Calcio Lega Pro II Girone B funziona la “cura” De Patre. Il Chieti torna alla vittoria all'Angelini. Sconfitta 1-0 l'Aprilia.

 

 

 

 



Campionato Seconda Divisione “Lega Pro” - Gir.B

Giornata Ventuno – Quarta girone di ritorno

CHIETI-APRILIA

Chieti 26 genaio 2014 – Stadio Comunale “Guido Angelini”

 

 

 

 

 

 

(ASI) Funziona la “cura” De Patre: vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Chieti.Sconfitto 1-0 l'Aprilia. Una squadra da un nuovo spirito combattivo ,grazie alla cura di Mister De Patre. I neroverdi davanti a pochi intimi per il freddo polare e la pioggia battente mista a neve, danno seguito alla vittoria conseguita in trasferta domenica scorsa. Gli uomini di mister De Patre, riescono ad esprimere un buon calcio e sopratutto gli attaccanti riescono a tirare molte volte in porta, cosa che non riusciva alla squadra con mister Di Meo. Unica nota negativa da correggere per i neroverdi: bisogna acquisire un maggiore cinismo sotto porta perché la squadra ha vinto, ma solo di misura e su un rigore contestato e negli ultimi minuti addirittura in superiorità numerica ha rischiato un po' troppo. L'Aprilia, torna nel Lazio consapevole che può giocarsi le sue chance per la salvezza e che la differenza col Chieti l'hanno fatta solo dei singoli episodi.

 

LA CRONACA DELLA PARTITA

 

Primo Tempo

 

Al 5' pt punizione per il Chieti dalla trequarti sinistra, batte Turi, mischia in area, ma un nulla di fatto, la difesa laziale respinge.

 

Al 7' pt  girata di Guidone dalla trequarti, Ragni si supera e manda in angolo. Primo angolo per il Chieti. Sullo sviluppo dopo un batti e ribatti l'arbitro fischia un fallo per la difesa laziale. Nulla di fatto. Occasione persa per il Chieti e sono già due in due minuti.

 

Al 8' pt, c'è una timida risposta dell'Aprilia: punizione dalla trequarti, batte Corsi, ma la sfera finisce debolmente alla sinistra  di Robertiello.

 

Al 12' pt contropiede del neroverde Cinque esce in scivolata Ragni, sulla ribattuta la palla finisce sui piedi di Giorgino, ma finisce fuori. Pericolo scampato per l'Aprilia, Chieti vicino al goal del vantaggio.

 

Al 15' pt punizione dalla trequarti per l'Aprilia, batte D'Anna, la difesa respinge in affanno in più tempi.

 

Si gioca sotto una forte pioggia battente mista a neve, molto fastidiosa per i ventidue in campo.

 

Al 17' pt, Cinque in contropiede manovra con Guidone che fa un passaggio all'indietro ma ci sono solo i difensori laziali. Sul ribaltamento di fronte timido contropiede dell'Aprilia con D'Anna che per fortuna del Chieti non trova migliore idea che sparare debolmente fuori alla destra di Robertiello.

 

Al 19' pt contestato fuorigioco dell'attaccante del Chieti, Guidone, che stava involandosi verso la porta in contropiede.

 

Si accendono i riflettori dello Stadio “Guido Angelini”.

 

Al 22' pt Berardino dalla sinistra crossa in area di rigore per Cinque che si allunga la palla fuori, pressato dai difensori dell'Aprilia. Azione sprecata per il Chieti. Nella ripartenza, su un contrasto si fa male lo stesso Berardino, soccorso dai sanitari, ma per fortuna del Chieti  rientra prontamente in campo.

 

Al 25' pt punizione – corner corto per il Chieti dalla destra del fronte d'attacco, battuta da Berardino, ma nella mischia la difesa dell'Aprilia respinge.

 

Al 27' pt, Turi come un aratro, ara la fascia, ma in area non ci sono maglie neroverdi in grado di colpire a rete e l'azione sfuma.

 

Al 28' pt Rossi ci prova da fuori, ma il tiro è debole e non impensierisce Ragni che controlla la sfera finire fuori alla sua destra.

