×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lega Pro, Castel Rigone sconfitto dalla Nuova Cosenza
(ASI) Castel Rigone – Nuova Cosenza 1-2

Marcatori: Al 32’ p.t. De Angelis (rigore), al 17’s.t. Tranchitella (rigore), al 21’ s.t. Calderini

 

Castel Rigone (4-3-1-2):Franzese 5,5; Cangi 6, Gimmelli 6, Moracci 6,5, Santarelli 6; Ubaldi 6, Vicedomini 6, Coresi 5,5 (dal 34’s.t. Cappai s.v.); Redi 5,5 (dal 2’s.t. Montanari 6,5); Tranchitella 5,5,Agostinelli 6,5(dal 18’ s.t. Di Paola s.v.)

A disposizione: Zucconi, Mattelli, Sbaraglia, Bontà All. Marco Di Loreto 6.

Nuova Cosenza (4-2-3-1):Frattali 6,5; Palazzi 7, Pepe 7, Guidi 7,Mannini 6,5; Meduri 7, Castagnetti 6,5; Alessandro 6,5, De Angelis 6,5( dal 1’s.t. Mosciaro 6,5), Napolano 6,5 (dal 34’ s.t. Bigoni s.v.); Calderini 7,5 (dal 39’ s.t. Pollina s.v.). A disposizione: Orlandi, Adamo, Blondett, Criaco. All. Roberto Cappellacci 6,5. Arbitro:Giuseppe Strippoli di Bari. Assistenti:Abagnara di Nocera Inferiore e De Meo di Formia.

Note. Ammoniti: Gimmelli, Franzese,Cangi, Vicedomini, Castagnetti e Mannini. Spettatori circa 700 con una nutrita rappresentanza di supporter cosentini.

Calci d’angolo 10 - 4 per il Castel Rigone. Recuperi: 1’ e 4’.

Quarta sconfitta per il Castel Rigone, la prima al San Bartolomeo, dopo una partita giocata su un terreno di gioco al limite della praticabilità che ha messo a dura prova l’equilibrio dei giocatori in campo. Ciò nonostante la gara è stata gradevole ed interessante. Ha vinto la Nuova Cosenza perché alla distanza, nei momenti cruciali, ha dimostrato di essere più squadra, completa e compatta in ogni reparto. I biancoblu di Brunello Cucinelli hanno lottato con lodevole impegno dal primo all’ultimo minuto, ma in qualche circostanza hanno mostrato i soliti limiti che alla fine hanno pesato sul risultato finale di questa partita ma che hanno anche pesantemente condizionato, finora, il cammino nel campionato professionistico. L’attacco è chiaramente leggero, spesso evanescente per la categoria. Anche contro la squadra calabrese ci sono state occasioni clamorose che non sono state sfruttate. Era già successo in altre occasione. L’ultima volta al “Curi” contro il Peruigia mercoledì scorso nell’incontro di Coppa Italia. Allora era stato Cappai, oggi Tranchitella che al 30’ nella prima occasione da rete dopo un bel passaggio di Agostinelli si è venuto a trovare solo davanti a Frattali, ma ha tirato goffamente addosso al portiere. Non c’è stato nemmeno il tempo per recriminare per l’occasione sprecata che Calderini, un giocatore che sembra sprecato in questa categoria, è stato atterrato in area da Gimmelli e l’arbitro ha fischiato il calcio di rigore trasformato da De Angelis. Dal possibile vantaggio, all’1-0 per gli ospiti in due minuti. Il Castel Rigone non s’abbatte e cerca di recuperare in qualche modo lo svantaggio, ma i palloni sibilano sempre lontani dalla porta di Frattali. L’occasione propizia, tuttavia, capita al 15’ della seconda frazione di gara quando è Meduri a commettere fallo su Ubaldi che lo aveva superato in dribbling: dal dischetto Tranchitella riporta in parità le sorti della gara. Sembra un risultato accettabile e forse anche più equo, ma il Cosenza ha sempre qualcosa in più e con il solito, incontenibile Calderini, appostato sotto rete, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, fulmina Franzese: siamo ancora al 21’, ci sarebbe il tempo per recuperare, ma il gol del vantaggio galvanizza ancora di più i rossoblu che sono abili a spegnere sul nascere ogni iniziativa dei padroni casa, fruttando anche le pessime condizioni del campo, diventato, nel frattempo, una risaia. C’è stata ancora qualche occasione favorevole, ma il Castel Rigone che le polveri bagnate in attacco ce l’ha quasi sempre era inevitabile fossero ancora più inefficaci sotto il diluvio, e così è maturata la quarta sconfitta. Gli umbri si leccano le ferite e precipitano sempre più in basso in classifica, i calabresi si avvicinano, con legittime ambizioni, alla vetta.

Far play come sempre nel dopo partita. Il presidente Cucinelli a fianco del suo collega Eugenio Guarascio, sdrammatizza come è solito fare, consola il tecnico Marco Di Loreto e promette di comprare altri giocatori, ma non ora, quando si riaprirà il mercato, vale a dire a gennaio, sperando che la squadra, nel frattempo, non sia molto distante dall’ottavo posto utile per fare il salto di categoria.

 

Fortunato Vinci – Agenzia Stampa Italia

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Medio Oriente: avviato a Roma il tavolo permanente per la pace, su iniziativa dell'Istituto Culturale Italo-Libanese

(ASI) Il Tavolo Permanente per la Pace in Medio Oriente" si è svolto presso la Camera dei Deputati, su iniziativa dell'On. Alessia Ambrosi, Vicepresidente dell'Unione Interparlamentare (UIP), e promosso dall’Istituto ...

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia, così va contro donne, giovani e libertà educativa

(ASI) «Ancora una volta il Partito Democratico si lascia trascinare dalle istanze dei collettivi transfemministi e finisce per andare nella direzione opposta alla tutela di famiglie, donne, giovani e bambini. ...

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Lavoro, Gasparri: con governo cdx cresciuta occupazione 

(ASI) “Durante l’ultima campagna elettorale ho visitato tante città e ho incontrato molte persone. Quando ero a Brescia, nota per la sua stabilità industriale, un'imprenditrice mi ha raccontato che ...

Trasporti: Minasi (Lega), no lezioni da opposizione che per anni ha ignorato tema treni

(ASI) Roma, 19 lug - “Il ministro Matteo Salvini sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione dei ritardi dei treni di queste ore. Ridicolo che a dare lezioni di efficienza ...

Diritti: Zan (PD), in Italia violenza senza precedenti, serve legge con urgenza 

(ASI) "Due ragazzi mano nella mano attraversano una strada. Per questo sono stati aggrediti a cinghiate da  quattro persone a Roma. In Italia c'è un'ondata di violenza senza precedenti: è ...

Liste d’attesa, quartini (M5S): “Governo antidemocratico che non risolve niente”

(ASI) Roma – “Abbiamo appena terminato l’esame del decreto Liste d’attesa in Commissione Affari Sociali alla Camera e il governo non ha perso occasione per mostrare il suo volto ...

Tilt informatico e guasto ad una linea elettrica, il 4390 Taxi Firenze si scusa per i disagi

(ASI) Firenze,- "Il 4390 Taxi Firenze si scusa con la propria clientela per i disagi che si stanno registrando quest'oggi a causa del tilt informatico globale che ha ...

Uiltrasporti Umbria: “I soldi spesi in sicurezza sono un investimento in produttività”

(ASI) Perugia-– “La Uiltrasporti intende, con la presente nota, rafforzare la dura presa di posizione del responsabile del dipartimento merci e logistica Leonardo Celi in merito al grave fatto accaduto ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113