InterParma(ASI) Milano- Dopo quanto di buono è stato già visto in Champions, l'Inter di Antonio Conte proverà nell'arco di una settimana a vincere contro il Parma di Roberto D'Aversa, che farà visita a San Siro nel terzo anticipo di Serie A.


«Ricavi raddoppiati e futuro splendido», ha detto il presidente 28enne Steven Zhang appena rientrato dalla Cina. In 12 mesi il club nerazzurro ha un volto nuovo a livello economico e la differenza sul campo è stata nettamente realizzata con l'arrivo di un allenatore di spessore come Antonio Conte.
Il mister si gode un Lautaro Martinez in splendida forma, in gol mercoledì contro il Dortmund nonostante il rigore sbagliato, con la tentazione di mettergli a fianco un giovane ma determinato Sebastiano Esposito. Meno brillante nelle ultime uscite Romelu Lukaku, al di là dell'infortunio che terrà fuori per tre mesi Alexis Sanchez. Quindi per Conte inamovibile sarà l'argentino con la probabile scelta di dare un'altra opportunità al belga.
L'Inter vuole tenere il passo della Juventus, che alle 15:00 affronterà fuori casa il Lecce, senza Ronaldo ma con Dybala e Higuain in forma e titolarissimi. Un anno fa ci fu il blitz degli emiliani con una rete di Dimarco, oggi nerazzurro ma fermo a zero minuti giocati. Questa volta l'Inter avrà 5 azzurri in campo, esattamente come contro il Sassuolo, ma dovrà essere molto più lucida in difesa. D'Aversa ha invece gli uomini contati, soprattutto in attacco, dove sia Inglese sia Cornelius sono stati fermati dai guai fisici.
Nella conferenza stampa della vigilia, Conte ha messo subito le cose in chiaro, rispondendo alle dichiarazioni del presidente della Juventus: «Le parole di Agnelli? Noi guardiamo solo a noi stessi, siamo sulla strada giusta». Per i tre punti il mister punterà su Biraghi, a sinistra al posto di Asamoah che riposerà un turno, Bastoni confermato, questa volta al posto di De Vrij, con Godin titolare, Barella e Gagliardini sempre più padroni del centrocampo, con Candreva sulla fascia, autore del secondo gol contro il Borussia.
Il Parma risponderà con Gervinho e Kulusevski. Il terzo attaccante da schierare sarà uno fra Karamoh e Sprocati. Dietro la difesa sarà formata da Darmian a destra, Iacoponi e Dermaku al centro e Gagliolo a sinistra. «L'Inter concede pochissimo, ma proveremo a sfruttare questa grande occasione», ha detto l'allenatore degli emiliani. «Per un grande appuntamento come quello di San Siro le nostre motivazioni sono al massimo». Chissà se questo Parma riuscirà a giocare ai nerazzurri un altro scherzetto da brividi, proprio a pochi giorni d Halloween.
Lorenzo Nicolao - Agenzia Stampa Italia