http://agenziastampaitalia.it/immagini/rampellifdi1.jpg(ASI) “La vicenda del processo a Salvini è una storia ridicola perché le divergenze politiche si compongono nelle sedi politiche, appunto, e non in quelle giudiziarie. Se Conte o Di Maio fossero stati contrari alle scelte dell’ex ministro sulla Gregoretti non si capisce perché, all’epoca dei fatti, siano rimasti silenti.

Se un governo prende le sue decisioni collegialmente, come accade, una volta che le scelte sono state fatte ne risponde un capo del governo e non un singolo ministro.  Sul caso Gregoretti si è preferito fare un altro processo di carattere politico, ma la sinistra non ha ancora capito che la criminalizzazione dell’avversario funziona a stento in Emilia Romagna, mentre nel resto d’Italia produce solo un aumento di consensi per il centrodestra. Contenti loro...”. E’ quanto ha dichiarato in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, intervenendo stamane a ‘Radio24’

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.