(ASI) “Dopo mesi di trattative è saltato l'accordo tra i sindacati e l'azienda Alpitel sulla vertenza. Siamo seriamente preoccupati per il futuro degli 80 lavoratori degli stabilimenti della Provincia di Cuneo, di cui 29 della sede di Nucetto e 32 della sede di Moncalieri, che rischiano il licenziamento se non si troverà una soluzione entro il 2 marzo”.                                                                                                                                                    Così in una nota il senatore piemontese della Lega, Giorgio Maria Bergesio, che prosegue "Il governo purtroppo non sta facendo nulla e con i forse e i vedremo le aziende chiudono". "Per questo – spiega l’esponente del Carroccio - ho presentato un’interrogazione urgente al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, per sapere quali iniziative intende intraprendere per chiudere la vertenza in tempi rapidi e scongiurare i licenziamenti”. “Mi auguro davvero - conclude Bergesio - si trovi al più presto una soluzione perché questo governo chiacchiere e distintivo, fino ad oggi si è mostrato soltanto capace di moltiplicare le crisi aziendali. L’unica crisi che ha risolto, infatti, è quella che riguarda le poltrone”.