×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Festival del Giornalismo. Volevo diventare Rimbaud e invece mi hanno dato un tesserino

(ASI) “Tutto ciò che è parola rappresenta solo sollievo di qualche squinternato; questo testimonia la pochezza di noi italiani”: con questa frase a effetto, e tra uno scroscio di applausi, Pierangelo Buttafuoco conclude così l’incontro che, in questa penultima giornata del festival, si è tenuto presso la sala Raffaello dell’Hotel Brufani.

Un appuntamento atteso, quello che ha visto la partecipazione di due ‘liberi pensatori’, i noti scrittori siciliani Fulvio Abbate e Pietrangelo Buttafuoco: il primo direttore di una tv privata, Teledurrutti, il secondo giornalista di Panorama.

L’incontro si è svolto in un clima informale: una chiacchierata ‘in siciliano’ tra due amici, che non perdono occasione di dimostrarsi stima reciproca, su di un tema a loro caro: aspettative e delusioni di uomini.

“Volevo diventare Rimbaud e invece mi hanno dato un tesserino” vuole essere lo spunto per una riflessione più ampia, che assume ancora più valore davanti a una platea gremita di giovani. Quanto nella vita ciascuno di noi abbia il diritto di aspirare in alto, come fece il celebre poeta francese, e quanto in realtà si finisca poi per adattarsi a compromessi è quanto emerge dall’incontro.

“Questa realtà, propria di tutti i campi, è poi ancora più vera per i giornalisti- afferma Buttafuoco- La situazione è andata nel tempo peggiorando e due ne sono le cause: la mancanza di un pubblico curioso di informazioni, e un impoverimento, culturale e sociale, della nostra Italia”.

Responsabile di questo peggioramento è, sempre secondo il giornalista di Panorama, l’atteggiamento di una parte di quella sinistra che si è adagiata sul conformismo.

Disincanto politico che ritroviamo anche nelle parole di Abbate, fiero del suo ultimo lavoro, “La sinistra italiana è la più triste del mondo”, pubblicato su il Fatto Quotidiano, corredato graficamente da una fetta d’ananas.

Alla crisi politica si affianca quindi quella culturale: “Sono lingue morte, quelle della narrativa, del teatro, della televisione”- afferma Buttafuoco, che subito dopo prosegue: “L’unica prova di grande scrittura è quella offerta ancora dal giornalismo, che è lingua viva”.

Un barlume di speranza in un clima di disincanto affiora quindi dalle parole dei due scrittori che, per i giovani presenti, costituiscono il simbolo di chi ce l’ha fatta: un esempio di pensiero libero e non conformista, che trova luoghi in cui esprimersi; una cosa rara, e direi un lusso per pochi, nell’Italia di oggi, quella che Buttafuoco stesso non esita a definire con un pizzico di amarezza “una periferia e una provincia, priva di sovranità politica e culturale”.

In conclusione l’annuncio di Abbate, che invita tutti i presenti alla celebrazione del premio Durruti a Roma, in piazza Farnese, il 3 maggio: occasione in cui verranno premiati Claudio Lolli, musicista e cantante, e la giornalista Flavia Perina.

 

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Autonomia, Lorefice (M5S): scelta distruttiva anche per scuola

(ASI) Roma - “In bocca al lupo agli oltre 500.000 giovani da oggi impegnati negli esami di maturità, passaggio che segna l’inizio di un nuovo capitolo nel percorso di crescita ...

Autonomia, De Carlo (FdI): “Risultato possibile solo grazie al Governo Meloni”

(ASI)“L'autonomia differenziata è legge, un risultato possibile solo grazie all'impegno, al lavoro e alla serietà del Governo Meloni. Per anni questo è stato un obbiettivo solo a parole dei governi che ...

Autonomia, Costa (M5S): "Giorno sciagurato per il Paese"

(ASI) Roma - "L'approvazione dell'autonomia differenziata rende questo giorno nefasto per tutto il Paese. Gli effetti si vedranno nei prossimi mesi: scuola, ambiente, sanità, politiche sociali: tutto sarà frammentato e ...

Autonomia, Lazzarini (Lega): grazie a Salvini e a Calderoli, risultato che dedichiamo a nostri militanti

(ASI) Roma  – “Oggi abbiamo scritto una pagina storica per il Paese, il Veneto e tutte le regioni italiane: dopo 40 anni di battaglie politiche della Lega, un referendum tra i ...

Decreto Coesione, Albano (FdI): Zone Logistiche Semplificate anche in Umbria e Marche

(ASI) Roma - “La Commissione Bilancio del Senato ha appena approvato un emendamento al decreto Coesione che prevede la possibilità di istituire le Zone Logistiche Semplificate (ZLS) non solo ...

Autonomia differenziata è legge, Mariolina Castellone: l’Italia non è più una e indivisibile

(ASI) "L’autonomia differenziata è legge. L’Italia non è più una e indivisibile - lo scrive in una nota Facebook la Vice Presidente del Senato Mariolina Castellone - . Si realizza il ...

Commercialisti, Cataldi: “Rendere professione più attrattiva per i giovani”

Venerdì 21 giugno a Brindisi il Convegno regionale Puglia e Basilicata dell’UNGDCEC (ASI) “Dare una visione di medio e lungo termine alla professione di commercialista è fondamentale: è uno sviluppo che passa ...

Il Trattato di cessione di Nizza e della Savoia alla Francia, non registrato all'Onu?

(ASI) Parigi - La Repubblica Francese oltre al trattato della cessione della Corsica alla Francia da parte di Genova il 15 maggio 1768 (argomento che abbiamo già ampiamente trattato), non avrebbe registrato ...

L’On. Renata Bueno commenta le Elezioni Europee

(ASI) Onorevole Bueno, come considera il risultato delle recenti elezioni europee, dove le forze conservatrici hanno prevalso? "Il risultato delle elezioni europee evidenzia una forte domanda di sicurezza e ...

Lavoro: Laureti (PD): a Latina barbarie che merita risposta immediata

(ASI) "Un grave incidente sul lavoro trasformato in una barbarie: un uomo di nazionalità indiana ha perso un braccio mentre lavorava presso un'azienda agricola in provincia di Latina, nei pressi ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113