Fiorentina super, Milan bocciato al primo test ufficiale, esordio deludente al “Franchi” per i rossoneri

(ASI) Firenze  – Nell'esordio di campionato il Milan di Sinisa Mihajlovic scivola e cede il passo ad una Fiorentina sicuramente più aggressiva e più organizzata nelle trame di gioco.

Il precampionato dei rossoneri aveva fatto ben sperare, ma quella voglia di tornare a brillare, magari come un tempo, a Firenze non si è vista. Merito dei viola di Paulo Sousa che hanno dominato il match ed intascato l'intera posta in palio, dopo essersi imposti specialmente nella zona di centrocampo, vera lacuna della rosa rossonera: siamo solo alla prima giornata, ma certo è che l'aver subito due reti su palla inattiva ed il fatto che sia stato Diego Lopez ancora una volta il migliore in campo sono aspetti che dovrebbero far riflettere. E non poco.

Dopo un avvio piuttosto equilibrato, è la Fiorentina a prendere in mano le redini del gioco e a portarsi più volte sul fronte avanzato con Ilicic che, al 6', impegna D.Lopez, abile a deviare la minaccia in calcio d'angolo. Dopo il tentativo di Bacca, si mette in mostra ancora D.Lopez con un salvataggio miracoloso ai danni di Kalinic, il quale si vede negare la gioia del gol a pochi metri dalla porta rossonera. Dopo il colpo di testa di Bonaventura che non mira lo specchio della porta viola, Rodrigo Ely viene espulso al 36' per somma di ammonizioni: l'inferiorità numerica ed il conseguente calcio piazzato decidono il vantaggio viola, insaccato magistralmente da Alonso al 39'.

Stessi ritmi nel corso della ripresa con un Milan incapace di invertire la rotta ed una Fiorentina disposta a mettere in cassaforte la vittoria. Al 53' D.Lopez nega l'esultanza prima ad Ilicic e poi a Gilberto, ma nulla può davanti al calcio di rigore insaccato da Ilicic che al 56' sferza ai rossoneri il colpo di grazia. Il Milan prova ad accorciare le distanze prima con De Sciglio che non trova l'aggancio di Bacca e poi con Adriano, prontamente anticipato da Astori: tentativi vani, dato che dopo 4 minuti di recupero a festeggiare è la Fiorentina di Sousa, mentre al Milan non resta che riordinare le idee in vista della gara contro l'Empoli.  

Nel post partita è intervenuto ai microfoni di Agenzia Stampa Italia Mattia De Sciglio che ha analizzato la brutta prestazione del Milan: “E' mancata quella determinazione che abbiamo avuto fino ad ora ed in particolar modo nella gara contro il Perugia: in realtà, non abbiamo creato nessuna occasione per mettere in difficoltà la Fiorentina. Siamo molto delusi, però penso che questa sconfitta dovrà darci la carica e farci capire che c'è ancora tanto da lavorare”. Quanto agli obiettivi personali, il difensore del Milan dichiara di voler crescere: “C'è sempre da migliorare, lo scorso anno ho vissuto una stagione di difficoltà che però mi ha aiutato a crescere: penso solo a dare il massimo partita dopo partita”. L'eventuale ritorno di Balotelli? “Ho giocato insieme a Mario, mi farebbe piacere se tornasse.

FIORENTINA-MILAN 2-0 (1-0)

FIORENTINA (3-4-2-1):Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Roncaglia (58' Astori); Gilberto, Badelj, Borja Valero, M. Alonso; Ilicic (67' Suarez), Bernardeschi (81' Fernandez); Kalinic. All. Sousa. A Disp: Lezzerini, Sepe, Basanta, Suarez, Fazzi, Pasqual, Rossi, Babacar, Vecino, Rebic.
MILAN (4-3-1-2): D. Lopez; De Sciglio, Ely, Romagnoli, Antonelli; Bertolacci (70' Nocerino), de Jong, Bonaventura; Honda (39' Zapata); Luiz Adriano, Bacca. (78' Cerci). All: Mihajlovic. A Disp: Donnarumma, Abbiati, Poli, Calabria, Abate, Suso, Montolivo, Paletta, Matri.
Arbitro: Valeri
Marcatori: 38' M. Alonso, 56' Ilicic su rigore (F)
Ammoniti: 9' Ely (M), 37' Bonaventura, 55' Romagnoli (M); 31' Roncaglia, 45' Ilicic, 58'Bernardeschi (F)
Espulsi: 37' Ely (M) per doppia ammonizione

 

Le Pagelle del Milan

D.LOPEZ 7 Tra i rossoneri è sicuramente il migliore in campo. Si è mostrato decisivo e miracoloso in più circostanze, evitando sicuramente un risultato più pesante. Non una sorpresa, ma una piacevole conferma.

DE SCIGLIO 5.5 Non commette grandi errori, ma non brilla. Fa davvero fatica a calarsi in profondità, scrivendo una trama nel complesso anonima.

