IMG 9783 copy(ASI) Cristiano Ronaldo rappresenta per la Juventus molto più di una suggestione di mercato.

L’asso portoghese, secondo rumors provenienti dalla capitale spagnola, sarebbe stufo di abitare in uno dei centri culturali più importanti del mondo, di passeggiare lungo “Puerta del Sol” o nell’immenso “Parco del Reitro”.

Gli aspetti determinanti che spingerebbero Cristiano verso l’Augusta Taurinorum, antica capitale del Regno di Sardegna, prima capitale del neonato regno d’Italia (1861-1865), sarebbero due.

Il primo, puramente sportivo, alimentato dall’ambizione e dal desiderio di conquistare una Champions League con la maglia bianconera. La coppa dalle grandi orecchie non visita Torino dal 1996.

Il secondo motivo sarebbe di carattere culinario.
Cristiano vorrebbe scoprire la ricetta segretissima del Bicerin,-prelibatezza capace di ammaliare i sofisticati palati di Cavour, Puccini, Nietzsche e Picasso-, custodita dal 1764 presso i locali storici dove tale poesia culinaria fu generata.

Ci riuscirà?

Probabilmente sì, perché la Juventus quando vuole qualcosa la ottiene, e se i vertici bianconeri si sono messi in testa che acquisteranno Cristiano, lo faranno. Per buona pace di interisti, milanisti, madridisti, e chef vari.

Ma ricordate, cari lettori, come direbbe Sid Hudgens di L.A. Confidential, è una notizia di prima mano, molto ufficiosa. Resti tra noi e quindi: zitti, zitti…”

 

Raffaele Garinella- Agenzia Stampa Italia