(ASI) La tassa sulle merendine, la polemica sul crocefisso a scuola e gli offensivi post su facebook scritti in passato dell'attuale Ministro dell'Istruzione Fioramonti hanno scatenato la critica politica da parte di F.d.I.. Si riportano le note di: Fazzolari, Bertacco, Calandrini,Ruspandini,Nastri, Petrenga,Ciriani, Cirielli, Rauti, Donzelli e Iannone.

Governo. Fazzolari (FdI): Fioramonti indegno di fare ministro dell'Istruzione. Pretendiamo sue immediate dimissioni

(ASI) "Scandalose le dichiarazioni fatte in passato dal ministro Fioramonti e pubblicate oggi da Il Giornale. Emerge la figura di un estremista comunista, odiatore seriale che reputa normale dichiarare che gran parte delle Forze dell'Ordine sono disoneste, legittimo insultare senza ritegno le donne di destra, e a Daniela Santanchè va tutta la mia solidarietà, e che chi spara e passa al terrorismo ha le sue giustificazioni. Un personaggio di questo genere è indegno di fare il ministro e di ricoprire qualsiasi incarico pubblico. Fratelli d'Italia pretende le sue immediate dimissioni". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma.

 

Scuola. Bertacco (FdI): Su Fioramonti intervenga Conte, va  cacciato subito

(ASI) "Oggi l’Italia si è svegliata constatando di avere un ministro all’infamia tale Fioramonti. Costui deve essere cacciato immediatamente dal presidente Conte per manifesta incapacità dell’uso del cervello. I suoi post sono carichi di odio e di disprezzo. Va immediatamente rimosso da ministro per tutelare i nostri ragazzi che hanno bisogno di una formazione culturale ampia e non ideologica a senso unico. Un seminatore di odio che incita alla violenza deve al massimo risiedere in un reparto specializzato che lo aiuti a comprendere la sua miseria umana. Esprimo la mia totale solidarietà alla collega Daniela Santanchè, alle Forze di Polizia, a tutti i cittadini che hanno subito il dramma di vedere crollare le loro case e con esse tante vittime innocenti, pesantemente insultate da questo losco figuro. Signor Fioramonti se le è restato un minimo di dignità faccia un grande favore al nostro Paese, si dimetta". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Stefano Bertacco.

 

Governo. Calandrini (FdI): da Fioramonti odio e volgarità, chieda scusa e si dimetta

(ASI) "Il ministro Fioramonti farebbe bene a dimettersi e a chiedere scusa. Ma dove hanno pescato i 5 Stelle una persona di così basso profilo? I suoi post su Facebook pubblicati stamattina da Il Giornale sono un concentrato di odio e di ignoranza. Ripudio una persona che ironizza sul terremoto de L’Aquila, inneggia al ferimento di un Carabiniere, che non ha il minimo rispetto né per le vittime di una tragedia, né per le Forze dell’Ordine dalle quali oggi magari si fa pure scortare. Esprimo la mia piena solidarietà alla collega Daniela Santanché alla quale Fioramonti dice di voler 'sputare in faccia'. E mi aspetto che tutte le forze politiche facciano altrettanto, perché gli insulti sessisti così meschini non sono tollerabili. Fioramonti non è degno di rappresentare l’Italia nel Governo, non è degno di essere ministro dell’Istruzione, non è un esempio per i nostri ragazzi, dal momento che sa vomitare soltanto odio e volgarità. Spero che abbia la decenza di dimettersi, in caso contrario mi auguro che sia il premier Conte a cacciarlo". Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini

Governo. Ruspandini (FdI): Fioramonti peggio di Toninelli, ultimo tragico regalo del M5S

(ASI) "Al peggio non c'è mai fine. Fioramonti peggio di Toninelli. L’ultimo tragico regalo del Movimento 5 Stelle all’Italia. Il nostro popolo con più di 3000 anni di storia, che più di tutti ha dato alla Civiltà umana, non merita di essere rappresentato da un simile personaggio. A Daniela Santanchè le giunga forte la mia personale solidarietà per il vile attacco subito, che offende una donna che sia in politica e sia nel campo professionale ha dimostrato le sue qualità e capacità". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Massimo Ruspandini.

Scuola. Nastri (FdI): Fioramonti non aspetti e si dimetta. Altrimenti Conte abbia dignità di metterlo alla porta

(ASI) "Lorenzo Fioramonti non aspetti e si dimetta subito. Sono troppi gravi e pesanti le parole rivolte a Daniela Santanchè, senza parlare delle offese destinate alle nostre Forze dell'Ordine, per indugiare a stare aggrappato alla poltrona. Perciò uno scatto di dignità: se non di Fioramonti, che come dimostrano questi post ne ha ben poca, del presidente del Consiglio Conte che metta alla porta una persona palesemente inadeguata. Alla collega Santanchè va la mia personale solidarietà, la cui storia politica e imprenditoriale rappresentano la migliore risposta alle deliranti affermazione di Fioramonti". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Gaetano Nastri.  

Scuola. Petrenga (FdI): Fioramonti inaccettabile come  ministro. FdI chiede dimissioni

(ASI) "Un ministro della Repubblica che ritiene le Forze dell'Ordine infedeli al rispetto della legge, ma legate ad un non meglio precisato potere; che attacchi, anche in modo violento e utilizzando vocaboli disprezzativi, uomini e donne sul piano personale, come accaduto alla senatrice Santanchè, a cui va la mia personale solidarietà, solo perché di destra o perché non la pensi come lui, è un ministro che non merita di rappresentare il popolo italiano. Infatti le sue dichiarazioni, del tutto inaccettabili, dimostrano il suo mancato rispetto dello Stato, delle sue Istituzioni, e di tutti coloro i quali, con il loro lavoro e loro impegno, mettono a repentaglio la propria vita proprio per fare rispettare le leggi dello Stato e garantire la sicurezza dei cittadini. Appare pertanto evidente che una tale persona non può e non deve rappresentare il popolo italiano, né può governare un ministero fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle prossime generazioni, e per questo chiediamo con forza le sue dimissioni". Lo dichiara la senatrice di Fratelli d'Italia, Giovanna Petrenga.

