Mozart e i giovani talenti della Polledro. Giovedì 23 marzo al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino

Polledro leggera(ASI) Torino. Il motto dell’Orchestra da Camera “Giovanni Battista Polledro” play the youth si attua nel suo autentico significato con il concerto di giovedì 23 marzo presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. L’appuntamento serale, il cui programma propone tre preziose composizioni mozartiane, avrà inizio alle 21 con un momento in cui troveranno piena sintesi la volontà costante di promuovere i giovani talenti e un richiamo mai scontato al mondo della musica classica.


Infatti, l’esecuzione del primo brano, il “Concerto n.4 per violino in re maggiore K.218”, vedrà in veste di solista Tommaso Belli, giovane violinista di talento, da diverse stagioni primo violino dell’Orchestra. Quarto di una serie di cinque concerti per il suddetto strumento, stesi nel 1775, durante una permanenza salisburghese di Wolfang Amadeus Mozart (1756 – 1791), in essi riecheggia la scuola italiana. Sembra che l’ispirazione del Maestro si sia accesa nell’ascolto di un concerto, composto anni prima da Luigi Boccherini (1743 – 1805) nella stessa tonalità. L’estro tipico di Mozart è intervenuto innestando nuovi motivi musicali nell’intuizione boccheriniana. “Un concerto caratterizzato da pulizia e delicatezza, diverso rispetto alle atmosfere romantiche. Ma non per questo più semplice, anzi: in una linea così pura come quella mozartiana il minimo errore è decisivo e si percepisce – commenta Belli – un brano altamente formativo, infatti con esso tutti i violinisti prima o poi vi si confrontano”.
Belli, classe ’89, di Canali, frazione di Reggio Emilia, discende da una famiglia di musicisti: il nonno era un organista autodidatta, mentre la madre è stata insegnante di pianoforte al Conservatorio. “Ho sempre sentito musica in casa – racconta – pertanto è stato naturale che mi venisse chiesto se volessi imparare a suonare uno strumento”. La scelta è poi ricaduta “in maniera quasi casuale” sul violino, “perché mia madre conosceva un’abile insegnante e mi ha proposto di provare qualche volta di suonare con lei”.
Da quel momento Belli non si separerà più dallo strumento a corde. I titoli di studi non mancano, arrivando a ottenere l’equivalente italiano della magistrale, con il pieno dei voti nel 2011, e frequentando in seguito a Stoccolma un corso post-graduate, il “Soloist diplome”, dopo averne superato le selezioni preliminari. Una sorta di masterclass continua, in cui il perfezionamento consiste nel fare pratica con le prime parti delle maggiori e più importanti orchestre svedesi e non solo, come ricorda il solista.
La seconda proposta della serata è la “Sinfonia n.34 in do maggiore K.338”, anch’essa terminata a Salisburgo nel 1780, in circa due mesi. Segna il passaggio alla maturità compositiva di Mozart, che l’anno successivo si trasferirà a Vienna, perché annoiato e scontento della realtà salisburghese ed esasperato dall’autorità dell'arcivescovo Hieronymus von Colloredo, alla cui corte prestava servizio. Sono 41 le sinfonie scritte da Mozart: la prima quando aveva otto anni, l'ultima quando ne aveva trentadue, nel 1788.
Concluderà l’esibizione la “Sinfonia n.36 in do maggiore K.425 “Linz”, in cui emerge con chiarezza il debito artistico di Mozart nei confronti di Joseph Haydn. Nel 1783 era di passaggio a Linz, in un viaggio verso Vienna da Salisburgo. Nella città era previsto un concerto con un programma già stilato, cui mancava soltanto un pezzo d’apertura, che venne richiesto a lui. Scrive al padre, infatti, Mozart in una lettera del 31 ottobre 1783: "martedì 4 novembre darò un concerto in teatro, ma, non avendo portato con me nessuna Sinfonia, ne sto componendo una a gran velocità, perché devo terminarla per questa data". Il brano venne stilato molto rapidamente: in una settimana.
“Il concerto del 23 marzo – commenta Federico Bisio, Direttore stabile e artistico della Polledro – è una summa di quel che è l’Orchestra: attenzione ai giovani, sia nell’organico orchestrale, infatti l’età media è di 28 anni; sia intesi come pubblico che intende coinvolgere e appassionare alla musica colta. Questo è, inoltre, un altro aspetto ben rappresentato dal concerto che ci apprestiamo a eseguire”.
Maggiori informazioni sul sito dell'Orchestra Polledro www.orchestrapolledro.eu, su Facebook alla pagina “Orchestra Polledro” e Twitter: @Polledro.

