(ASI) “Nino Milazzo è stato giornalista attento, a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio, maestro di giornalismo e grande uomo di cultura, ma soprattutto è stato il “Direttore” per eccellenza, spendendo la sua immensa professionalità e competenza nella formazione di tante generazioni di giornalisti a Catania come a livello nazionale.
E’ stato un orgoglio catanese a tutto tondo, brillando da vice direttore del Corriere della Sera e de La Sicilia, oltre che del telegiornale di Telecolor in uno dei frangenti più belli ed intensi della televisione privata locale. Lo ricordiamo presidente del Teatro Stabile di Catania, dove ha profuso la sua esperienza ed ha speso il suo nome nell’opera di esportazione oltre la città dell’ente teatrale, con uno sguardo sempre rivolto alle istanze degli attori, delle maestranze e dei lavoratori. Protagonista di una irripetibile lunga epoca, gli insegnamenti che ci ha lasciato non dovranno essere dispersi nel mare della superficialità di questi tempi. Il “Direttore” Milazzo è uno dei figli che Catania dovrà conservare a perenne memoria.” Lo dichiara il segretario della Ugl etnea Giovanni Musumeci, a nome dell’Unione territoriale, esprimendo un sentimento di cordoglio e di vicinanza alla famiglia del giornalista.