 634 abitanti, ha confessato di aver aggiunto 12 schede elettorali false.

Il responsabile del Dipartimento elettorale ha dichiarato di aver calcolato 700.000 voti validi espressi per posta, mentre ne risultano ben 766.000.

C'erano tutte le premesse per richiedere a gran voce e ottenere il riconteggio delle schede, ma questo Norbert Hofer non l'ha fatto. Anzi, seppure addolorato, non ha esitato a riconoscere la vittoria dell'avversario, l'ecologista, in odore di massoneria, Van der Bellen.

In molti si sono stupiti e non smettono di interrogarsi sui reali motivi che hanno indotto il candidato del FPOE, che solo qualche ora prima era dato per vincente, ad un atteggiamento tanto remissivo e rinunciatario.

Forse Hofer ha compreso la pericolosità del gioco ingaggiato con tecnocrati incappucciati, ai quali finora i popoli europei hanno obbedito “perinde ac cadavera”,  e che per il proprio benessere fisico e per la propria longevità, era bene non spingersi troppo oltre nella sfida a certi poteri. La sorte del predecessore,defunto l'11 ottobre 2008 in circostanze sospettissime e mai chiarite, Jörg Haider, probabilmente ha insegnato qualcosa anche a Norbert Hofer. Perché, in caso di vittoria, non è detto che quallcuno non avesse in serbo anche per lui la “cura-Haider”.

 Marco Rossi - Roma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dati del Ministero degli Interni austriaco: 146,9 per cento la partecipazione al voto di ballottaggio a Waidhofen-Ybbs.

Un altro errore nel Ministero dell'Interno: dopo il ballottaggio sulla home page della Hofburg è stato pubblicato un falso risultato elettorale per la città basso-austriaca di Waidhofen sul Ybbs. La tabella mostra un affluenza di 146,9 per cento (!). La miracolosa "moltiplicazione di elettori” dovrebbe nuovamente alimentare le voci su elezioni truccate. Come il capo del Dipartimento Elezione degli Interni, Robert Stein, il Lunedi notte nel "ZiB 2" ha dichiarato che il risultato è corretto. Ciò infatti non comporta una sostanziale modifica nel risultato complessivo, ha detto Stein. Egli ha sottolineato che si è trattato di un semplice "errore di input" senza effetti sul risultato. L'errore dovrebbe essere "congelato" fino alla prossima settimana e così restare nei registri. In una riunione dell'autorità elettorale la prossima settimana sarà corretto in modo adeguato. Non vi è "alcuna prova che vi sia un altro grosso errore."

Già Domenica, quando il conteggio dei voti era ancora in corso, circolavano voci di possibili manipolazioni. Così il capo dello FPÖ, Heinz-Christian Strache, aveva accusato l'ORF [principale canale televisivo austriaco - n.d.t.] di fornire risultati distorti. La sua tesi: i dati del Ministero degli Interni “mostrano un quadro completamente diverso."

Ad aumentare l'eccitazione domenicale dei social network ha contribuito una pagina del ministero degli interni, dove era visibile il presunto risultato finale delle elezioni presidenziali, con inclusi i voti per posta (!) - Un errore, perché questi non erano stati ancora conteggiati.

Quanto ai dati pubblicati, [per il Ministero dell'Interno - n.d.t.] si è trattato piuttosto dei cosiddetti dati fittizi, che sono impiegati solo per provare la visualizzazione on-line. Questi dati, che si è trascurato di cancellare, poi sono stati rilasciati in modo accidentale. "Il Ministero dell'Interno si scusa per questo errore", è stato detto Domenica notte.

Già l'insolitamente alto numero di schede elettorali richieste per le elezioni presidenziali aveva iniziato ad allarmare il FPÖ. Il segretario Herbert Kickl sabato aveva ammonito che a suo avviso "il voto per corrispondenza mostra ripetutamente incongruenze".

Quasi il 70 per cento degli utenti di krone.at alla domanda, se le voci su brogli elettorali siano esagerate, ha risposto con un no.

Fonte: Kronen Zeitung, 24.05.2016

http://archive.is/JSDRD

http://www.krone.at/Oesterreich/146.9_Prozent_Wahlbeteiligung_in_WaidhofenYbbs-Ministeriumspanne-Story-511598

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

==============================================

* Nota, ASI precisa: la pubblicazione di un articolo nelle lettere in redazione  non ne significa necessariamente la condivisione dei contenuti. Essi - è bene ribadirlo -  rappresentano pareri, interprestazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Per quanto riguarda questo articolo, la responsabilità è di chi  ci ha fornito il contenuto.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Al Mef avviato tavolo tecnico su fisco e vigilanza calcio

(ASI) Al Ministero dell’economia e delle finanze si è tenuta oggi una riunione nel corso della quale il viceministro Maurizio Leo e il ministro per lo sport e i giovani ...

Regionali Lazio, Grassi (Tea Energia): con Rocca la vera svolta per il Lazio. D'Amato diffonde dati non reali

(ASI)“I dati che  sta diffondendo D’Amato circa i risultati raggiunti da questa giunta in questi anni non corrispondono alla realtà”, così in un’intervista a Radio Radicale ...

Disney e il monopolio del mercato cinematografico.

(ASI) Il colosso americano Disney sta creando un monopolio nel settore dell'intrattenimento e il bilancio recentemente diffuso testimonia la continua e costante crescita dell'impresa.

CulturaIdentità Genova: "Grave atto vandalico contro il Ricordo dei Martiri delle foibe e gli Esuli"

(ASI) Genova  – L’atto vandalico è avvenuto ieri nei giardini Cavagnaro a Genova-Staglieno, dove si erge la stele che ricorda i Martiri delle Foibe e gli Esuli di Istria e ...

Decreto "milleproroghe", Dehors liberi fino al 31 dicembre 2023. La soddisfazione di FAPI CESAC

(ASI) "Una buona notizia per gli imprenditori della ristorazione. Accogliamo con grande soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2023 dei dehors liberi proposta dal Governo. Si tratta di una decisione di buon ...

Giorno del Ricordo, Ambrogio-Ravello-Viscione (FDI): “Inaccettabile che Eric Gobetti presenti libro revisionista al Comune di Grugliasco”

(ASI) “Abbiamo appreso con indignazione l’organizzazione di un convegno sul libro revisionista “E allora le Foibe” pubblicato da Eric Gobetti, personaggio fazioso e denigrante dell’eccidio dei nostri connazionali”.

Sanità, Csa-Cisal incontra l’assessore regionale Volo: “Stabilizzare i precari, non si disperdano competenze e professionalità”

(ASI) Palermo – “La sanità siciliana ha bisogno di investimenti e risorse umane e non può permettersi di disperdere le professionalità e le competenze di chi, durante l’emergenza Covid, ha ...

CIPESS, Morelli: approvato progetto definitivo Pedemontana, risultato storico

(ASI) Roma - “Il Cipess ha approvato il progetto definitivo della Pedemontana piemontese con gli aumenti dei costi legati al caro energia per il limite di spesa pari a 385 milioni”.&...

Vino, Malaguti (FDI): da Irlanda dichiarazione di guerra commerciale ai prodotti italiani

(ASI) “Dall’Irlanda arriva una chiara dichiarazione di guerra commerciale al vino italiano dopo il via libera all'etichetta con gli alert sanitari per gli alcolici. Siamo in presenza di una ...

Liliana Segre cittadina onoraria di Somma Vesuviana

(ASI)  Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano): "E' praticamente terminato l'iter per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, testimone ...