×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Grande successo a Città di Castello per l’ottava giornata nazionale dello sport Paralimpico
Presenti circa 1.000 studenti umbri e molti atleti disabili che hanno dato vita a 14 diversi incontri sportivi
Testimonial sono stati la cantante ed atleta Paralimpica Annalisa Minetti ed il campione Alessandro Di Lello

(ASI) Perugia, Una giornata all'insegna dello sport, dell'amicizia, della solidarietà e del divertimento. Grande successo dell'ottava giornata nazionale dello sport paralimpico dal titolo "lo sport fa volare… tutti!" che si è tenuta questa mattina (giovedì) a Città di Castello. L'evento, che si è svolto in contemporanea in cinque città d'Italia (anche a Milano, Modena, Palermo e Cagliari), in Umbria è stato promosso dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip) regionale del presidente Francesco Emanuele e sostenuto dalla Regione Umbria, dalla Provincia di Perugia, dal Comune di Città di Castello, da Enel Cuore onlus (che quest'anno festeggia i 10 anni di attività), da Inail direzione regionale Umbria e dalla Fondazione Italiana Paralimpica, con il patrocinio di Unicef.

 

Testimonial dell'iniziativa tifernate è stata Annalisa Minetti, cantante e medaglia d'oro ai mondiali 2013 di Lione, che ha aperto la giornata incitando tutti i presenti, gli atleti e circa 1000 bambini provenienti da varie scuole umbre (Città di Castello, Perugia, Terni, Tavernelle, Norcia, Trevi e Foligno), a trascorrere una bella giornata insieme. «Mi sono dedicata alla corsa - ha detto Minetti - perché sentivo di aver talento e perché ritengo che noi siamo il volto pulito dello sport. Il nostro doping è la forza di volontà e il nostro motto è il detto "volere è potere". Se a volte avete paura di fare sport prendetela come un'opportunità per sentirvi coraggiosi. Saluto tutti i ragazzi delle scuole - ha concluso l'artista - perché voi siete il nostro futuro!».

 

Minetti nel suo discorso era affiancata dall'altro testimonial della manifestazione: Alessandro Di Lello, tesserato con l’Athletic Terni e medaglia d'oro ai mondiali di Lione nella categoria T46 (disabilità arti superiori). Prima dei due atleti hanno parlato le autorità presenti, rappresentative dei vari soggetti coinvolti nell'evento, a partire da Luciano Bacchetta, sindaco del Comune di Città di Castello, che ha ringraziato il Comitato Italiano Paralimpico italiano per aver scelto la città tifernate come protagonista dell'iniziativa. Subito dopo Carla Casciari, vice presidente della Regione Umbria, ha sottolineato che «la nostra regione ha una forte tradizione legata al sociale che in questo caso viene rappresentato dallo sport che è un linguaggio universale. Questa manifestazione ne è l'esempio più alto perché i soggetti coinvolti sono persone che si impegnano pur con diverse abilità». Anche Roberto Bertini, assessore allo sport della Provincia di Perugia, ha rimarcato l'importanza e la bellezza della giornata nazionale dello sport paralimpico che ha visto sempre l'Umbria tra le protagoniste mentre Tullio Gualtieri, direttore regionale Inail, ha detto che «l'istituto si sta impegnando per fare in modo di indirizzare sempre più persone alla pratica sportiva e, allo stesso tempo, si attiva per la ricerca di ausili e protesi sempre più efficaci». Infine Marco Borzacchini, vicepresidente nazionale del Cip, ha portato i saluti del presidente nazionale Luca Pancalli. Tra i presenti, oltre al presidente Francesco Emanuele, anche Franco Gizzi, responsabile Enel Cuore onlus Umbria – Sardegna; Caterina Piernera, in rappresentanza dell'Uffico Scolastico Regionale; Paolo Taddei, vice presidente vicario Cip Umbria; Ubaldo Cecilioni, vice presidente del Cip Umbria nonché atleta disabile; Giovanni Faloci, che ha partecipato ai mondiali di atletica leggera disputati a Mosca lo scorso agosto nella disciplina del lancio del disco; i pallavolisti dell'Altotevere Città di Castello, Matteo Piano e Bram Van Den Dries; Andrea Vescovi, medaglia d'argento agli europei della Germania di tiro a volo.

 

Durante la manifestazione, presentata da Claudio Tomasucci e benedetta dal vescovo monsignor Domenico Cancian, sono state praticate 14 discipline sportive diverse ovvero: basket in carrozzina, torball, tennis in carrozzina, tennis tavolo, tiro con l'arco per non vedenti e disabili fisici, calcio a 5 dirp, arrampicata sportiva (su una parete che dominerà la piazza), lancio delle freccette, judo, ginnastica, sitting volley (anteprima nazionale), conottaggio, canoa e bocce. Nelle gare sono state impegnate tutte le disabilità e gli studenti hanno avuto la possibilità di provare le varie discipline con formula integrata.

