(ASI) Giustizia sportiva si'....ma antijuventinismo becero no! Si rimane interdetti nel leggere a proposito delle "scuse" di Galliani nei confronti di Agnelli, scuse definite dallo stesso Galliani, personali , nel senso che " sono stato sgarbato perche' ho usato brutte parole, ma la sostanza resta quella......vale a dire la colpa del fatto che il goal di Muntari e' stato annullato e' della Juventus, che prima della partita si e' lamentata e quindi l'arbitro Tagliavento, in perfetta malafede, ha annullato il goal di Muntari " -

E' cosi' che bisogna estrapolare le affermazioni di Galliani? E' questo il messaggio che si vuole far passare? perche' se e' cosi', allora e' inaccettabile - Perche' questo e' antijuventinismo becero, che non ha niente a che vedere con la normale contrapposizione dialettica e sportiva - L'antijuventinismo becero, che ha causato Calciopoli 2006 (pardon Farsopoli 2006) che ha dimostrato ampiamente che non telefonavano agli arbitri solo i dirigenti della Juve... - Non si puo' parlare di teatrino come lo definisce Allegri, quando da 10 giorni prima del match di S. Siro ci sono state televisioni, molto vicine al Milan, che hanno cominciato a mandare in onda le immagini del famoso rigore Ronaldo/Juliano non dato, e queste immagini sono state mandate in onda incessantemente sino al giorno precedente il match del Meazza - Ora parlare di teatrino sinceramente sembra fuori luogo - La Juve si e' lamentata prima(giustamente)per rigori non concessi cosi' come si era lamentato(giustamente)l'Inter e si era lamentato (giustamente ) Mazzarri per il Napoli - L'errore del duo Romagnoli/Tagliavento resta gravissimo ed ha certamente danneggiato Il Milan (anche se non e' assolutamente matematico che la Juve avrebbe perso l'incontro, come ha dimostrato in precedenza a Napoli) , ma pensare alla malafede, e quindi per estensione intellettuale, a quella dell'arbitro Tagliavento, sinceramente non puo' essere accettata - Perche' parliamo del migliore arbitro italiano del momento, certamente di un talento in grado quantomeno di eguagliare i grandi arbitri italiani del passato - Per tornare al calcio giocato, hanno destato una certa curiosita' alcune critiche piovute addosso alla nazionale di Prandelli per la sconfitta con gli USA - Una sconfitta, peraltro immeritata,in una gara amichevole, disputata a tre mesi di distanza, tanto era il tempo che i giocatori della nazionale non si ritrovavano piu' insieme - Ci si e' lamentati del gioco scadente offerto dagli azzurri e anche dello scarso spettacolo offerto a livello tecnico - Forse questi "grandi esteti del calcio spettacolo" non hanno considerato che questo incontro infrasettimanale, compresso nei sette giorni fra due turni di campionato, non poteva certo scatenare stimoli straordinari sui giocatori (ben sette della Juve in piena lotta scudetto) - Forse, questi citati esteti del calcio , che hanno criticato Prandelli, hanno dimenticato che l'Italia ha vinto il girone di qualificazione agli europei con largo anticipo, imbattuta e con la migliore difesa del girone e hanno anche dimenticato che fino ad ora la nazionale di Prandelli e' stata sconfitta solo in partite amichevoli( quattro) e mai in gare ufficiali - Forse la partita con gli USA sarebbe stato meglio non disputarla e la Federazione meglio avrebbe fatto a programmare il calendario del campionato con piu' attenzione, magari facendolo iniziare ad Agosto, anziche' a Settembre (concedendo quindi piu' tempo agli impegni della nazionale) e via discorrendo...