(ASI) Perugia. Si terrà tra poche ore, questa sera alle 21 al Main Stage dell’Arena Santa Giuliana di Perugia quello che forse sarà il concerto più significativo della presente stagione jazzistica, ossia la esibizione di HERBIE HANCOCK e WAYNE SHORTER in DUO.

Come riportato nel sito ufficiale: “La storia musicale tra Hancock e Shorter parte da lontano: era il 1962, anno del primo lavoro da leader, quando Miles Davis sceglieva come pianista un giovanissimo Herbie Hancock che già dimostrava una sua grandissima virtù: coniugare qualità e successo commerciale. A questo gruppo si aggiunse poi Wayne Shorter, uno dei musicisti più stimati dalla critica e amati dal pubblico. Mentre negli anni ’60 tutti cercavano di suonare alla Coltrane, Shorter fu forse l’unico che continuò ad andare per la sua strada, senza imitare nessuno. Allora Wayne Shorter faceva parte dei due complessi più importanti del periodo hard bop, il quintetto di Horace Silver e soprattutto i Jazz Messengers di Art Blakey. Nasceva così il quintetto epocale di Miles, in cui Wayne svolse anche il ruolo di principale compositore e orchestratore”. Stasera ad UJ avremo la possibilità di ascoltare ancora una volta, essendo stati già ampiamente ospitati dalla manifestazione perugina, due riferimenti per il jazz che sono entrati nella storia di questo genere e nella quale rimarranno. Una occasione sia per intenditori che per il pubblico comune, quindi un momento che si prospetta di grande qualità musicale. 

Giuseppe Marino Nardelli – Agenzia Stampa Italia