Ammissione del Governo, Tiboni (MIC): Green pass: non si può licenziare, no obbligo vaccinale e finita l'emergenza questo meccanismo si deve azzerare

Tiboni Ammissione Governo(ASI) Le sanzioni legate al mancato utilizzo del green pass non devono in alcun modo essere agganciate o agganciabili a percorsi che portano al licenziamento, è questo uno dei concetti espressi dal Ministro del Lavoro Orlando. 

Una piena ammissione del Governo, se non una retromarcia rispetto alle recenti dichiarazioni apparse sui giornali, dove si era voluto far passare il concetto che senza green pass i dipendenti fossero suscettibili a licenziamento. Riportiamo il collegamento* dell'intervento, nonché il contenuto integrale delle dichiarazioni del Ministro del Lavoro: 'Noi stiamo utilizzando lo strumento più efficace ma anche che da questo punto di vista lascia ancora un margine di valutazione e discrezionalità che deve decidere naturalmente con una chiara scelta di campo, noi vogliamo che le persone si vaccinino, l'hanno detto, ma ci fermiamo prima dell'obbligo vaccinale, sapendo che l'obbligo vaccinale comporterebbe un ulteriore polarizzazione delle posizioni in campo, è del tutto evidente che quello davvero rappresenta un muro, un solo tra chi decide si e chi no, certo questo discrimina, nel senso dell'etimo, nel senso che da un trattamento di un certo tipo a chi decide di vaccinarsi e un altro a chi decide di non vaccinarsi, lasciando la facoltà della possibilità di utilizzare il tampone, questo principio si riflette pienamente nella normativa che riguarda i luoghi di lavoro e su questo la specificazioni che riguarda le sanzioni. Noi abbiamo voluto costruire una normativa che sostanzialmente che dice 'per andare a lavorare è necessario il green pass' e poi abbiamo detto anche 'chi deve fare il tampone per andare a lavorare ha diritto ad un trattamento diverso per chi deve il tampone per il green pass per andare al cinema' accede ad un prezzo calmierato e abbiamo detto le sanzioni per chi non riconosce questo strumento, quindi quello del green pass sono sanzioni che comportano la sospensione ma non devono avere nessun nesso con le attuali procedure che in qualche modo attengono alle sanzioni disciplinari, perché questa è l'esplicitazione di un principio, le sanzioni legate al mancato utilizzo del green pass non devono in alcun modo essere agganciate o agganciabili a percorsi che portano al licenziamento, la sanzione è in sé la sospensione che non deve pregiudicare il posto di lavoro, quando sarà finita la emergenza si azzererà questo tipo di meccanismo, speriamo al più presto possibile, ma ne frattempo noi garantiamo che gli strumenti che sono previsti non implicano la possibilità di un licenziamento dell'utilizzo surrettizio di questo strumento per pensare a firme di riorganizzazione e ristrutturazione delle imprese, per quello ci sono altri strumenti, c'è una normativa non serve utilizzare, non sarebbe giusto utilizzare questa normativa che ha una finalità ed una vocazione che è quella che ha dettoli Ministro Speranza'.Appare pertanto evidente che la pressione mediatica ha il solo scopo di terrorizzare le persone facendogli credere che perderanno il posto di lavoro ed indurle così alla vaccinazione.La parola d'ordine è pertanto "resistere". Lo dichiara in esclusiva con una nota ad Agenzia Stampa Italia (ASI) il Coordinatore Nazionale del Movimento Italia nel Cuore (MIC) Mauro Tiboni. 

Green pass: ammissione del Governo, confermato che non si può licenziare

https://www.youtube.com/watch?v=kh1VEGxSD3Y

 

 

Nota : ASI precisa: la pubblicazione di un articolo in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o di chi ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

ITA, Rampelli (VPC-FDI): Se Draghi chiude accordo prima del voto, significa che c'e' un accordo inconfessabile

(ASI)"Il trasporto aereo di una nazione che gioca la sua economia sul marchio italiano, turismo, beni culturali, manifattura, enogastronomia, Made in Italy, è questione strategica e non può essere ipotecata ...

Lanzi e Croatti(M5S): "Parlamentarie, record partecipazione: M5S più vivo che mai"

(ASI) "La consultazione di ieri ha visto la partecipazione di 50.014 iscritti: il dato più alto di sempre per quanto riguarda la scelta delle liste politiche.

Maltempo: Coldiretti, gravi danni alle campagne

(ASI) Il maltempo con trombe d’aria, nubifragi, grandinate e precipitazioni violente si è abbattuto a macchia di leopardo su città e campagne distruggendo interi raccolti, di frutta e verdura, vigneti, ...

PNRR, Mollicone (Fdi) A Calenda: “Se PNRR rischia a dicembre colpa incapacitá Governo dei sedicenti “Migliori”, lasciano 434 decreti attuativi da emanare. Ci penserá il Governo di Centrodestra"

(ASI) “Segnalo a Carlo Calenda che se la rata di dicembre del PNRR è a rischio, non è certo a causa della destra, ma dell'incapacità del governo dei sedicenti migliori che non ...

Brambilla, Unione Cattolica: "Autunno caldo e inverno freddo" 

(ASI) Roma - "Questi sono i numeri del nostro Paese: il debito pubblico è salito nel mese di giugno a 2.766 miliardi di euro (dati Banca d'Italia), con un aumento di 11,2 miliardi ...

Flat Tax, Bitonci e Gusmeroli (Lega): Basta disinformazione della sinistra che non conosce la materia

(ASI) Roma – “Sulla flat tax leggiamo un sacco di bugie della sinistra. Sanno di perdere e si arrampicano sugli specchi, ma cosi non fanno il bene dell’Italia. Il nostro è ...

Diritto di Società: Il recupero crediti (A cura dell'avvocato Alesandro Di Dato)

Diritto di Società: Il recupero crediti (A cura dell'avvocato Alesandro Di Dato)

Istituto Friedman: preoccupazione per democrazia e stato di diritto in Moldova

(ASI) Roma - "Ultimamente seguiamo con preoccupazione lo sviluppo dello Stato di diritto nella Repubblica di Moldova, Stato che ha recentemente ottenuto lo status di candidato all'integrazione nell'Unione europea.

Il Fronte Comunista:  solidarietà ai lavoratori Eurospin della Regione Umbria

(ASI) Umbria - "Durante la crisi pandemica, la grande distribuzione organizzata ha continuato ad operare ininterrottamente per garantire alla popolazione l’accesso ai beni di prima necessità.

Crimea, esplode deposito munizioni. Russia: “È sabotaggio”

(ASI) A parere di Mosca si è trattato di un “sabotggio”. Non si placa la tensione in Ucraina, dove proseguono le ostilità. Un incendio, che ha causato l'esplosione di munizioni, è divampato ...