Figc(ASI) Trapelano le prime decisioni assunte dal Consiglio Federale della Federcalcio in merito alle ipotesi di conclusione della stagione nelle diverse categorie in caso di ulteriori sospensioni. Mentre  scriviamo queste note, il Consiglio è ancora in corso.

Serie A.

Il Consiglio Federale della FIGC ha approvato la proposta del presidente Giuseppe Gravina in caso di positività covid-19 che dovessero comportare un nuovo stop del campionato di serie A. La proposta è passata con 18 voti favorevoli e 3 contrari, quelli dei rappresentanti della serie A, che con 16 club si era espressa per il blocco delle retrocessioni, la non assegnazione dello scudetto e la sola determinazione delle ammesse ai tornei europei. Invece,  è stato deliberato che, se tutto dovesse rifermarsi,  la soluzione sarebbe quella dei play off e dei play out, laddove l’interruzione consentisse comunque una ripresa e il completamento del calendario entro i termini previsti. Se, invece, questo non fosse possibile, si ricorrerebbe al cosiddetto algoritmo (proiezione sulle partite restanti della media punti conseguita nei match effettivamente disputati, con distinzione tra quelli casalinghi e quelli in trasferta). Questa seconda eventualità servirebbe, però, solo a determinare le retrocessioni e le ammesse alle coppe europee, mentre lo scudetto non verrebbe assegnato.

Serie B:

Per la cadetteria è stata scelta una soluzione analoga a quella della serie A. In caso di nuova interruzione dopo la ripresa, infatti, si valuterà la possibilità di far svolger i play off e i play out (semmai anche con format abbreviato, come ad esempio tipo gare uniche anziché andata e ritorno per semifinali e finale). Se non vi sarà tempo per farlo, si ricorrerà alla classifica determinata dall’algoritmo per decidere le tre promozioni e le quattro retrocessioni. 

Serie C

Il Consiglio ha anche deciso che la serie C riprenderà con la disputa dei play off e play out per decidere rispettivamente la quarta promossa (insieme alle vincitrici dei tre gironi Monza, Vicenza e Reggina). La partecipazione delle squadre che ne hanno titolo agli spareggi sarà su base opzionale e chi dovesse rinunciare non incorrerà in penalizzazioni. Prima dei play off, sarà disputata in gara unica la finale di Coppa Italia tra Ternana e Juventus U23, che determinerà l’inclusione della vincitrice nella griglia play off. Decisa la retrocessione in serie D Gozzano, Rimini e Rieti, ultime dei rispettivi gironi. Promosse in C dalla D le squadre in testa ai gironi al momento dell’interruzione: Campodarsego, Pro Sesto, Mantova, Lucchese, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto e Palermo.

Campionato femminile.

Il torneo è stato definitivamente dichiarato concluso. Si attendono ulteriori decisioni sui verdetti per scudetto e retrocessioni.

Daniele Orlandi – Agenzia Stampa Italia