(ASI) "Non esiste per nulla al mondo che nei primi mesi della ripartenza post Covid-19 le famiglie paghino un costo così alto delle bollette per elettricità e metano. Non si possono scaricare sulle famiglie aumenti del 40 e del 30%.

Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha chiesto al governo un intervento immediato per evitare che gli aumenti si trasformino in una frenata sui consumi che sono finalmente ripartiti e lo ribadiamo anche oggi con forza. Mi auguro che anche grandi aziende legate a doppio filo allo Stato possano dare il loro contributo. Sullo sfondo serve aprire immediatamente il dossier non solo dell’intervento una tantum per evitare gli aumenti immediati, ma quello per concordare sul 2022 interventi più strutturali sulla manovra triennale sugli oneri di sistema. Distinguendo sempre di più e con chiarezza tra le imprese, tra chi inquina e chi, invece, la transizione ecologica l’ha già fatta senza attendere i piani europei o lo stesso Recovery. Agli obiettivi europei 2030 prima e 2050 poi ci dovremmo arrivare facendo rispettare il principio che chi inquina paga e non pagano tutti nello stesso modo". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale, in diretta a Sky Economia su Sky Tg24.

Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione