TernanaRieti(ASI) RIETI - In un girone più che mai difficile come può essere il C, vale a dire quello riservato alle squadre più importanti del centro sud, era più che mai necessario partire subito con il piede giusto. Compito pienamente assolto dalla Ternana, che davanti oltre duemila tifosi festanti si è aggiudicato l'anticipo della prima giornata del campionato di serie C. 3-1 è stato il risultato finale, esattamente come una settimana fa in Coppa Italia, al termine di una partita che ha visto premiata l'esperienza ed il maggior tasso tecnico dei ragazzi di Fabio Gallo, che però hanno dovuto a tratti faticare al cospetto di un Rieti che, sul terreno dello Scopigno, non ha affatto demeritato. Ma nel calcio vince chi segna ed verdetto conclusivo non può che essere la logica conseguenza di questo.

 

SCHIERAMENTI SPECULARI IN AVVIO - Mariani e Gallo schierano le proprie squadre a specchio, vale a dire con il 4-3-1-2. Partiamo dai padroni di casa, che optano per Tirello alle spalle di Marcheggiani e Gondo, un ex della sfida e forse all'ultima partita in amaranto celeste. Sull'altro fronte la Ternana, che parte a riflettori più spenti rispetto alla passata stagione, deve rinunciare al centro della difesa a Suagher, alle prese con problemi muscolari (lo sostituisce Russo) e allo squalificato Parodi (al suo posto Nesta) e mette in campo Furlan a sostegno di Marilungo e Ferrante, con il neo acquisto Torromino che siede almeno inizialmente in panchina.

 

LA VITTORIA DELLA CONCRETEZZA - Che sia una partita diversa rispetto a quella di Coppa Italia lo si capisce si dalle prime battute: i rossoverdi sono di gran lunga più forti come organico, ma i padroni di casa non stanno a guardare e cercano di metterla sul piano fisico. Dopo 10' viene fuori tutta l'esperienza della squadra di Gallo: è Guido Marilungo a concretizzare in rete un'azione insistita iniziata con un cross di Proietti smanacciato non benissimo da Pegorin e conclusa con la deviazione sotto misura dell'attaccante marchigiano su contro traversone basso di Mammarella. Il Rieti cerca reagire individuando il potenziale punto debole dell'avversario, vale a dire l'out di sinistra dove Nesta è apparso più volte in difficoltà al cospetto del velocissimo Guiebre, ma al 18' deve incassare la seconda rete con una spettacolare rovesciata sul centro destra dell'area di rigore che si infila in rete dopo che la palla ha assunto una parabola beffarda. L'uno due non stordisce i laziali: Gondo ci tiene a far bella figura al cospetto della squadra che lo ha fatto debuttare da professionista e dapprima sfiora la porta di testa al 24', poi la trova al 29' dopo essere sfuggito centralmente ad un Sini apparso un po' troppo ingenuo. I ragazzi di Mariani vedono così premiati i propri sforzi che gli avevano permesso di creare altre due importanti occasioni da gol (bravo al 25' Iannarilli su botta ravvicinata di Tirelli). Le Fere tornano a fare gioco e al 39' sfiorano il terzo gol con una bella iniziativa personale di Marilungo stoppata da un ottimo intervento di Pegorin. Ad inizio ripresa si vede subito che le corsie laterali continuano ad essere il tallone d'achille della Ternana, che rischia di subire il pari dopo 8', ma è bravo Sini a stoppare Marcheggiani che aveva battuto a colpo sicuro, facendosi perdonare l'errore sul gol del pari reatino. Il centrocampo non sembra fare filtro adeguatamente e Gallo corre ai ripari, richiamando in panchina Nesta ed inserendo Paghera con l'arretramento di Defendi sulla linea dei difensori con il chiaro scopo di ridare equilibrio. Mossa vincente. Proprio il neo entrato, ricevuta palla in verticale da Proietti, sfugge come un anguilla alla guardia di due avversari e, giunto al limite dell'area, serve sulla sinistra Marilungo che batte inesorabilmente Pegorin sul palo lungo, tra il tripudio dei tifosi rossoverdi. La partita termina con le Fere in controllo, anche se al 27' era stato Zanchi a chiamare Iannarilli al miracolo su azione d'angolo. Finisce 3-1 per gli umbri che iniziano dunque al meglio un campionato che si preannuncia quantomai complesso ed insidioso.

 

IL TABELLINO

Rieti (4-3-1-2): Pegorin; Tiraferri, Aquilanti, Gigli (Cap.), Zanchi; Marchi, Palma (31′ st De Paoli), Guiebre; Tirelli; Marcheggiani, Gondo (25′ st De Sarlo). A disp.: Lazzari, Addario, Bellopede, Granata, Marino, Sette, Poddie, Bartolotta, Del Regno. All.: Alberto Mariani

Ternana (4-3-1-2): Iannarilli; Nesta (15′ st Paghera), Russo, Sini, Mammarella; Defendi (Cap.), Proietti, Salzano; Furlan (25 st Partipilo); Marilungo (25′ st Torromino), Ferrante (33′ st Bergamelli). A disp.: Tozzo, Palumbo, Vantaggiato, Argento, Mucciante, Onesti, Niosi. All.: Fabio Gallo

Arbitro: Andrea Colombo (Como)

Marcatori: 11′ pt Marilungo (T.), 19′ pt Russo (T), 29′ pt Gondo (R.), 20′ st Marilungo

Ammoniti: Guiebre, Tirelli, Gondo, Gigli e Marchi (R.); Ferrante e Partipilo (T.)

Enrico Fanelli - Agenzia Stampa Italia