Partita nervosa, pareggio senza reti.
Le due squadre non riescono a finalizzare la grande mole di gioco sviluppata.

 

(ASI) CAGLIARI, 23 ottobre 2011 - Stadio Sant'Elia, ore 15:00 - Ottava giornata di campionato, il Cagliari pareggia zero a zero con Napoli, nonostante lo spostamento di Cossu in posizione centrale dietro le punte, invocato dai tifosi. La partita ha ritmi di gioco molto intensi, forse dovuti alla rivalità tra le due tifoserie, che incitano le squadre costantemente. Le due squadre confermano le recenti difficoltà ad andare in rete. La prima mezz'ora vede le due squadre ribattersi colpo su colpo e colpire un legno a testa. I giocatori del Napoli sono molto nervosi, in particolare Lavezzi, che procura un grave infortunio ad Astori al 18', e si rende protagonista di un fallo su Cossu, venendo sanzionato col cartellino giallo allo scadere del primo tempo. Il secondo tempo si sviluppa sulla falsariga del primo. Ritmi alti e diverse occasioni per entrambe le squadre. Il Napoli sente la stanchezza e soffre nella seconda parte del secondo tempo.

PRIMO TEMPO - La partita inizia subito con i brividi per i tifosi del Cagliari. 2', traversone di Santana e tiro al volo di Dessena dalla parte opposta del campo. La palla va di poco a lato.Al 5' Nenè ruba palla ai difensori del Napoli e si trova a tu per tu con De
Santis, che esce dalla porta e blocca la palla.
Al 10' il gioco si sviluppa soprattutto a centrocampo, con le difese molto attente a non concedere spazi. Le due squadre devono pertanto affidarsi a traversoni dalla tre quarti di campo. Ci prova Santana, servendo nuovamente Dessena, che spreca.
Al 14' Zuniga si trova a tu per tu con Agazzi, che lo ferma in uscita.
Al 15' il Cagliari replica. Cossu calcia dalla bandierina in area per Canini, il cui colpo di testa sfiora il palo. Al 18' Astori, ruba il tempo a Lavezzi e protegge il pallone, subendo un plateale e inutile fallo di frustrazione da parte dell'Argentino. I difensore del Cagliari, mettendo male la caviglia, si procura una frattura al perone. Brutta notizia per il Cagliari, che dovrà fare a meno del forte difensore per qualche mese. Al suo posto al 21' entra Ariaudo, mentre Lavezzi non viene sanzionato dall'arbitro.
Al 25' traversone di Cossu calcio di punizione. Nenè gira di testa dal centro dell'area, colpendo la traversa.
Al 27' il Napoli è molto aggressivo e la partita si incattivisce. Fallo su Biondini non sanzionato dall'arbitro, e poco dopo lamentele di Nenè per un fallo, non rilevato, subito sulla tre quarti d'attacco del Cagliari. Segue, al 28' un vistoso fallo subito a centrocampo da Nainggolan.
Al 30' boato del pubblico di casa per un ennesimo contrasto dubbio sulla tre quarti difensiva del Napoli, che vede protagonista Cossu.
 Al 31' di Napoli prova a costruire il gioco con la difesa sulla linea da centrocampo, ma non trovando varchi si affida a lanci lunghi. Da uno di questi nasce un calcio d'angolo, prontamente respinto nuovamente in calcio d'angolo da Nenè. Dal nuovo angolo nasce una limpida azione da gol per il Napoli, che con Santana solo al centro dell'area, colpisce il palo alla destra di Agazzi.
Al 34' Agostini lancia in area Cossu, che resiste a una carica di Aronica e dribla il portiere. L'arbitro ferma il gioco per sanzionare una improbabile scorrettezza di Cossu nei confronti dello stesso Aronica.
Al 36' gran tiro al volo da fuori area di Nainggolan, con la palla che si stampa sulla traversa.
Al 43' ancora tiro al volo del Cagliari, con Biondini, che dalla destra fa partire un esterno carico di effetto. De Sanctis devia in corner con affanno.
Al 44' bello spunto di Cossu che mette al centro dalla sinistra per Nenè, che, solo al centro dell'area di rigore, svirgola malamente di testa mandando la palla in fallo laterale dalla parte opposta. Al 45' Lavezzi scalcia Cossu da dietro. L'arbitro lo sanziona col cartellino giallo, risparmiando l'argentino. Il primo tempo finisce dopo due minuti di recupero.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo si sviluppa in modo simile al primo tempo, ma col passare dei minuti e l'aumento della stanchezza, aumentano anche l'imprecisione e il nervosismo.
Al 55' il Napoli sostituisce il nervosissimo Lavezzi con Hamsik. Si sviluppa una azione prolungata del Cagliari, con Nainggolan in grande evidenza sulla sinistra.
Al 56' Nenè dribla quattro uomini da Napoli, entrando in area dal lato corto di sinistra servendo la palla rasoterra al centro dell'area. Nainggolan non riesce ad anticipare la presa bassa di De Sanctis. Da questo momento le due squadre appaiono stanche e con le idee confuse. In particolare il Napoli appare in difficoltà ad impostare il gioco e si limita per lunghi tratti a distruggere le azioni avversarie. Il Cagliari, da parte sua, non riesce ad arrivare sotto porta. Le azioni rossoblù muoiono sulla tre quarti d'attacco per via dell'imprecisione dei centrocampisti.
64' Da annotare la variante tattica, forse figlia di situazioni di gioco estemporanee, che vede Cossu punta centrale, con Nenè e Thiago Ribeiro ai suoi lati, leggermente più arretrati. 68' Santana esce per lasciare il posto a Maggio.
70' Gargano esce per un infortunio muscolare. Al suo posto entra in campo Inler.
Al 74' cartellino giallo per Nenè in seguito a scontro di gioco con Campagnaro. Nella azione successiva, Cossu, nuovamente in posizione di unica punta centrale, ferma un lungo lancio dalle retrovie ed effettua un traversone per Thiago Ribeiro, che per due volte calcia su Aronica. Lo stesso respinge in angolo. Dall'angolo nasce un contropiede per il Napoli, che con tre attaccanti contro due difensori del Cagliari, ha una buona opportunità per passare in vantaggio. Dzemaili spreca, sparando su Agazzi.
Al 78' Il Cagliari sostituisce Thiago Ribeiro con Ibarbo.
83' Maggio va al tiro, da destra, all'ingresso dell'area di rigore.Agazzi para e la difesa perfeziona il disimpegno.
84' e 85' ammoniti rispettivamente Conti e Cossu, per inutili falli a centrocampo. 88' in seguito a uno ascontro di Gioco con Agazzi, Pisano, colpito al collo e visibilmente stordito, lascia il capo, sostituito da Perico. 89' Nenè calcia a lato una buona palla proveniente da calcio d'angolo.
91' Ibarbo da spettacolo a centrocampo, driblando diversi giocatori del Napoli e involandosi sul centrosinistra, finchè viene steso da Maggio, sanzionato con il catellino giallo. La partita si conclude dopo un tiro dalla lunga distanza di Zuniga, che termina ampiamente a lato. L'arbitro fischia la fine al 95'.TROPPA