RODRIGO ELY 4 Uno dei peggiori: si fa espellere, lasciando in inferiorità numerica la squadra ed influendo negativamente sull'andamento della gara. Rimandato!

ROMAGNOLI 4 Pecca di inesperienza, sbagliando più volte cose semplici e commettendo, in occasione del rigore, un fallo evitabile.

ANTONELLI 5.5 E' protagonista di un primo tempo discreto, a differenza di una ripresa più opaca. Nel complesso però la sua non può essere una giornata positiva.

BERTOLACCI 5 Costruisce molto poco e non aiuta la squadra a trovare soluzioni efficaci nella metà campo avversaria. Prestazione assolutamente da rivedere.

dal 70' NOCERINO sv.

DE JONG 5 Subisce molto le iniziative avversarie, stenta ad impostare il gioco e a costruire trame di gioco solide e precise.

BONAVENTURA 5 Poche idee ed anche imprecise: si è visto troppo poco, giocando a ritmi lenti e lasciando totalmente il libero accesso ai padroni di casa.

HONDA 5 Totalmente assente durante i suoi 40 minuti di gioco; esce per via dell'espulsione di Ely.

Dal 39' ZAPATA 6 Fa il suo, nulla di più e nulla di meno.

BACCA 6 E' l'unico che sul fronte avanzato prova ad impensierire la Fiorentina, dandosi da fare e cercando di accorciare le distanze, pur risultando impreciso sotto porta. dal 78' CERCI sv

L.ADRIANO 4 Non pervenuto. Mai al tiro, mai propositivo e mai pericoloso.

S. MIHAJLOVIC 5.5 Esordio tutt'altro che positivo per il tecnico rossonero che, in poco tempo, sembrava già aver conquistato i consensi del suo pubblico. Il Milan ha subito molto la personalità e la disposizione tattica degli avversari ed è sceso in campo privo di quella grinta e della giusta dose di determinazione che un allenatore deve saper trasmettere.

Angelica Cardoni – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Nord Corea, missile sul Giappone: cittadini nei rifugi

(ASI) Sale la tensione in Asia.  La  Corea del Nord ha lanciato, questa notte, un nuovo missile. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di un Irbm ...

Ucraina, Russia: “Basta armi, o rischio guerra diretta contro la Nato”

(ASI) I dispositivi bellici, che gli Stati Uniti forniscono all’esercito di Kiev che combatte contro le truppe del Cremlino, stanno aumentando il rischio di un possibile “scontro militare diretto”&...

Governo, verso un ritorno del Ministero del Commercio Estero. L’imprenditore Lorenzo Zurino in pole position tra i papabili ministri

(ASI) Nel totoministri che impazza in queste ore o, meglio ancora, sul tavolo dei ragionamenti di natura politica e strategica relativi al prossimo assetto che la premier in pectore Giorgia ...

PD: Boccia, Letta chiamato da Parigi dopo caduta Governo giallorosso e crollo Dem. Merita massimo rispetto

(ASI) “Il Segretario Enrico Letta è stato chiamato da Parigi dopo la caduta del governo giallorosso e con il Partito democratico che era drammaticamente crollato al 15%.

Nappi (Lega): sicurezza al centro dell’azione politica a tutti i livelli

(ASI) “La 72enne vittima prima di rapina e poi ricoverata in ospedale perché caduta battendo la testa sul selciato dissestato, conferma la drammaticità della situazione napoletana e campana anche sul ...

Veneto, Elisa Venturini: su trasporto pubblico intervenga la Regione

(ASI) "La situazione di grande difficoltà nel trasporto pubblico locale non può essere una sorpresa perché da tanto tempo si stanno susseguendo problemi di varia natura che finiscono per ripercuotersi ...

DL Aiuti-Ter, Pallavicini (Confcommercio Salute): “Un tavolo con Stato e Regioni sul tema risorse e per un’analisi organica del socio sanitario

(ASI) Roma - “L’apertura del Governo alle strutture sanitarie del privato accreditato tramite il riconoscimento alle stesse, con il Decreto Aiuti-ter, del diritto ad accedere alle risorse destinate ...

M5S Europa: in 13 anni abbiamo rivoluzionato la politica italiana 

(ASI) “Il 4 ottobre 2009 dall’intuizione rivoluzionaria di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio nasceva il Movimento 5 Stelle. In questi tredici anni abbiamo dimostrato che in Italia è possibile fare politica mettendo ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "Dal 2023 il 30% di Energia Idroelettrica in meno se non si ferma la legge sul deflusso ecologico voluta dall'Europa, facendo aumentare la dipendenza dell'Italia. Il nuovo Governo intervenga con urgenza".

(ASI) In un momento tragico sul fronte dei costi dell'energia, la principale fonte rinnovabile,  l'energia idroelettrica, rischia il prossimo anno di avere un calo di produzione di circa il 30 ...

Festa di San Francesco. Omelia del Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI

(ASI) Assisi - La Parola di Dio parla sempre a noi e di noi. Parla oggi e ci aiuta a capire i segni dei tempi e questi ci aiutano ...