(ASI) Ieri, il Parlamento Federale del Belgio ha votato all'unanimità a favore della creazione di una commissione parlamentare per gli abusi sessuali commessi dai preti contro i minori, a seguito dei numerosi scandali che hanno investito il paese a partire dalla primavera scorsa.
"La legge del silenzio deve essere interrotta, vogliamo porre fine a questa omerta" ha commentato il deputato del Partito dei Verdi Steffan Van Hecke.

 

La commissione,guidata da Karine Lalieux, esponente del Partito Socialista, sarà formata da 13 deputati, rappresentanti sia dei partiti di riferimento alle popolazioni di lingua fiamminga sia di quelle francofone e avrà il compito di rompere l'omertà che è regnata in Belgio fino allo scoppio dei gravi scandali, lavorando per riaffermare la separazione tra Chiesa e Stato.