Si è svolta in Umbria la scuola di formazione del partito Democrazia e Sussidiarietà

(ASI) Una Scuola di formazione politica  e  corsi Online, gratuiti  rivolti a tutti gli iscritti a Democrazia e Sussidiarietà:  Lavoro , Famiglia , Vita , Popolo , SolidarietàSicurezza, Periferie , Anziani e Buona Politica in sintesi  questi gli argomenti trattati  all’interno del primo incontro regionale tenutosi mercoledì 22 giugno con idirigenti del  nuovo Partito Politico “, presso la sala Convegni dell’Hotel ‘Le Colombare’ a Foligno.

Hanno coordinato l’incontro: Andrea Brenna e  Rosario Murro, dirigenti nazionali  del neo-costituito Partito politico.

Rosario Murro : “Le istituzioni devono applicare la sussidiarietà, riconoscendo nei cittadini i titolari di un diritto ad agire concretamente per la soluzione di problemi di interesse generale ed adeguando i propri ordinamenti allo scopo di agire insieme con essi e non solo per conto e in nome loro. Sulla tutela dei posti di Lavoro :” bisogna ricostruire nuove e forti basi pere  garantire traquillità economica e dignità sociale a tutte le Famiglie . Oggi le istituzioni trascurano nell’applicare la Sussidiarietà , la  politica non è allineata com le vere esigenze dei cittadini  , per questo motivo viene a mancare quel diritto ad agire concretamente per la soluzione dei probemi di interesse generale” a concluso  Murro.

Andrea Brenna :”Applicando la sussidiarietà i cittadini attivi danno vita ad una dimensione della democrazia fondata non sulla delega bensì sull’assunzione diretta di responsabilità nella sfera pubblica, facendo vivere nella quotidianità i principi fondamentali della Costituzione.

La sussidiarietà permette  di esercitare la sovranità popolare definita cittadinanza attiva, che completa ed integra le forme tradizionali della partecipazione politica e della partecipazione amministrativa.

La cittadinanza attiva si realizza quando i cittadini, singoli e associati, promuovono autonomamente iniziative di interesse generale che le istituzioni sono tenute a riconoscere, sostenere edintegrare nelle loro politiche”, ha concluso Brenna.

Si è parlato anche di cura e rilancio e sicurezza  delle periferie con Anna Rita Mariani;

Rosanna Di Nocera ,  ha invocato maggiore attenzione agli anziani  e ai più fragili e con Paolo Previati che ha evidenziato quanto sia necessario il servizio disinteressato dei politici -per essere Buoni Politici-.

In chiusura l’intervento di Riccardo Maria Gradassi , segretario regionale Umbria/ UilCom,:

“ Nel 2021  sono  1.221 le vittime sulo posto di lavoro ,  con un incidenza media nazionale del 42,5 infortuni mortali ogni milione di occupati.  I decessi di persone sui posti di lavoro  superano purtroppo  di gran lunga quelli commessi da organizzazioni criminali;  la media è di tre morti ogni giorno “ a cocncluso Gradassi , sottolineando poca attenzione da parte delle istituzioni alla tutela dei posti di lavoro.

Gradassi ha concluso il suo intervento  complimentadosi con i  due rappresentanti di Democrazia e Sussidiarietà per aver istituito il  Diipartimento Nazionale  del Lavoro  che avrà le sue Sedi regionali) ,  tra i compiti, il monitoraggio  sulle Aziende in Crisi , Imprese e  Artigianato”.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Toscana - crisi Venator, Ripani: “Tavolo regionale che coinvolga tutti i livelli istituzionali”

(ASI) “La vicenda Venator rischia di innescare una bomba occupazionale ed una crisi economica devastante che la Maremma non può assolutamente permettersi.                &...

Incendi Boschivi, Protezione Civile: oggi 16 richieste d’intervento aereo.

(ASI) Roma - Nella giornata odierna gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile sono stati impegnati dalle prime luci ...

Aborto USA, Troiano (Misto) : primi Stati già chiudono, passo indietro per diritti civili

(ASI) "In alcuni stati americani tradizionalmente più conservatori stanno già iniziando a chiudere i primi centri antigravidanza, costringendo centinaia di donne a lunghi spostamenti per accedere a quello che fino ...

IEF: Lorenzo Zurino lancia Stati Generali dell’export a Ravenna

(ASI) Modena -- Si è tenuta oggi 25 giugno, alle ore 15:00, presso la Direzione Generale BPER Banca di Modena, la conferenza stampa di lancio della Quarta Edizione degli Stati Generali dell’Export.

Scuola - Pittoni (Lega), specializzarsi sostegno non richiederà abilitazione

(ASI) Roma - "Le perplessità sulla norma inserita nel decreto Pnrr che consentirà l'accesso riservato ai corsi di specializzazione sul sostegno di chi vanta tre annualità di esperienza specifica derivano ...

Meloni, Crepaldi (ACE- FDI): “Nostra leader non sarà indebolita dal Pd”

(ASI) Roma - “Il Partito Democratico ammette che desidera indebolire Giorgia Meloni. Ciò non accadrà, in quanto noi cristiani, insieme a tanti altri uomini e donne di buona volontà, lavoreremo ...

Economia, Mollicone (FDI): “Abolire Reddito di Cittadinanza, è dannoso e contro etica del lavoro”

(ASI) “Come ha ribadito Giorgia Meloni con i giovani di Confindustria abolire il Reddito di Cittadinanza è una necessità. Ci troviamo d’accordo con il presidente Di Stefano. Quei miliardi devono ...

Lavarini (MSE), partecipiamo manifestazione di Milano: "No alle bugie di Nato e UE. No russofobia.

(ASI) "Gli italiani incominciano a capire che questa guerra è iniziata nel 2014 in Donbass per colpa del regime golpista atlantista ucraino, sostenuto da USA e GB, e armato, da anni, da ...

Usa, Crepaldi (ACE - FDI): “Bene scelta giudici di abolire aborto”

/ASI) Roma -“ Ringraziamo Dio ed esprimiamo soddisfazione per la scelta della Corte Suprema Usa di abolire la legalizzazione dell’aborto negli Stati Uniti.

+++ Russia, Lavrov: “Nato e Ue vogliono guerra contro Russia +++

(ASI) Sale la tensione internazionale. L’ Unione europea e la Nato stanno mettendo insieme una coalizione per fare “una guerra alla Russia”.