Durante la mattinata, inoltre, si è potuto vedere i pallavolisti Matteo Piano e Bram Van Den Dries giocare a sitting volley insieme ai bambini delle scuole mentre Annalisa Minetti si è cimentata nell'arrampicata sportiva. Prima dell'inizio di tutte le attività, infine, il direttore sanitario Marco Caserio dell'Istituto Prosperius Tiberino di Umbertide ha presentato l'esoscheletro Ekso, una sorta di tuta indossabile con busto e arti inferiori che permette di far camminare chi non ha più l'uso degli arti inferiori.

 

LA TESTIMONIAL – Annalisa Minetti, nata a Rho il 27 dicembre del 1976, è una cantante e atleta paralimpica italiana. Dopo la gavetta nei pianobar e una partecipazione a Miss Italia nel 1997, durante la quale balzò agli onori della cronaca a causa della sua cecità, ha partecipato al Festival di Sanremo 1998 risultandone vincitrice sia nella categoria Nuove proposte sia nella classifica principale, con la canzone “Senza te o con te”. Come atleta nel 2012 ha conquistato la medaglia di bronzo nei 1500 metri alle paralimpiadi di Londra, stabilendo il record del mondo della categoria ciechi (le due atlete che l'hanno preceduta erano entrambe della categoria ipovedenti). Nel 2013 ha vinto la medaglia d'oro ai campionati del mondo di atletica leggera paralimpica negli 800 metri T11 ottenendo il nuovo record del campionato grazie al tempo di 2'21"82.

 

ENEL CUORE - Enel Cuore è la Onlus di Enel che dà vita a iniziative di solidarietà sociale a sostegno coloro che vivono in condizioni svantaggiate, in particolare verso l’infanzia e la terza età, oltre che a favore di persone malate e disabili. Enel Cuore nasce nel 2003 per coordinare e gestire i fondi dell’azienda destinati alla beneficenza e alla solidarietà, nel rispetto dei valori espressi all’interno del suo Codice Etico. I contributi di Enel Cuore sostengono interventi mirati, che vanno direttamente a favore dei soggetti in difficoltà, nell’ambito di iniziative concrete e durature nel tempo.

Dal 2003 ad oggi Enel Cuore ha devoluto oltre 50 milioni di euro e realizzato 576 progetti in Italia e all’estero.

 

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Autonomia, Lorefice (M5S): scelta distruttiva anche per scuola

(ASI) Roma - “In bocca al lupo agli oltre 500.000 giovani da oggi impegnati negli esami di maturità, passaggio che segna l’inizio di un nuovo capitolo nel percorso di crescita ...

Autonomia, De Carlo (FdI): “Risultato possibile solo grazie al Governo Meloni”

(ASI)“L'autonomia differenziata è legge, un risultato possibile solo grazie all'impegno, al lavoro e alla serietà del Governo Meloni. Per anni questo è stato un obbiettivo solo a parole dei governi che ...

Autonomia, Costa (M5S): "Giorno sciagurato per il Paese"

(ASI) Roma - "L'approvazione dell'autonomia differenziata rende questo giorno nefasto per tutto il Paese. Gli effetti si vedranno nei prossimi mesi: scuola, ambiente, sanità, politiche sociali: tutto sarà frammentato e ...

Autonomia, Lazzarini (Lega): grazie a Salvini e a Calderoli, risultato che dedichiamo a nostri militanti

(ASI) Roma  – “Oggi abbiamo scritto una pagina storica per il Paese, il Veneto e tutte le regioni italiane: dopo 40 anni di battaglie politiche della Lega, un referendum tra i ...

Decreto Coesione, Albano (FdI): Zone Logistiche Semplificate anche in Umbria e Marche

(ASI) Roma - “La Commissione Bilancio del Senato ha appena approvato un emendamento al decreto Coesione che prevede la possibilità di istituire le Zone Logistiche Semplificate (ZLS) non solo ...

Autonomia differenziata è legge, Mariolina Castellone: l’Italia non è più una e indivisibile

(ASI) "L’autonomia differenziata è legge. L’Italia non è più una e indivisibile - lo scrive in una nota Facebook la Vice Presidente del Senato Mariolina Castellone - . Si realizza il ...

Commercialisti, Cataldi: “Rendere professione più attrattiva per i giovani”

Venerdì 21 giugno a Brindisi il Convegno regionale Puglia e Basilicata dell’UNGDCEC (ASI) “Dare una visione di medio e lungo termine alla professione di commercialista è fondamentale: è uno sviluppo che passa ...

Il Trattato di cessione di Nizza e della Savoia alla Francia, non registrato all'Onu?

(ASI) Parigi - La Repubblica Francese oltre al trattato della cessione della Corsica alla Francia da parte di Genova il 15 maggio 1768 (argomento che abbiamo già ampiamente trattato), non avrebbe registrato ...

L’On. Renata Bueno commenta le Elezioni Europee

(ASI) Onorevole Bueno, come considera il risultato delle recenti elezioni europee, dove le forze conservatrici hanno prevalso? "Il risultato delle elezioni europee evidenzia una forte domanda di sicurezza e ...

Lavoro: Laureti (PD): a Latina barbarie che merita risposta immediata

(ASI) "Un grave incidente sul lavoro trasformato in una barbarie: un uomo di nazionalità indiana ha perso un braccio mentre lavorava presso un'azienda agricola in provincia di Latina, nei pressi ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113