(ASI) Cesena, Catania, Chievo tre 2 a 2, partendo da 2 a 0, qualcosa vuol dire. La Juve non sa gestire i risultati e soffre con le piccole, sarà per la bassa qualità, per l’incapacità di gestire il risultato di Del Neri, per la sfortuna? Comunque quel che risulta da questo campionato è che se la Juve tiene testa alle grandi negli scontri dirette (Milan, Inter, Roma e Lazio battute), ma delude sempre con le piccole, quelle partite che la Juve di Capello vinceva sempre.

Questo ultimo pareggio segna la fine di questa vergognosa stagione, dove è anche a rischio l’Europa league e anche di Del Neri, che seppur ha affermato che sarebbe rimasto al 100%, dopo questo scempio non penso che la dirigenza lo confermi. E’ un peccato perché il quarto posto poteva essere possibile, dopo il rallentamento della Roma e il terzo KO della Lazio, per mano dell’Udinese, che con il capocannoniere Di Natale
(28 goal!) ottiene e spera di mantenere la Champion. Forse è giusto che i bianconeri di Udine ottengano questo risultato figlio del talento, del bel gioco, del gruppo e della famiglia Pozzo, che con poco ha costruito una realtà calcistica che fa onore al nostro campionato.