Scende l’occupazione e la BCE avverte per una possibile recessione invernale. G. Lepre, “colpa della crisi congiunturale, molto dipende anche dal Pnrr”

(ASI) Dopo i risultati raggiunti dall’occupazione ad ottobre 2022, già un mese dopo la situazione era cominciata a variare a causa del calo dei dipendenti permanenti di circa 94 mila unità. I dati, come di consueto evidenziati dall’Istat, riportano anche il calo dei disoccupati, e l’aumento degli inattivi.

Proprio a causa di questi dati asincroni, il 2022 resta l’anno del boom dell’occupazione, ma con una fiducia nelle assunzioni che scende del 19%, e come se non bastasse, con le imprese che non trovano personale. “Più che asincroni, direi che sono dati figli dei tempi - esordisce Gianni Lepre, opinionista economico - non dimentichiamo che stiamo vivendo un periodo storico molto sui generis che nessuno si sarebbe aspettato sia sul versante Covid-19 che su quella della guerra in Ucraina. La leggere flessione sull’occupazione contrattuale e le -94mila unità di cui si parla quella è una questione fisiologica del mercato del lavoro, non stiamo certo parlando dei picchi di disoccupazione, quelli che, per intenderci, colpiscono il nostro Mezzogiorno”. Il noto economista che tra l’altro è presidente della Commissione Reti e Distretti Produttivi di Odcec Napoli ha poi continuato: “Su questi numeri influisce anche molto la riduzione quasi quotidiana del numero di italiani in età lavorativa (15-64 anni), scesi dai 38.5 milioni del gennaio 2020 ai 37.6 milioni del novembre 2022. Su queste problematiche ci può venire incontro il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che noi, in maniera errata, consideriamo solo una misura di rilancio dell’economia nazionale, ma potrebbe avere effetti positivi anche sul mercato del lavoro, anzi, oserei dire, partendo proprio di là. Ciò che ci deve spaventare sono gli inattivi, gli sfiduciati, quelli che non studiano e non cercano un lavoro, i cosiddetti NEET, quelli che poi andranno ad ingrossare le fila dei sussidi sociali”. Il prof. Lepre ha poi concluso: “La promozione delle filiere produttive del Sistema Paese comportano di perse la creazione di centinaia di migliaia di posti di lavoro. La priorità attuale è rendere il lavoro specializzato, quindi formare e creare quelle figure professionali che le imprese cercano e che comunque sono indispensabili al sistema industriale ripensato dal Pnrr. E’ l’assenza di questa prerogativa che rende il mercato del lavoro inefficiente, e le imprese poco competitive sui mercati nazionali ed internazionali”.

Tags
 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Elezioni Regionali, Crepaldi (ACE): l'Azione Cristiana Evangelica nel Lazio e in Lombardia voterà i candidati di Fratelli d'Italia

(ASI) In riferimento alle imminenti elezioni Regionali di febbraio che si svolgeranno nel Lazio e in Lombardia, A.C.E. dichiara che in base agli accordi raggiunti che ...

La partita Torino Udinese 1-0 vista con gli scatti del fotografo Fabio Petrosino

La partita Torino Udinese 1-0 vista con gli scatti del fotografo Fabio Petrosino

Lancio europeo della dichiarazione del Regno di Bahrain. L'Istituto Milton Friedman ha preso parte al ricevimento di Roma

(ASI) L’Ambasciatore a Roma del Regno del Bahrain, Sua Ecc. Naser M. Y. Al Balooshi, ed il King Hamad Global Centre for Peaceful Coexistence hanno invitato l’Istituto Milton ...

Cuzzupi: l’UGL a confronto con il Presidente Occhiuto per costruire nuove prospettive di sviluppo!

(ASI) "Ci interessano poco le passerelle e i discorsi di circostanza soprattutto se al centro dell’analisi c’è una terra martoriata come la Calabria. L’incontro con il presidente Roberto ...

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Venezuela, Maduro ha celebrato l’anniversario della Rivoluzione bolivariana

(ASI) Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha commemorato il 24esimo anniversario della Rivoluzione Bolivariana ricordando il giuramento del comandante Hugo Chávez nel 1999 e definendola “la rifondazione ...

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Autonomia: Boccia a Fontana, fermate questo scempio. Non confondere la Costituzione con Alberto da Giussano

(ASI) “Il governo si è piegato alla peggior Lega. Quella di Fontana e Calderoli non è l’autonomia prevista dalla Costituzione ma quella deteriore contro l’uguaglianza, la scuola pubblica e la ...

Autonomia, Turco (M5S): Da Meloni neanche coraggio di presentarsi in conferenza stampa

(ASI) Roma - “Sapevamo della più totale inconciliabilità tra il centralismo 'patriottico' di Giorgia Meloni e le spinte autonomiste della Lega, ma constatare che la presidente del consiglio non ha ...

MIC - Misery Index Confcommercio  una valutazione macroeconomica del disagio sociale  

(ASI) Si riporta uno studio della Confcommercio che rileva che a dicembre l’indice di disagio sociale si attesta a 17,2 (-0,2 su novembre). La disoccupazione estesa si conferma all’8,7%. La ...