×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Napolitano: in Cina grandi opportunità, le nostre imprese si facciano avanti

E’ stata una “missione di amicizia e comprensione” quella del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accompagnato dal Ministro Franco Frattini, nella Repubblica Popolare cinese, nel 40esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

Lo ha sottolineato lo stesso capo dello Stato dopo i colloqui con il Presidente Hu Jintao e il Primo Ministro Wen Jiabao, che lo hanno accolto con calore. C'è interesse da parte delle autorità cinesi a sviluppare le relazioni con l'Italia ad un più alto livello sul piano politico ed economico, a dare ''nuova linfa'' al partenariato strategico varato nel 2004, a riempire di contenuti gli importanti accordi firmati il 7 ottobre a Roma fra i due governi. Ora, ha affermato il Presidente, “dipende molto dall'iniziativa delle nostre forze imprenditoriali” nell’offrire beni e prodotti a più alto contenuto tecnologico, secondo le ''giuste'' aspettative di Pechino.

 

''Bisogna sfruttare la complementarietà dei due paesi. Credo - ha detto il Presidente alla radio cinese in lingua italiana - che questa sia la strada più virtuosa e più promettente" per cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo cinese, che si è rivelato "straordinario, incredibile, intensissimo". L'Italia, ha detto, si deve sforzare di comprendere meglio che cosa in pochi anni ha reso la Cina "un protagonista della vita politica mondiale". Il piano degli scambi bilaterali è importante: l'Italia è il 15esimo partner commerciale della Cina, il volume degli scambi nel 2009 è stato di 31 miliardi di dollari, ma ha registrato una flessione del 18% rispetto al 2008, per effetto della crisi economica internazionale che ha stoppato il +27% annuo del quinquennio precedente; e c'è da colmare uno sbilancio a nostro sfavore di 15 miliardi di dollari.

Sono ancora più importanti, ha ricordato in questi giorni Napolitano, le relazioni politiche, la collaborazione fra i due paesi in tutti i forum internazionali e multilaterali, dove già si registra una grande sintonia. L'Italia incoraggia la Cina a spendere la sua grande influenza (soprattutto in Asia e Pacifico) per la pace e la sicurezza e per contribuire ad affrontare le grandi sfide. Anche l'Europa deve fare la sua parte, ha aggiunto, superando ''riluttanze anacronistiche'' sulla concessione dello status di economia di mercato, e superando ostacoli e titubanze di alcuni paesi membri rispetto al varo del partenariato strategico. Su queste cose, da cui dipende in parte il futuro della stessa comunità europea, L'Unione Europea deve parlare con una voce sola, ha detto Napolitano, annunciando che l'Italia si impegnerà per farlo capire.

Nel discorso alla Scuola Centrale del Partito Comunista Cinese, e poi nei colloqui con il presidente Hu Jintao, Napolitano ha affrontato anche la questione dei diritti umani. La Cina, ha detto, deve proseguire "il cammino intrapreso" delle riforme politiche per rafforzare lo Stato di diritto e il rispetto dei diritti umani e verso l'apertura e la liberalizzazione dei mercati. "Sono convinto - ha affermato - che sia nell'interesse cinese portare avanti, in piena autonomia questo processo". "Con il successo crescono le responsabilità", ha aggiunto.

A Shanghai il Presidente ha visitato anche il Padiglione Italia dell’Expo, sottolineando che “ora dobbiamo prendere il testimone e iniziare la nostra corsa” per realizzare, a Milano nel 2015, “un Expo non irraggiungibile con le cose viste qui, ma all'altezza del nostro prestigio, delle aspettative e delle nostre possibilità".

La visita di Napolitano proseguirà venerdì a Macao, dove il Presidente visiterà la mostra "Matteo Ricci. Incontro di civiltà nella Cina dei Ming", allestita in occasione dei 400 anni dalla morte del gesuita maceratese che per primo allacciò un dialogo tra Occidente e Cina e l'unico non cinese, insieme a Marco Polo, ad essere raffigurato nel Millennium Monument di Pechino. L’esposizione, organizzata dalla Regione Marche, ha attirato circa 700.000 visitatori da febbraio a oggi, facendo tappa anche a Pechino, Shangai e Nanchino. La visita di Napolitano si concluderà sabato a Hong Kong.

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Sottosegretario Prisco: “A Spoleto grande professionalità dei Vigili del Fuoco, un errore coinvolgerli nella polemica politica”

(ASI) “Inaccettabile che decine di ettari di bosco e uliveto siano andati distrutti in poche ore a Spoleto per la disattenzione, l’incuria o altro.

CGIA Mestre: Anche nel 2024 Lombardia, Emilia Romagna e Veneto saranno il motore del Paese

(ASI) Mestre  - Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che traineranno il Pil reale nazionale che, stando ai principali istituti di ...

Libano: la generosità del popolo italiano

(ASI) I Caschi Blu della Brigata Alpina Taurinense aiutano gli sfollati dalle zone di confine tra Libano e Israele distribuendo aiuti umanitari alla popolazione.

Torna a Venezia il prestigioso Premio Canaletto: un tributo all’eccellenza Artistica

(ASI) Venezia, la città dell’arte e dei canali, si prepara ad accogliere nuovamente il Premio Canaletto. Curato da Salvo Nugnes, scrittore e reporter, questo prestigioso riconoscimento ha l’obiettivo ...

Medio Oriente: avviato a Roma il tavolo permanente per la pace, su iniziativa dell'Istituto Culturale Italo-Libanese

(ASI) Il Tavolo Permanente per la Pace in Medio Oriente" si è svolto presso la Camera dei Deputati, su iniziativa dell'On. Alessia Ambrosi, Vicepresidente dell'Unione Interparlamentare (UIP), e promosso dall’Istituto ...

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia, così va contro donne, giovani e libertà educativa

(ASI) «Ancora una volta il Partito Democratico si lascia trascinare dalle istanze dei collettivi transfemministi e finisce per andare nella direzione opposta alla tutela di famiglie, donne, giovani e bambini. ...

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Lavoro, Gasparri: con governo cdx cresciuta occupazione 

(ASI) “Durante l’ultima campagna elettorale ho visitato tante città e ho incontrato molte persone. Quando ero a Brescia, nota per la sua stabilità industriale, un'imprenditrice mi ha raccontato che ...

Trasporti: Minasi (Lega), no lezioni da opposizione che per anni ha ignorato tema treni

(ASI) Roma, 19 lug - “Il ministro Matteo Salvini sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione dei ritardi dei treni di queste ore. Ridicolo che a dare lezioni di efficienza ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113