×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

(ASI) Dopo la decisione della Corte Costituzionale circa la bocciattura della legge sul legittimo impedimento, riprendono i processi contro il premier Silvio Berlusconi: oggi a Milano inizia quello sui fondi neri dei diritti tv Mediaset, dove sarebbero coinvolti anche Fedele Confalonieri e l'avvocato britannico David Mills.

 

Il Premier, che non si è presentato in aula, è stato dichiarato dai suoi avvocati in contumace, non presentando quindi l'istanza di legittimo impedimento.

Secondo la Procura milanese, alcune major cinematografiche americane avrebbero venduto diritti di film e programmi televisivi a società off-shore legate al premier , le quali poi le avrebbero piazzate a Mediaset maggiorandone sensibilmente il prezzo, creando fondi neri a disposizione di Berlusconi e aggirando così il fisco.

Secondo i legali di Berlusconi il processo non rappresenta una preoccupazione e riferendosi ai processi Mills, Mediatrade e Ruby, affermano:" E' dal 1998 che assistiamo il Presidente Berlusconi e non è mai stato condannato, vinceremo anche questi procedimenti".