Venti di guerra sull'Europa, scenario attuale e possibili future evoluzioni
(ASI) Roma - In questo speciale esamineremo i venti di guerra che spirano minacciosi sull'Europa, lo scenario geopolitico e geoeconomico attuale con le possibili evoluzioni future.                                                                         
 
É dall"ordine europeo venuto fuori da Yalta e dalla Seconda Guerra Mondiale, a seguito del quale la cortina di ferro della Guerra Fredda è scesa sul Vecchio Continente che l'Europa, da attore principale "attivo" della politica Internazionale, è diventato il principale attore "passivo" che subisce le scelte che vengono prese fuori dall'Unione Europea, in particolar modo a Washington e a Mosca. 
La guerra in Ucraina, come affermato anche dal Presidente russo Vladimir Putin, rappresenta sicuramente un punto di non ritorno, di rottura, dell'equilibrio nato a seguito dei sommovimenti continentali dell'89 che hanno provocato la caduta del Muro di Berlino, la fine del Patto di Varsavia e dell'Urss nel 92, e la nascita del mondo unipolare a guida statunitense, con l'espansione sempre più della Nato ad Est.
Ciò che è certo è che l'Europa parte già sconfitta, subendo ogni decisione che viene dall'esterno, con gli Stati Uniti che vogliono renderla un mercato di smercio per i propri prodotti e la propria tecnologia (la rivoluzione tecnologica delle in seno all'Unione Europea delle auto elettriche e ad idrogeno è vergata dagli Usa), la Russia che con le forniture di gas che continuano e le manovre speculative che le notizie allarmanti favoriscono, sta incrementando a dismisura i suoi guadagni, stesso discorso che vale per  i paesi del Medioriente e della Penisola Araba fornitori di petrolio.  
In tale ottica, si aprono nuovi scenari di assetti europei imprevedibili, in cui l'Italia guidata da Mario Draghi, già presidente della Banca Centrale Europea e portavoce di Washington in Europa, può svolgere un ruolo di primo piano: 
 
 
 
Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia 
Tags

Ultimi articoli

moni di Geova, sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni di persone, un numero di casi che sta aumentando vertiginosamente alle stelle. Il sito JW.ORG fornisce, a tal proposito, contenuti

 (ASI) Perugia - Intervento di Roberto Guidotti, portavoce dei Testimoni di Geova,  sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni ...

Verso il Club delle Città Bilionarie: l'esperienza di Changzhou nello sviluppo delle nuove forze produttive di qualità

(ASI) Conosciuta come la Città del Dragone, Changzhou, centro di livello prefetturale da circa 5,2 milioni di abitanti, si trova nella provincia del Jiangsu, all'interno della regione deltizia del Fiume Azzurro, ...

Domani Schlein incontra la stampa estera

  (ASI) La segretaria del Partito democratico Elly Schlein incontrerà i corrispondenti della stampa estera domani, lunedì 15 aprile alle ore 10.30, presso la sede dell'Associazione della stampa estera (Via del Plebiscito, 102 – ...

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

Attacco a Israele, Italia convoca leader del G7

(ASI) La Presidenza italiana del G7 ha convocato, per il primo pomeriggio di oggi, una conferenza in collegamento a livello leader per discutere dell’attacco iraniano contro Israele.

Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga.

(ASI) Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga. Se il regime israeliano ...

Bertoldi (Alleanza per Israele): È imperativo che l'Italia sostenga Israele.

(ASI) "Un attacco militare della Repubblica è Islamica dell'Iran contro Israele rappresenta una sfida bellica estesa all'interno occidente. È imperativo che l'Italia sostenga Israele, anche attraverso un intervento militare difensivo se richiesto, ...

Vicino Oriente, l'Iran oltre i doni avrebbe lanciato razzi contro Israele

(ASI) Roma - Secondo fonti anche israeliane, l'Iran lanciato anche missili da crociera contro Israele nell'ambito dell'attacco iniziato questa notte.

L’Europa satanista partorisce la democrazia totalitaria: il nostro mondo al capolinea

(ASI) Satana è l’avversario, l’oppositore in giudizio, il “loico” del male che inquina la storia e rende l’uomo marionetta impotente. Il parlamento europeo che vota in massa la ...

Corsica: è nato il Partito "Per l'Indipendenza"

(ASI) Ajaccio - Abbiamo intervistato Johan Bernardini, segretario generale del nuovo partito politico corso "Per l'Indipendenza" che ci ha parlato del loro programma politico, a cui abbiamo posto alcune domande.&...