Calcio Serie A

(ASI) E’ stato accolto il ricorso del Torino fc nella persona di Urbano Cairo dal procuratore federale Stefano Palazzi. Per i granata erano stati inflitti tre punti di penalità da scontare nella prossima stagione di Serie A, invece dopo il patteggiamento la sentenza è: -1 più 30mila€ di multa.

(ASI)Usando il linguaggio corrente della politica nostrana, si potrebbe dire “svolta epocale” all’Inter Si perche’ di vera svolta epocale si tratta, vista l’azione di taglio e restyling operati dalla dirigenza nerazzurra nei confronti dell’organico messo a disposizione del tecnico Stramaccioni -

(ASI) La storia tra Alessandro Del Piero e la Juve finisce qui. Diciannove anni, 513 presenze e 208 goal, dal di 19 Settembre 1993 del 4 a 0 di Juventus-Reggiana, al tanto emozionante 13 maggio 2012 del 2 a 0 di Juventus-Atalanta. Senza dimenticare quel 1 a 0 di Juventus-River Plate che consegnò la seconda Coppa Intercontinentale o le magie al Real Madrid e non dimenticando quell’anno da incubo in B, che Alex ricorda con tanto orgoglio.

Atalanta: 8.   Data per spacciata con la penalizzazione a -6 e la squalifica di Doni. Ha fatto un campionato superlativo con un gran gioco, avrebbe toccato l’Europa se fosse partita come tutte le altre squadre.

(ASI) Peccato. Come un anno fa si chiude la stagione della Juve con una sconfitta del Napoli. Ma quante cose sono cambiate e se un anno fa era solo l’ennesima sconfitta, questa è la prima, ma seguita da una cavalcata trionfale. Dunque finale, anzi finalissima amara per la Juve, che dopo 42 risultati utili consecutivi, si fa battere dal Napoli, perdendo per giunta la Coppa Italia, quella che avrebbe dato diritto alla stella d’argento.

Buffon: 10. Stagione impeccabile con solo 16 goal subiti su 35 partite. Un errore madornale contro il Lecce, mette la Juve la paura di perdere lo scudetto. Chissà se fosse stato presente nella finale di Coppa Italia ci sarebbe stata un’altra storia. E’ sempre il numero 1 al mondo.

(ASI) In casa Milan altri senatori sono in partenza, dopo l’errore dell’anno scorso di Pirlo. Gattuso non rinnoverà, Van Bommel tornerà al Psv Eindovehn lasciando con le lacrime in conferenza stampa, Nesta e Seedorf lasceranno, non si sa per dove. Ma un altro baluardo del calcio rossonero e non solo considerando i precedenti con la Juve e con la Nazionale, dà un bellissimo addio con una lettera aperta ai tifosi: Filippo Inzaghi.

(ASI) Un’incredibile quanto imprevedibile cavalcata verso la gloria quella della Juve di Conte che ridà vigore al ferito popolo juventino e supera persino la sua gloriosa storia. Ripercorriamo le trentotto imprese.

(ASI) Juve nella storia. Eguaglia il Milan di Capello 1991/92 e il Perugia dei miracoli del 1978/79. Una cavalcata incredibile, che ha quasi fatto dimenticare l’amarezza di Calciopoli e che chiude un ciclo orribile e lancia un luminoso futuro. Nessuno ha battuto la Juve, che ha creduto nello scudetto quando il Milan sembrava averlo messo in banca.

(ASI) Non aveva finora mai detto le reali spiegazioni del suo addio lo fa adesso da campione d’Italia. Andrea Pirlo si gode il suo terzo scudetto in carriera, ma il primo con la Juve.

(ASI) Campioni d’Italia. Finalmente, è finito l’incubo Calciopoli dopo sei anni di amarezze, la stagione forse più bella della storia bianconera, uno scudetto sofferto, sudato, lottato, fino all’ultimo respiro e la cosa più incredibile e ironica è che è stato consegnato proprio dal nemico numero degli ultimi anni: l’Inter.

(ASI) La Juve finora non ha mai perso, ma il pareggio per come è maturato contro il Lecce ha il sapore della disfatta.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.