Il codice di Camaldoli. Un documento da riscoprire

(ASI) Il codice di Camaldoli è abbastanza conosciuto e celebrato. In occasione dell’ottantesimo anniversario si è tenuto un congresso che visto anche la partecipazione del Presidente Mattarella.

Fu scritto con la partecipazione di Aldo Moro(1916-1978), Giorgio La Pira(1904-1977), Paolo Emilio Taviani (1912-2001), Sergio Paronetto (1911-1945), Pasquale Saraceno (1091-1991),Ezio Vanoni(1903-1956), coordinati dall’assistente ecclesiastico dei laureati cattolici, Adriano Bernareggi(1884-1953), vescovo di Bergamo. Si trattava di personalità diverse che collaborarono in maniera multidisciplinare alla stesura del documento partendo anche dalle loro esperienze professionali e sociali. Alcuni dei partecipanti avevano avuto incarichinella gestione dell’IRI, oltre ad avere prestigiosi ruoli universitari. Viene comunemente definito come il documento che avvio l’economia sociale di mercato. Questa attenzione alla sola economia è stata una chiave interpretativa insufficiente. Se è vero che i cattolici in politica diedero una grande attenzione al sistema delle partecipazioni statali, non altrettanta cura fu data  fu data alle parti del documento che parlavano della educazione, della famiglia, della proprietà come elemento di libertà.

Il codice fu redatto dal 18 al 24 luglio del 1943 sotto la spinta di Giovan Battista Montini e pubblicato nel 1945 a guerra finita.

Fu elaborata una bozza di 76 dichiarazioni a carattere provvisorio che poi furono successivamente ampliate .

Fu un documento non astratto perché compilato da coloro che poi furono i protagonisti della ricostruzione post-bellica che ebbe il pregio di riformare, senza annullare, alcune realizzazioni del fascismo Oltre al mantenimento dell’IRI, un esempio è  la legge bancaria che assicurò la stabilità del sistema finanziario italiano.

Oggi non abbiamo più l’industria di stato che fu il motore dello sviluppo economico italiano e fu privatizzata malamente dopo il colpo di stato del 1992 con gravi conseguenze in termini di sovranità e di capacità di intervento dello Stato per promuovere lo sviluppo dei territori e sostenere le piccole imprese attraverso la messa a disposizione delle infrastrutture logistiche, informatiche ed energetiche che sono la base del progresso  economico e della innovazione. Anche il sistema bancario è stato malamene riformato, perdendone il controllo nazionale e facilitando la penetrazione della finanza internazionale poco attenta alla economia reale.

Ma oltre all’aspetto economico il Codice si concentrava su altri aspetti dove le classi dirigenti cattoliche non furono altrettanto attente.

Per quanto riguarda la famiglia per esempio, la sua tutela veniva segnalata, fra l’altro, come base essenziale per la procreazione. La crisi demografica che sta interessando il nostro paese dimostra che non è stata data adeguata realizzazione a quanto indicato nel Codice di Camaldoli con la saggezza che derivava dalla dottrina sociale cattolica.

Si affermava riguardo alla famiglia “lo Stato deve riconoscere la famiglia come è stata costituita da Dio; proteggerla contro tutti i suoi nemici, rimuovendo dall'ambiente pubblico quegli elementi di perversione che influiscono sfavorevolmente sulla gioventù e creando una atmosfera morale sana e conveniente al suo bene spirituale; aiutarla al compimento della sua missione; spingerla all'adempimento dei suoi doveri e, in caso di necessità, supplire alle sue deficienze e completare la sua opera nell'ordine civico.”

Vincenzo Silvestrelli per Agenia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Cina e Perù: Il Megaporto di Chancay e le sue implicazioni geopolitiche

(ASI) La Cina è pronta a inaugurare un megaporto nella città di Chancay, Perù, un evento che potrebbe trasformare radicalmente gli equilibri geopolitici e commerciali dell'America Latina.

Benvenuti all’Hotel Abisso. L’Europa e il tramonto dell’Occidente

(ASI) Benvenuti all’Hotel Abisso: si chiama Europa. L’Europa è lo specchio del tramonto dell’Occidente. Tema logoro, merita un aggiornamento.

Caporalato, delegazione Pd a Latina domani con Schlein  

(ASI) Il Pd parteciperà oggi a Latina alle 17 alla manifestazione contro il caporalato. La delegazione, guidata dalla segretaria Elly Schlein sarà composta da Marta Bonafoni, Annalisa Corrado, Alfredo D'Attorre, ...

Pubblica Amministrazione, CGIA Mestre: pagamenti lumaca, in particolare al Sud.  A soffrire sono le PMI

(ASI) Tra acquisti, consumi, forniture, manutenzioni, formazione del personale e spese energetiche, nel 2023 lo Stato italiano ha sostenuto un costo complessivo di 122 miliardi di euro[1].

Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni si assiste ad un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri. È il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia. Chiediamo giustizia ...

Lorefice (M5S):Gela Commemora Salvatore Aldisio con il Patrocinio del Senato della Repubblica

(ASI) Sono lieto di annunciare che, in occasione della commemorazione per i 60 anni dalla scomparsa del nostro illustre concittadino, il Senatore Salvatore Aldisio, che si terrà a Gela il ...

Luca Iemmi eletto presidente FISM. Gli auguri del Ministro Giuseppe Valditara

(ASI) "Congratulazioni a Luca Iemmi per la sua elezione a Presidente FISM. A lui i miei più cari auguri di buon lavoro" Lo scrive su X il Ministro dell'Istruzione e ...

Giustizia, Gasparri: andremo avanti con riforma

(ASI) “Rattrista e infastidisce, ma non preoccupa l'atteggiamento dei Santalucia e dei vari correntocrati della magistratura e dell'Anm. Andremo avanti con la riforma.

GDF: Albano (FdI), auguri al Corpo per i 250 anni di storia gloriosa al servizio dell’Italia

(ASI) Roma – “In occasione del 250° anniversario della sua fondazione, porgo i miei più sentiti auguri alla Guardia di Finanza, una Forza militare dello Stato che si è distinta per dedizione, professionalità ...

Spazio. Colombo (FDI), l'Italia é in prima linea

(ASI) “Grazie al lavoro del Ministro Urso, l'Italia ha la sua prima legge quadro sulla Space economy, che porterà la Nazione in prima linea nel settore spaziale. Per il nostro ...