Governo. Ciriani (FdI): pronta  mozione di sfiducia a Fioramonti, ma premier Conte intervenga prima

(ASI) "Esprimo a Daniela Santanchè la mia profonda solidarietà per le inqualificabili dichiarazioni rilasciate dal ministro Fioramonti su facebook. In questo anno ho avuto l'occasione di apprezzare il lavoro, la serietà e la professionalità di Daniela. Le parole del ministro Fioramonti sono un'offesa per tutte le donne, che quotidianamente offrono testimonianza delle loro capacità, della loro intelligenza e della loro bravura. Ed è inqualificabile che una persona che oggi ricopre il ruolo di ministro sia stato autore di tali meschinità. Mi auguro che il presidente Conte, così come gli altri esponenti del governo e della maggioranza non assistano silenti. Perchè così come forte e giusto è stato il risentimento per il linciaggio che ha subito il ministro Bellanova, altrettanto lo sia per Daniela Santanchè. Per questa ragione, se non interverrà subito il presidente del Consiglio facendo dimettere il proprio ministro, presenterò oggi stesso una mozione di sfiducia personale a Lorenzo Fioramonti, il quale oltre al sessismo ha pesantemente accattato le nostre Forze dell'Ordine arrivando quasi a giustificare azioni terroristiche. Un personaggio simile non può restare un minuto di più al ministero dell'Istruzione". Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia, Luca Ciriani.

SCUOLA, CIRIELLI (FDI): “FIORAMONTI SI DIMETTA, INTERVENGA MATTARELLA”

(ASI) “Fioramonti deve dimettersi, altrimenti intervenga Mattarella”. Così il Questore della Camera Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia) interviene su alcuni post dell’attuale ministro dell’Istruzione pubblicati oggi da Il Giornale. “Alla luce degli insulti sconcertanti contro le forze di polizia, delle offese sessiste rivolte contro la nostra senatrice Daniela Santanchè e dell’ironia manifestata sulla tragedia del territorio dell’Aquila, il ministro non può rimanere più al suo posto. Se ha un briciolo di dignità faccia un passo indietro e vada a casa. In caso contrario il premier Conte gli revochi l’incarico ad horas oppure intervenga direttamente il Presidente della Repubblica. Un ministro che scrive certe cose sui social non è più degno di rimanere nelle istituzioni della nostra Repubblica”

Scuola. Rauti (FdI): ripugnanti dichiarazioni Fioramonti, Conte  intervenga

(ASI) "Nei ripugnanti post di Fioramonti, diffusi stamattina da 'Il Giornale', c'è tutto quello che un uomo delle Istituzioni non dovrebbe non solo dire, ma nemmeno mai pensare. Offendere pesantemente una donna come Daniela Santanché, impegnata da sempre in politica, come un bullo qualsiasi; insultare la Polizia definendola 'guardia del potere' e non 'forza al servizio del cittadino'; o ancora sminuire la tragedia del terremoto de L'Aquila per attaccare Silvio Berlusconi. Questo è Lorenzo Fioramonti, allora professore a Pretoria e oggi ministro dell'Istruzione, che per non smentire lo squallore culturale dal quale proviene oggi chiede di togliere il crocifisso dalle aule. Mi rivolgo al presidente Conte perchè non credo che un individuo del genere abbia la dignità di dimettersi. E quindi mi auguro che il presidente del Consiglio intervenga affinchè un personaggio del genere sia sollevato dall'incarico di ministro dell'Istruzione." Lo dichiara il vicepresidente vicario del gruppo al Senato di Fratelli d'Italia, responsabile per le pari opportunità Esecutivo nazionale di FdI,  Isabella Rauti,

SCUOLA, DONZELLI (FDI): "FIORAMONTI MINISTRO? PIU' ADATTO AI CENTRI SOCIALI"

(ASI) "Uno che ha espresso quelle posizioni non è degno di sedere nelle istituzioni: non può fare il Ministro ma non sarebbe neanche in grado di rappresentare una bocciofila. Inneggiare alla morte dei nostri uomini in divisa e insultare con frasi sessiste le donne, come ha fatto nei confronti di Daniela Santanchè, rende Fioramonti più adatto alle frequentazioni dei centri sociali: il premier Conte lo rimuova immediatamente, o lo considereremo connivente". Lo afferma il responsabile organizzazione di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commentando i post Facebook del Ministro Fioramonti pubblicati da Il Giornale.

 

Scuola. Iannone (FdI): Fioramonti bullo da pc si dimetta da ministro

(ASI) "Fioramonti si dimetta e lo faccia subito. E' inaccettabile che un bullo da pc, un leone da tastiera sia ministro dell'Istruzione. Lui che dovrebbe dare l'esempio a studenti, guidare il mondo della scuola, che da tempo è attento attraverso campagne di sensibilizzazione a contrastare il fenomeno degli hater, non può rimanere un minuto di più al ministero. A Daniela Santanchè va tutta la mia solidarietà e mi auguro che stavolta dinanzi a parole talmente offensive il mondo della politica non si divida e condanni tanto odio". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, capogruppo in Commissione Istruzione.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.