bertoldi1 copy(ASI) “La richiesta del bonus 600 euro da parte di alcuni parlamentari ha fatto aprire gli occhi sulla pessima qualità delle norme ‘a pioggia’ che erano state approvate, ma nessuna lezione è stata tratta da chi di dovere.

Il decreto Agosto, appena pubblicato, consente a chiunque di beneficiare di ulteriore cassa integrazione o di decontribuzioni. E quindi potranno usufruirne anche quelle imprese che non presentano cali di fatturato. Siamo dinanzi alla solita storia: è troppo difficile dare di più a chi ha bisogno ed evitare di dare a chi non ne ha. Piuttosto questa maggioranza, incompetente, preferisce dare poco ma a tutti. Ed è stato così anche con la gestione del lockdown: troppo difficile chiudere dove serve e lasciare aperto dove è possibile, meglio mettere in lockdown l’intero Paese. Oppure, e peggio ancora, lasciare aperto tutto comprese le discoteche. Nessuno sembra accorgersene, ma questa sinistra giallo-rossa che si fa vanto di voler difendere il principio della progressività fiscale, secondo cui chi ha di più dovrebbe dare di più, se ne frega bellamente della progressività assistenziale, e cioè che chi ha di più deve ricevere di meno. Per Pd e M5S se la flat tax è il demonio il flat welfare sembra essere la regola aurea, quando invece è per definizione la versione più inefficiente che esista delle politiche assistenziali”. Lo dichiara in una nota il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2022 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.