×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Repubblica + Democrazia + Lavoro
(ASI) L'idea che ho del lavoro è ben altra cosa. È un valore che dà affermazione della personalità umana, in contrapposizione all'idea di lavoro tipica di uno stato liberale, dove si realizza solo la ricchezza individuale. L'italia è una Repubblica fondata sul lavoro e tutti i cittadini hanno diritto al Lavoro ( art 4).

Troppo spesso e amaramemnte commentato ...lo stato dovrebbe impegnarsi e intervenire nel sistema economico per creare possibilità di lavoro per tutti i citttadini: è appunto lo Stato Sociale.

È una realtà importante. Contribuisce con forza a definire l'identità di una persona ma nessuna persona debba essere identificata col proprio ruolo, risotta alla propria mansione.la personalità umana è talmente ricca e complessa che nn deve essere compresa nella sola dimensione lavorativa. Il lavoro è una occasione di creatività, dedizione, responsabilità, utilità sociale, amore verso il prossimo... uno strumentoprezioso al servizio dell'autorealizzazione dell'individuo.

Oggi però nonè così, il mondo del lavoro è dominato dall'oppressione. La catena di montaggio, la burocratizzazione e l'autoritarismo sono sistemi organizativi disumani e incettabili. In nome de rpofitto si continuano a sacrificare molte vite umane mortificandone energie e competenze. Il lavoratore ha diritto e dignità e rispetto, valori che vengono giornalmente negletti.

 Oggi il mondo odierno per far fronte alla sfida internazionale costituita dalla mondializzazione dei mercati impone alle aziende la produzione di beni e servizi ad alto valore aggiunto. Necessitano lavoratori altamente qualificati. L'italia del capitaliscmo familiare sovvenzionato coi soldi dei contribuenti, delle piccole aziende dirette dal “ padroncino”diretivi spesso spicci od obsoleti, deve aprire gli occhi, pena l'esclusione dai mercati internazionali. Le aziende devono capire che la risorsa più importante di cui dispongono sono le persone che vi lavorano. Il lavoro è si fatica ma anche benessere. Tra loro vi è un legame ben definito. Una volta si diceva che “ si lavroa per vivere, per sbarcare il luanario”.

Oggi è più attuale che mai purtroppo. Viviamo grazie al lavoro che ci aiuta at rovare benessere e anche soddisfazioni. Attenzione e responsabilità sono alla base di tutto. Per alcuni il lavoro è “fonte di vita” ma non deve lenire i diritti di ogni essere umano, una connqueista tutt'altro che realizzata. I diritti di milioni di persone a vivere in libertà e in sicurezza vengono disattesi e scherniti, i bambini vengono sfruttati per i più inverecondi commerci, i vecchi emarginati, i poveri discriminati, le donne private della possibilità di condurre un'esistenza secondo la propria autonoma determinazione. Per non parlare dei diritti al lavoro, all'istruzione, alla salute, alla privatezza, a vivere in un ecosistema non degradato. Il detto di Rousseau, contenuto nel Contratto sociale: "L'uomo è nato libero ma dovunque è in catene" è purtroppo ancora attuale. I diritti, proclamati sulla carta, tardano ad essere applicati.

Necessita una rivoluzione culturale, la volontà di considerare il lavoro in modo diverso, non una condanna, ma un gioco, serio e impegnativo, ma soprattutto creativo, dove ciascuno possa investire la propria personalità. Non più la cultura ad oltranza del posto fisso, cui accedere per diritto, senza avere magari nessun requisito , ma maggiori flessibilità e impegno, maggiore volontà di raggiungere dei risultati, di porsi al servizio di individui e comunità, in modo non “ servile” ma intelligente e utile.Un capitalismo molto più simile a quello tedesco o giapponese che a quello americano. Fatto di efficienza e di impegno sì, ma anche di garanzie.

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Cina. Ambasciatore Jia: Dazi UE dannosi per entrambe le parti

L'Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia,S.E. Jia Guide, è recentemente intervenuto ai microfoni di Radio Rai in merito ai nuovi dazi anti-sussidi voluti dalla Commissione Europea ai danni ...

Al via gli Europei 2024 tra scintille di mercato e di Mister. Il punto di Sergio Curcio

Al via gli Europei 2024 tra scintille di mercato e di Mister. Il punto di Sergio Curcio

Argentina, Senato approva Legge Base

(ASI) Boccata d’ossigeno per il presidente dell’Argentina Javier Milei. Con il voto decisivo del presidente del Senato,Victoria Villarruel, la Camera alta ha approvato la cosiddetta Legge Base ...

Autonomia e premierato: Sereni (Pd), in piazza per dire no al patto scellerato che stravolge la Costituzione 

(ASI) "Perfino esponenti della maggioranza - come il Presidente della Calabria Occhiuto - ammettono che l'accelerazione impressa dalla destra sull'autonomia differenziata è dannosa e incomprensibile.

Autonomia: Stefani chiama a raccolta i leghisti in piazza in Veneto in risposta a Conte 

(ASI) Roma - "In questi giorni la sinistra e il M5S stanno alzando il clima della provocazione sull'Autonomia. Oggi, addirittura, chiamano a raccolta una piazza per la prossima settimana, ...

Autonomia: Stefani chiama a raccolta i leghisti in piazza in Veneto in risposta a Conte 

(ASI) Roma - "In questi giorni la sinistra e il M5S stanno alzando il clima della provocazione sull'Autonomia. Oggi, addirittura, chiamano a raccolta una piazza per la prossima settimana, ...

Floridia (M5S): tricolori in piazza argine a violenza maggioranza

(ASI) Roma - "Il tricolore che Leonardo Donno non è riuscito a consegnare a Calderoli lo porteremo martedì in piazza insieme a migliaia di altri per dire NO a un governo ...

Premierato, Gasparri a Malpezzi: affermazioni infondate

(ASI) "La mia simpatia per la senatrice Malpezzi mi impedisce di replicare alle sue affermazioni infondate. Sono ancora solidale con lei per la ingiusta defenestrazione da Capogruppo del Pd".

Autonomia, Mollicone (FDI): “Decisione UDP proporzionata a diverbio verbale. evidente strumentalità opposizioni” 

(ASI) Roma -  “Mi rimetto alla decisione dell'ufficio di presidenza anche se è evidente la strumentalità e la provocazione scatenate da Donno e da tutta l’opposizione, con manifestazioni ...

Autonomia, Aloisio (M5S): Governo sordo nonostante tecnici contrari

(ASI) Roma - “Stamattina, in seno alla Commissione per l’attuazione del Federalismo Fiscale, la Confederazione AEPI (Associazione Europee di Professionisti e Imprese), rappresentata dal Direttore generale Gianluca Musiello e ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113