 

Al 35' pt rigore per il Chieti con Cinque atterrato in area da Ragni, il portiere dell'Aprilia viene anche ammonito. Rigore per il Chieti mentre protestano i laziali perché sostengono che il portiere sia andato sul pallone e non sull'uomo.

 

Al 36' pt Guidone si incarica di battere il rigore e trasforma. 1-0 per il Chieti. I neroverdi in vantaggio.

 

I neroverdi sulle ali dell'entusiasmo si spingono in avanti in cerca del raddoppio.

 

Al'40 pt.  in area del Chieti fraseggio fra gli avanti dell'Aprilia,D'Anna, Barbuti ancora per D'Anna che viene anticipato dal bravissimo Robertiello in uscita che si fa leggermente male. La palla finisce in angolo. Primo corner per l'Aprilia. Occasione persa per l'Aprilia, pericolo scampato per il Chieti.

 

Al 44' pt. Cinque lascia partire dalla trequarti un tiro sbilenco, con la sfera che finisce alle stelle.

 

Al 45' Colpo di testa di Del Duca in area ma Robertiello blocca la sfera in due tempi.

 

Secondo Tempo

 

Al 2' st. Cinque viene anticipato in area dalla difesa dell'Aprilia.

 

Al 4' st ammonito Della Penna del Chieti per fallo da tergo.

 

Al 7' st Guidone viene anticipato dal portiere dell'Aprilia in valanga e la difesa libera in fallo  laterale.

 

Al 10' st ammonito Turi per fallo da tergo. Punizione per l'Aprilia dalla trequarti sinistra, con D'Anna che calcia contro la barriera.

 

Al 15' st fallo dal limite dell'area destro di Turi, che viene subito sistituito con Di Filippo. La punizione dell'Aprilia finisce fuori alta sulla traversa. Pericolo scampato per il Chieti.

 

Al 17' st Doppio cambio: esce Del Duca dell'Aprilia ed entra Lisi. Il Chieti, invece, sostituisce Berardino, con Gaeta.

 

Al 21' st punizione dell'Aprilia con Montella, sfera deviata in angolo dalla barriera teatina.

 

Al 29' st ammonito Giorgino del Chieti per fallo da dietro. Esce Cinque ed entra Bagaglini fra le fila neroverdi.

 

Al 34' st espulso il portiere dell'Aprilia, Ragni per fallo da ultimo uomo fuori area su il neroverde Giorgino lanciato a rete in contropiede. Entra il secondo portiere dell'Aprilia Caruso ed esce D'Anna.

 

Al 36' st tiro da fuori di De Giorgi che scalda i pugni di Caruso che manda affannosamente in angolo. Ennesimo angolo per il Chieti.

 

Al 38' st Della Penna tira dalla trequarti, il portiere Caruso non se lo aspetta e quasi quasi commette una papera. La palla per la fortuna dell'Aprilia va in angolo.

 

Negli ultimi minuti il Chieti attacca a testa bassa e l'Aprilia con una serie di ripartenze si rende pericolosa. Mister De Patre si arrabbia con i suoi che non riescono a chiudere la partita col secondo goal, rischiando di subire la beffa del pareggio.

 

Dopo 4 minuti di recupero termina la partita. Il Chieti ottiene i tre punti, l'Aprilia torna a casa condannata da alcuni episodi. Il pubblico di casa a fine partita incoraggia la squadra per la vittoria ottenuta. Tutti soddisfatti in casa Neroverde per i tre punti che permettono al Chieti di agganciare l'ottavo posto in coabitazione con altre due squadre. A tal proposito, proprio domenica il Chieti sarà di scena a Melfi, una diretta concorrente per l'ottavo posto.

 

Gli spogliatoi:

 

De Patre (Chieti): la mia squadra ha ottenuto tre punti importanti per la salvezza. Ho visto una nuova verve sopratutto dagli attaccanti che ora col mio gioco potranno segnare molto di più perché giocano più vicino alla porta. Dobbiamo essere più cinici per chiudere prima le partite.

