(ASI) Nella "Giornata mondiale dell'Ape", Uncem Piemonte si unisce alle forti preoccupazioni espresse recentemente da Aspromiele in merito alla continua moria di api e alla forte riduzione di produzione di miele, riscontrata ad esempio nella scorsa annata.

Per le aree montane, l'apicoltura è un reddito per moltissime famiglie. Molte aziende agricole e agrituristiche piemontesi hanno nella produzione del miele un pezzo di attività che rende l'azienda multifunzionale. Dobbiamo dunque lavorare per proteggere specie di api autoctone e apicoltori, favorendo quelli che sono insediati nelle aree montane o che fanno la transumanza. Con Regione Piemonte abbiamo lavorato negli ultimi anni per valorizzare l'apicoltura con precise risorse del Programma di Sviluppo rurale. Occorre continuare a farlo anche nella nuova PAC 2021-2027, consapevoli che le aree montane, oltre gli 800 metri di altitudine, libere da pesticidi, sono ideali per l'apicoltura e queste aree vanno protette, rese realmente bio evitando aumentino fattori inquinanti capaci di compromettere l'apicoltura.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.