Ultimi articoli

Roma1 luglio, processo Aronica e altri. Avv. Trisciuoglio: ancora un'udienza in favore della verità della difesa degli imputati.

(ASI) "Altra udienza del processo a Luigi Aronica ed altri per i fatti del 9 ottobre, ovvero il presunto assalto alla CGIL. Altro passo in avanti nella sostanziale affermazione della verità.

La leggenda agiografica dell’Herimito di Foligno e il volto affascinante delle Isole Tremiti nei percorsi culturali d’Italia

“Sapere & Sapori” delle Isole Tremiti è una collana inedita di libri che escono come numeri monografici progettata e autofinanziata con la Rivista online Tremiti Genius Loci e con il patrocinio ...

D come disastro, signor Draghi si dimetta: inflazione all'8%, prezzi alimentari e carburanti alle stelle. + Euro 2.384 annui a famiglia

(ASI) Gli effetti negativi della politica di quello che veniva chiamato dai media super Mario sono evidenti a tutti: inflazione all'8%. Era dal 1986 che non si registrava un incremento così ...

Sanità: il "Clean Innovation Day", il 6 luglio 2022 a Palazzo Ferrajoli a Roma

(ASI) Si terrà mercoledì 6 luglio 2022, a Palazzo Ferrajoli (Piazza Colonna, 355), dalle ore 10:00 alle ore 14:00, il "Clean Innovation Day" di CLAUDIT. L'incontro si focalizzerà sul tema dell'igiene e della sicurezza, nonché ...

Ius scholae: Molinari (Lega), solidarietà a Montaruli

(ASI) Roma - "A nome del gruppo parlamentare Lega Salvini Premier della Camera, esprimo solidarietà alla collega Augusta Montaruli per le minacce e gli insulti subiti sui social a ...

Cittadinanza. Fazzolari (FdI): Sinistra anni indietro anche sullo ius culturae

(ASI) "La sinistra ha fatto un grande scoop oggi: lo "ius culturae" è stato ideato dalla destra e da Giorgia Meloni dieci anni fa mentre loro blateravano ancora di Ius soli.

A giugno 2022 il settore statale mostra un fabbisogno di 6 miliardi

(ASI) Nel mese di giugno 2022 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 6.000 milioni, con un miglioramento di circa 9.700 milioni rispetto al corrispondente valore ...

Fisco. de Bertoldi (FdI): appello a senso responsabilità Agenzia Entrate e Inps per contribuenti non in regola con versamenti

(ASI) "Faccio appello al senso di responsabilità dei dirigenti dell'agenzia delle entrate e dell'INPS per una sensata applicazione della normativa".

Sud: Boccia, asse Puglia Campania per rafforzare centrosinistra in tutto il Sud

(ASI) "Tra Puglia e Campania c'è sempre stato un rapporto di fratellanza umana e culturale. Oggi quell'asse va rinsaldato ancora di più anche politicamente per rafforzare il centrosinistra in tutto ...

 Modena (FI): Italia Domani è come arazzo, avanti nel segno della trasparenza

(ASI) "Il Piano Italia Domani  è come un arazzo dove il contributo di tutti è molto importante, e anche se all'inizio molti pensavano fosse un modo di sogni, dopo circa un ...