La Squadra Azzurra Olimpica è pronta per sfidare il ring a cinque cerchi.  Domani la partenza per Londra.

(ASI) Valigie pronte per la Delegazione Italiana guidata dal Team Leader Alberto Tappa. Domani partirà dall'aeroporto di Fiumicino per raggiungere il tanto agognato Villaggio Olimpico. Emozione e adrenalina per i sette magnifici del Pugilato Italiano che, diretti all’angolo da Francesco Damiani e Raffaele Bergamasco, tenteranno di raggiungere la vetta olimpica. A far parte della Squadra è anche il fisioterapista Fabio Morbidini.

Dopo l’arrivo del Presidente FPI Franco Falcinelli, in qualità di Delegato Tecnico AIBA, l’Italia in corsa ai XXX Giochi Olimpici domani sarà rappresentata a Londra anche dai sette pugili che hanno conquistato il pass olimpico. La partenza della Squadra Azzurra, guidata dal Team Leader e Segretario Generale FPI Alberto Tappa, è prevista per domani alle ore 9.30 dall’aeroporto di Fiumicino. Sotto al guida del Direttore Tecnico delle Nazionali di Pugilato Francesco Damiani e del Responsabile della Squadra Azzurra Elite Raffaele Bergamasco e con l’ausilio del fisioterapista Fabio Morbidini, i sette azzurri che si esibiranno nell’Excel Arena sono pronti per dare lustro alla bandiera tricolore. Un’opportunità per stabilire un primato nella storia del pugilato italiano, ossia vincere tre medaglie in tre edizioni diverse, per Roberto "Game Over" Cammarelle (+91 Kg), appartenente al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro e neo-papà del piccolo Davide, che vuole riconfermarsi al primo posto e dimostrare il suo valore, dopo aver già conquistato la medaglia d’oro a Pechino 2008 e la medaglia di bronzo ad Atene 2004. Per lui l’Olimpiade è ‘unione’: “tutti i popoli riuniti in un evento mondiale”. E non solo: “Per me rappresenta la fine di un percorso - dichiara Cammarelle - e rispetto a Pechino 2008 non parto con i favori del pronostico ma ho voglia di stupire e di farmi trovare pronto nei momenti importanti. Siamo una Squadra che ha tutti i requisiti per fare bene”. Alla loro terza partecipazione ad un’Olimpiade sono anche Clemente Russo (91 Kg.), del Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre, e Domenico Valentino (60 Kg.), del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro. Per Russo, il primo italiano a qualificarsi ai Giochi di Londra a titolo individuale in qualità di campione delle WSB, il 27 luglio, giornata di apertura dei Giochi con la Cerimonia di inaugurazione, non sarà solo la ricorrenza della sua nascita (compirà trent'anni) ma anche l’inizio di un percorso che ha un unico obiettivo, quello della rivincita. Argento a Pechino 2008, “Tatanka” vede l’Olimpiade come un'unione perfetta tra ‘orgoglio e passione’: “Ho voglia di gioire e far gioire chi mi ha sempre sostenuto”. Per "Mr. Tattoo" Valentino l’Olimpiade è sinonimo di ‘oro’. Questa volta il campione mondiale e migliore atleta dell’anno 2009 vuole raggiungere il podio più alto: “Sono maturo e sono riuscito a controllare le mie paure ed a cambiare le mie abitudini. Con Londra completerò l’opera”. Alla sua seconda edizione olimpica, la prima andata a segno con la medaglia di bronzo, Vincenzo "Faccia di Bronzo Picardi" (52 Kg), del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, ha già fatto la sua promessa. ”Ho lavorato con intensità e volontà. Non tradirò nessuno anche perché per me l’Olimpiade è 'vittoria'. Questa volta mi gioco tutto e voglio scendere dal ring senza rimpianti”. Un’occasione da non perdere anche per Vittorio Jahyn "Parrinox" Parrinello (56 Kg), del Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito, anche lui alla sua seconda Olimpiade. Per lui è una questione di ‘onore’ :“Avrò anche questa volta, in qualità di atleta e militare, l’onore di rappresentare un Paese e cercherò di dare il meglio nella massima competizione sportiva. Salirò sul ring di Londra carico di esperienza, mentalità e consapevolezza”. Il ‘sogno’ sta per cominciare per Vincenzo "Murzy" Mangiacapre (64 Kg), del Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre ed al suo primo esordio sul quadrato olimpico: “Vivendo la mia emozione costruirò il mio sogno. Agli ultimi Europei – Mangiacapre ha messo al collo la medaglia di bronzo bissando ai mondiali di Baku – ho acquistato sicurezza ed ora ho una marcia in più”. A debuttare a Londra sarà anche Manuel "Squikky" Cappai (kg 49), del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, il più giovane: “Ho imparato a sognare a Trebisonda, in occasione del secondo Torneo AIBA di Qualificazione Olimpica e quindi sono obbligato a provarci. Voglio assolutamente emulare i campioni con cui mi alleno, una squadra forte ed esperta da cui posso solo imparare”. Un giudizio pienamente condiviso da Francesco Damiani, Head Coach a Londra: “Sono sereno anche perché abbiamo lavorato molto e bene soprattutto in questo periodo. Possiamo contare su un’ottima Squadra formata da atleti che sono sicuro potranno ancora stupirci. Per me l’Olimpiade è prima di tutto uno spettacolo e quindi speriamo di riuscire a farci valere. Eguagliare i risultati di Pechino sarebbe il massimo. Per ora l’importante è essere concentrati e consapevoli delle difficoltà che ci aspettano. Determinanti saranno i sorteggi – che si svolgeranno venerdì 27 luglio - per il resto toccherà a noi. Ce la metteremo tutta”.

 

I NUMERI DEL PUGILATO: 250 uomini (Kg. 49; 52; 56; 60; 64; 69; 75; 81; 91 e +91) e 36 donne (Kg. 48-51; 60; 75) gli atleti che prenderanno parte a questa edizione dei Giochi Olimpici, la prima in cui gareggeranno, indossando caschetto e guantoni, anche le donne. La fase di qualificazione si è basata su 8 eventi che hanno coperto un arco di tempo di un anno: Le Finali Individuali WSB 2011 (27-28 maggio 2011 – Guizhou Cina); 2011 World Amateur Boxing Championships (26 settembre-8 ottobre 2011 - Baku Azerbaijan); Olympic Qualifying Event – Oceania (21-25 Marzo 2012 – Canberra Australia); Olympic Qualifying Event – Asia (5-12 Aprile – Astana Kazakhstan); Olympic Qualifying Event – Europe (15-21 Aprile – Trebisonda Turchia); Olympic Qualifying Event – Africa (28 Aprile – 5 Maggio – Casablanca Marocco); Olympic Qualifying Event – America (5-12 Maggio – Rio de Janeiro Brasile); 2012 AIBA Women's World Boxing Championships (11-19 Maggio – Qinhuangdao Cina. L’Europa sarà il continente più rappresentato, potendo schierare ben 90 atleti. Alle sue spalle seguono: l’Asia con 64, l’America con 62, l’Africa con 57 e l’Oceania con 13. A livello di singole nazioni, quella che potrà schierare il maggior numero di pugili (contando sia uomini che donne) saranno, a pari merito, Australia e USA con 11 atleti a testa. 10, invece, i boxers per Gran Bretagna, Russia e Kazakhstan.

Info e risultati dei XXX Giochi Olimpici Londra 2012 su www.londra2012.coni.it e su www.aiba.org

Info Squadra Azzurra Olimpica su www.fpi.it