IMPRECISIONE - Le due squadre se le danno di santa ragione, non risparmiando azioni pericolose, pali, e contrasti duri. Il nervosismo e l'imprecisione non permettono al gioco di svilupparsi fino alla rete. La partita non può che terminare zero a zero. Le due squadre rimangono così nelle posizioni alte della classifica, in attesa che i due attacchi si sblocchino. Nel Cagliari non ha dato i risultati sperati lo spostamento di Cossu dietro le due punte, anche se effettivamente Cossu è stato presente in quasi tutte le azioni offensive del Cagliari.

TABELLINO
Cagliari (4-3-1-2): 1 Agazzi, 14 F. Pisano, 13 Astori, 21 Canini, 31
Agostini; 8 Biondini, 5 Conti, 4 Nainggolan; 7 Cossu; 19 Thiago Ribeiro, 18
Nenè. (25 Avramov, 3 Ariaudo, 24 Perico, 20 Ekdal, 30 Rui Sampaio, 23
Ibarbo, 9 Larrivey). Allenatore: Ficcadenti. Sostituzioni: 21' Ariaudo per
Astori. 78' Ibarbo per Thiago Ribeiro. 88' Perico per Pisano. Cartellini
gialli: 74' Nenè. 84' Conti. 85' Cossu. Migliore in campo: Agazzi

Napoli (3-4-1-2): 1 De Sanctis; 14 Campagnaro, 21 Fernandez, 6 Aronica; 18
Zuniga, 20 Dzemaili, G23 argano, 8 Dossena; 19 Santana, 22 Lavezzi; 7
Cavani. A disposizione: 83 Rosati, 3 Fideleff, 28 Cannavaro, 88 Inler, 11
Maggio, 17 Hamsik, 9 Mascara. All.: Mazzarri. Sostituzioni: 55' Hamsik per
Lavezzi. 68' Maggio per Santana. 70' Inler per Gargano. Cartellini gialli:
45' Lavezzi, 91' Maggio. Migliore in campò: Aronica