KARAPIRO (NZL), 02 novembre 2010 - Sette sfide, compresa la gara d’assegnazione delle corsie per l’otto pesi leggeri, per l’Italia a Lake Karapiro nella quarta giornata del Mondiale: le previsioni meteorologiche parlano di temperatura attorno ai 19 gradi e vento di intensità compresa tra i 2,4 e 3,7 metri al secondo nell’arco delle due ore di gare.

Prima gara per il doppio femminile alle 23:29 (le 11:29 di mercoledì 3 novembre in Nuova Zelanda), Laura Schiavone (Irno) e Betta Sancassani (Fiamme Gialle) lanciano l’assalto alla finale dall’acqua numero 5. Settime in Coppa del Mondo a Lucerna e terze agli Europei, incrociano le sorelle Antosova (quarte a Bled e Lucerna, seconde a Monaco), le statunitensi Carle e Bertko (seconde dietro le campionesse mondiali polacche in batteria), la Cina (Tang, Tian) e le danesi Lisbet e Lea Jackobsen. Sono due i pass in palio per la finale che si disputerà domenica alle 2:48.

Gabriele Cagna (Eridanea) e il capovoga Federico Ustolin (Saturnia Trieste) vanno all’attacco di una delle tre posizioni valide per la semifinale del doppio: Egitto, Argentina, gli svizzeri Vonarburg e Stofer (quinti in tutte e tre le tappe di Coppa del Mondo) e la Slovenia  i rivali sulla squadra degli azzurri in gara alle 23:59 in acqua 4.

Missione difficile ma non impossibile nel doppio pesi leggeri femminile per Giulia Pollini (Cernobbio) ed Erika Bello (Lazio) in acqua 6. A mezzanotte e 11 toccano loro la Gran Bretagna do Goodsell e Hosking (prima a Monaco, seconda a Bled e Lucerna), la Grecia campione del mondo di Tsiavou e Giazitzudou, le statunitensi Globler e Broughton, Cina e Nuova Zelanda. La finale del doppio pesi leggeri femminile è in programma sabato alle 2:33.

Mezz’ora dopo il doppio leggero di Lorenzo Bertini (Fiamme Oro) ed Elia Luini (Aniene) occupa una delle due corsie centrali insieme al Canada di Vandor e Sylvester: solo 67 centesimi tra queste due barche in Coppa del Mondo a Lucerna (bronzo Canada, quarta Italia), oltre quattro secondi un mese e mezzo prima a Bled (oro Canada, argento Italia). Con loro gli statunitensi Winter e De Regt (quarti a Monaco), la Francia di Azou e Di Girolamo (bronzo a Bled), la Cina e la Slovenia.

All’una e un minuto c’è il recupero (primi due in finale) del quattro senza dei finanzieri Mario Paonessa e Francesco Fossi, di Vincenzo Capelli e Andrea Palmisano (Aniene). I campioni mondiali under 23 (quarti agli Europei) sfidano gli Stati Uniti (cambiata per metà la formazione di sesta a Lucerna con gli innesti di Stitt e Stafford al posto di Newlin e Imman), il Canada (battuto in batteria), la Germania (prima in piccola finale a Monaco e Lucerna) e la Cina. Venerdì la finale alle 3:03.

Infine tocca al quattro di coppia (primi due in finale) dei finanzieri Luca Agamennoni, Simone Venier, Matteo Stefanini e Simone Raineri riscattare l’esito della batteria di ieri nel recupero che li vedrà di fronte, partendo dall’acqua 6, all’Ucraina (sesta a Lucerna), alla Gran Bretagna (bronzo a Monaco e Lucerna), alla Cina, agli Stati Uniti e alla Nuova Zelanda. Ultimo atto venerdì alle 15:38 locali.