(ASI) Londra - Tre (su sette) i pugili che approdano alle semifinali delle Olimpiadi di Londra 2012. Tre le medaglie che vincerà Roberto Cammarelle in tre Olimpiadi consecutive: unico italiano nella storia. (Bronzo Atene 2004; Oro Pechino 2008; ? Londra 2012). Tre i poli che andranno ad arricchire il Centro Nazionale di Pugilato di Assisi.

 


Oltre al Centro stesso, si aggiungera' il Museo dello Sport Regionale e del Pugilato Nazionale e l'Accademia della Boxe Europea.

Ma andiamo con ordine: Vincenzo Mangiacapre, talento puro, al suo esordio assoluto in una Olimpiade, dà una lezione di boxe all'avversario kazako, vincendo tutte e tre le riprese.
Con la sua capacità di schivare e rientrare all'improvviso, con il suo saper boxare in entrambe le guardie, ecc. ha portato una ventata di freschezza nella categoria dei 64 Kg. qualificandosi meritatamente per le semifinali.

Ora il cammino delle semifinali per gli azzurri si svilupperà in questo modo:

1) Clemente Russo affronterà' il pugile azero Teymur Mammadov venerdì 10 agosto alle 15,45 (ora italiana).

2) Roberto Cammarelle affronterà' anch'egli un pugile dell'Azerbaijan, Magomedrasul Medzhidov, sempre venerdì 10 agosto alle 23,30, orario italiano.

3) Vincenzo Mangiacapre combatterà' invece contro il pugile cubano Roniel Iglesias Sotolongo, anch'egli venerdì 10 agosto alle ore 14, 30, ora italiana.

Per quanto riguarda Cammarelle, se permettete, non ci sono commenti da fare: comunque andrà a finire bisognerà' erigergli un monumento.

Come ne bisognerà' erigere uno anche a Franco Falcinelli, Presidente della Federazione Pluralistica Italiana; Responsabile della Commissione Tecnica e del Regolamento dell'International Boxing Organization; Delegato Tecnico per il Pugilato alle correnti Olimpiadi (primo italiano nella storia); oltre a tutto quanto sopra, dicevo, è riuscito nell'impresa di vedere assegnata all'Italia il prestigio e l'onore di ospitare in modo permanente l'Accademia della Boxe Europea, battendo concorrenti di altissimo lignaggio quali Mosca; Baku; ecc.
Questa decisione è stata presa ed ufficializzata proprio in questi giorni a Londra e per l'occasione si sono mossi e sono venuto a Casa Italia anche il Sindaco e l'Assessore allo Sport del Comune di Assisi (come da sito federale - www.fpi.it-).

Perché la notizia, per noi umbri, è proprio questa, cioè che l'Accademia della Boxe verrà ospitata proprio ad Assisi, andando ad affiancare il Centro di Preparazione Olimpica e il Museo Nazionale del Pugilato. Tutto sarà pronto entro il 2014.
Insomma c'è da essere orgogliosi sia come italiani, sia come umbri.
Una Olimpiade oserei dire quasi magica per come sta andando sotto tutti gli aspetti, nella speranza che da magica possa trasformarsi addirittura in miracolosa.
Ci tengo a ricordare la Delegazione Italiana di Pugilato presente a Londra che oltre agli Atleti, i Tecnici ed il Presidente, è composta dal Segretario Generale Alberto Tappa: Capodelegazione; il vicePresidente Alberto Brasca ed il Fisioterapista, umbro anche lui, Fabio Morbidini.

Grazie a tutti.