 

Paolucci (Aprilia): condannati da degli episodi. Sono contento della prestazione dei miei, ci giocheremo le nostre chance per la salvezza, consapevoli della nostra forza.

 

Tabellino:

 

 

Chieti (4-4-2): Robertiello, De Giorgi, Turi (60’ Di Filippo), Della Penna, Terrenzio, Dascoli, Rossi, Giorgino, Guidone, Berardino (62’ Gaeta), Cinque (72’ Bagaglini). A disp. Gallinetta, Borgese, Guitto, La Selva. All.: De Patre.

Aprilia (4-4-2): Ragni ( 80’Caruso), Orchi, Mazzarani, Amadio, Agius, Del Duca (62’ Lisi), Montella, Corsi, Barbuti, Hanine (72’ Cafiero), D’Anna. A disp. Melis, Iannascoli, Agresta, Ferrara. All.: Paolucci.

Reti: Al 36' pt Guidone. Ammoniti: Orchi, Della Penna, Cinque, Turi, Giorgino, Ragni - Espulso: Ragni.

Arbitro: Matteo Proietti di Terni. Assistenti: Stefano Viola di Bari e Giovanni Vito Calogiuri di Lecce.

Note: clima da freddo polare con a tratti forte pioggia mista a neve. Spettatori 500 Ci

 

Cristiano Vignali    - Agenza Stampa Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Cina e Perù: Il Megaporto di Chancay e le sue implicazioni geopolitiche

(ASI) La Cina è pronta a inaugurare un megaporto nella città di Chancay, Perù, un evento che potrebbe trasformare radicalmente gli equilibri geopolitici e commerciali dell'America Latina.

Benvenuti all’Hotel Abisso. L’Europa e il tramonto dell’Occidente

(ASI) Benvenuti all’Hotel Abisso: si chiama Europa. L’Europa è lo specchio del tramonto dell’Occidente. Tema logoro, merita un aggiornamento.

Caporalato, delegazione Pd a Latina domani con Schlein  

(ASI) Il Pd parteciperà oggi a Latina alle 17 alla manifestazione contro il caporalato. La delegazione, guidata dalla segretaria Elly Schlein sarà composta da Marta Bonafoni, Annalisa Corrado, Alfredo D'Attorre, ...

Pubblica Amministrazione, CGIA Mestre: pagamenti lumaca, in particolare al Sud.  A soffrire sono le PMI

(ASI) Tra acquisti, consumi, forniture, manutenzioni, formazione del personale e spese energetiche, nel 2023 lo Stato italiano ha sostenuto un costo complessivo di 122 miliardi di euro[1].

Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni si assiste ad un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri. È il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia. Chiediamo giustizia ...

Lorefice (M5S):Gela Commemora Salvatore Aldisio con il Patrocinio del Senato della Repubblica

(ASI) Sono lieto di annunciare che, in occasione della commemorazione per i 60 anni dalla scomparsa del nostro illustre concittadino, il Senatore Salvatore Aldisio, che si terrà a Gela il ...

Luca Iemmi eletto presidente FISM. Gli auguri del Ministro Giuseppe Valditara

(ASI) "Congratulazioni a Luca Iemmi per la sua elezione a Presidente FISM. A lui i miei più cari auguri di buon lavoro" Lo scrive su X il Ministro dell'Istruzione e ...

Giustizia, Gasparri: andremo avanti con riforma

(ASI) “Rattrista e infastidisce, ma non preoccupa l'atteggiamento dei Santalucia e dei vari correntocrati della magistratura e dell'Anm. Andremo avanti con la riforma.

GDF: Albano (FdI), auguri al Corpo per i 250 anni di storia gloriosa al servizio dell’Italia

(ASI) Roma – “In occasione del 250° anniversario della sua fondazione, porgo i miei più sentiti auguri alla Guardia di Finanza, una Forza militare dello Stato che si è distinta per dedizione, professionalità ...

Spazio. Colombo (FDI), l'Italia é in prima linea

(ASI) “Grazie al lavoro del Ministro Urso, l'Italia ha la sua prima legge quadro sulla Space economy, che porterà la Nazione in prima linea nel settore spaziale. Per il nostro ...